La pandemia di coronavirus è arrivata in Spagna all’inizio dell’anno, E poiché all’inizio non c’erano molte informazioni sul virus e sulla malattia che causava, tutti abbiamo registrato che era molto pericoloso tra gli anziani ma quasi un semplice raffreddore tra i giovani ei bambini. Diversi mesi dopo sappiamo che non è così e che la gravità dell’impatto di COVID-19 sul corpo dipende da molteplici fattori. Infatti, ci sono casi di giovani sani che sono morti per complicazioni del coronavirus.

In toto seconda ondata di coronavirus, quando gli spiriti sono più bassi perché vediamo davanti a noi un lungo e solitario autunno-inverno, con poche possibilità di svago fuori casa, quando il numero di infetti e morti è di nuovo molto preoccupante, i giovani ricevono molti rimproveri per i loro comportamenti.

Un agente di polizia locale ferma un giovane per non aver indossato la maschera in AndalusiaEuropa Press

Non è giusto parlare di “giovani” o “adolescenti” come gruppo, poiché ogni giovane o adolescente gestirà la situazione attuale in modo diverso. Per questo motivo conduttore e comico Ana Morgade ha scritto un thread su Twitter per “spezzare una lancia a favore dei giovani”.

“Non voglio nemmeno immaginare quanto saranno cattivi”, ha scritto Ana Morgade sul suo account Twitter. “Quando ero una pipiola vivevo tutto con un’intensità atroce, e Forse potremmo dare un giro a quanto sia fottuto a quell’età che tolgono ogni possibilità di socializzare, flirtare, scappare, crescere alla fine“Continua.” Penso solo che deve essere una merda come una casa che questo ti sorprenda in un’età in cui nessuno capisce che sei ancora un bambino e nessuno ti perdona che non sei ancora un adulto. ”

Alla fine, ciò che Ana chiede è che capiamo i più giovani e la loro rabbia. Non sono persone mature, quindi non possiamo pretendere che si comportino in modo impeccabile. Perché anche gli adulti hanno dimostrato che a un certo punto possono rovinare tutto. Sarebbe bello se tutti pensassimo a come eravamo quando avevamo 18 anni per capirli e aiutarli meglio, dal momento che indicare e giudicare non risolve nulla.

festa

Durante l’adolescenza, viene data maggiore importanza alla socializzazione e ai piani per il tempo liberoUnsplash

Secondo il sondaggio “Ti prendi cura di te stesso quanto pensi”, condotto dall’Associazione spagnola di pediatria, solo il 21% dei giovani spagnoli “si prende cura di se stesso”, cioè segue le raccomandazioni sanitarie dell’OMS. Tuttavia, sette intervistati su dieci giudicano il loro stato di salute straordinario o eccezionale, vale a dire che i giovani si sentono molto ottimisti riguardo alla loro salute.

Qualcosa che potrebbe essere collegato a quella testimonianza di Mónica, la ragazza che dice di non preoccuparsi del coronavirus e spiegherebbe che c’è una percezione generale che i giovani non stiano prendendo sul serio le misure imposte dai governi delle comunità o dal governo centrale. .