• Angy Fernández soffre di depressione e ansia da molti anni, ma la pandemia le ha fatto bene


  • Difende che è molto importante che le persone inizino a parlare di questi temi pubblicamente, specialmente quelle persone che sono seguite da molte persone


  • L’attore Román Reyes ha anche sottolineato la necessità di educare al suicidio, qualcosa che avrebbe potuto prevenire la morte di sua madre

Quest’anno, a causa della pandemia di coronavirus e dello stress derivato da questa situazione ancora incerta, molti di noi hanno sofferto di problemi di ansia ad un certo punto. Anche persone famose come Ibai o J Balvin hanno apertamente ammesso di aver subito questo a un certo punto e non necessariamente a causa della pandemia, ma per altri motivi come, ad esempio, il lavoro o la fama.

Per parlare di questo e chiedo che le malattie e i disturbi mentali cessino gradualmente di essere tabù, la cantante e attrice Angy Fernández è andata a ‘Este es el mood’, un format di intrattenimento di Badoo in cui Amarna Miller le ha chiesto alcune questioni che non aveva discusso in modo così dettagliato fino ad ora.

“I miei problemi di ansia sono iniziati in” Fisica o chimica “”, l’attrice confessa ad Amarna Miller. Fu proprio quando era proprio al suo meglio davanti al pubblico, in una serie di successo, che iniziò a vivere uno dei suoi momenti più delicati. Inoltre, il maiorchino spiega che, inoltre, la situazione è peggiorata con un rapporto tossico: “Ci sono stati molti abusi psicologici e io ho sentito il peggio”.

Angy e Amarna Miller in “This is the mood”Badoo

Il primo problema spesso è non saper identificare cosa ci sta realmente accadendo, questo è successo anche ad Angy, che dice che le ci è voluto molto tempo per arrivare a quel punto di rendersi conto di cosa le stava accadendo. Quando si è trasferito a Madrid, lo ha fatto con sua madre, anche se ognuno di loro viveva in un appartamento diverso e Fu proprio grazie al suo rapporto con la madre che l’attrice si rese conto della sua depressione: “Mia madre mi ha detto: ‘Se ti succede qualcosa, me ne vado'”.

Il confinamento lo ha aiutato a controllare la depressione e l’ansia

Anche se in un primo momento potrebbe sembrare il contrario, visto che con il coronavirus sono raddoppiate le chiamate al Telefono della Speranza, Angy ha confessato che il parto è stato un periodo positivo per lei: “È stato un bene per me rinchiudermi e vedere che il mondo si fermava e non dovevo fare nulla”. Inoltre, commenta che un mese fa era venuto a chiedergli se fosse tornato alla depressione, ma si è rivelato un falso allarme: “Mi hanno detto calmati, che stai bene. È normale essere tristi, ci sono giorni di merda”, dice.

L’attrice ha anche riflettuto sulla veridicità e sulle apparenze insegnate su Instagram e Ha parlato del post che ha pubblicato in cui ha parlato apertamente dei suoi attacchi di depressione, e il trambusto che ha comportato: “Non premedito quello che sto per dire, né ci ho pensato”, dice. “Si è creato un pallone molto grande, mia madre si è preoccupata e mi ha detto: forse adesso è più difficile che trovare un lavoro”.

Parlare di salute mentale inizia a normalizzarsi

Purtroppo in molte occasioni parlare di salute mentale è ancora un argomento tabù: “Sembra che stia cominciando a normalizzarsi e Spero che quelli di noi che hanno visibilità possano contribuire a normalizzarla di più “, commenta. L’attrice, che conferma di essere stata curata per la depressione e che il suo psicologo l’ha reindirizzata al trattamento con uno psichiatra, confessa che avrebbe preferito non iniziare perché “lasciarla è molto complicato. È importante continuare ad andare in terapia e lasciarla a poco a poco quando può “.

L’importanza di educare al suicidio

Il programma prevedeva anche la dura testimonianza di Román Reyes. Dopo il suicidio di sua madre, l’attore e regista ha proposto ottenere firme per impedire alle istituzioni pubbliche di guardare dall’altra parte con questo argomento. Reyes dice che il suicidio di solito non è qualcosa che accade spontaneamente “come qualcuno che si abbona” ​​a un servizio di streaming.

Roman Reyes

Roman ReyesBadoo

Inoltre, l’attore crede che questo sia qualcosa di fondamentale su cui devi educare molto e risolve questo problema commentando che, se ci fosse stato un servizio di prevenzione più forte, il suicidio di sua madre sarebbe stato evitato.