Ansia: gli errori mentali che le persone con ruminazioni hanno 1

Ansia: gli errori mentali che le persone con ruminazioni hanno


  • Ci sono errori mentali o pregiudizi che sono molto comuni tra la maggior parte delle persone che soffrono di ansia.

Ogni persona è un mondo e anche se la diagnosi di Disturbo d’Ansia Generalizzata segue alcune linee guida, nessuno dei due pazienti presenta sintomi allo stesso modo. In alcuni casi spiccano problemi fisici come mal di testa, nausea, sudorazione fredda o visione offuscata. In altri, altri sintomi come l’irrequietezza o l’insonnia sono i più importanti. Tuttavia, la maggior parte condivide qualcosa: errori o pregiudizi mentali. Oggi analizzeremo in profondità la definizione di un pregiudizio mentale o errore e vi diremo i più comuni nelle persone con ansia.

Cosa sono i pregiudizi mentali?

In un modo o nell’altro, gli esseri umani elaborano informazioni provenienti dal mondo esterno. Costruiamo la realtà e per questo abbiamo due opzioni:

  • Analizza ogni evento nel dettaglio per ottenere un’immagine affidabile al 100% della realtà.
  • Utilizzare “scorciatoie” mentali per risparmiare tempo e non sovraccaricare il nostro cervello.

Indovina quale metodo usiamo di più? Infatti, le scorciatoie. Tuttavia, a volte è più utile effettuare un’analisi dettagliata, ad esempio in situazioni nuove in cui non sappiamo come agire. Il problema è che in queste situazioni a volte siamo un po’ sotto pressione per il tempo, quindi inevitabilmente torniamo inevitabilmente alle scorciatoie.

Tutto ha i suoi vantaggi e svantaggi, e anche se le scorciatoie ci permettono di ottimizzare il tempo e le risorse cerebrali, hanno anche il rischio di dare luogo a errori. Questi errori sono quelli che conosciamo come pregiudizi mentali o cognitivi.

A un certo punto tutti noi commettiamo pregiudizi, ma quando soffriamo di un problema psicologico come l’ansia, è normale che aumentino. La domanda è: nascono prima i pregiudizi e di conseguenza abbiamo ansia, oppure abbiamo prima l’ansia e quindi subiamo pregiudizi? La risposta è molto complessa e dipende da ogni persona, ma una cosa è chiara: conoscere i pregiudizi che commettiamo è uno strumento molto importante per migliorare il nostro stato di salute.

La piu’ comune se hai l’ansia:

Le inferenze arbitrarie sono un modo di pensare in cui siamo giunti a conclusioni casuali. Non abbiamo abbastanza prove, ma elaboriamo ancora una convinzione che si adatta al nostro modo di pensare.

Per esempio, Maria ha un esame universitario. E’ molto preparata per questo, ma e’ ancora convinta che fallira’. Si ripeteva sempre: “Sono stupido, sono sicuro di sbagliare”. Fa il test e lo fa molto bene, e pensa ancora che fallirà. Come possiamo vedere, egli sta traendo una conclusione fatalistica ignorando le informazioni reali.

E’ molto comune commettere questo pregiudizio. Significa per guardare un solo dettaglio fuori contesto. e ignorare le informazioni davvero importanti della situazione.

Per esempio, Pablo ha un appuntamento con una ragazza che ha conosciuto a Tinder. Per tutta la notte le cose vanno alla grande, ma all’improvviso guarda il cellulare e si mette una brutta faccia. Anche se poi rivolge la sua attenzione a Paul e agisce con simpatia e gentilezza, non può fare a meno di pensare “Sicuramente si annoia a stare con me, non sono per niente divertente, sono sicuro che non gli piaccio”. Ha notato un singolo dettaglio della notte ignorando il resto dei momenti di divertimento.

Ansia: gli errori mentali che le persone con ruminazioni hanno 2

Quando generalizziamo eccessivamente, quello che stiamo facendo è formano una “regola” inamovibile a partire da alcuni fatti isolati. Poi applichiamo questa regola a tutto ciò che ci succede, anche se non ha nulla a che fare con la situazione iniziale.

Ad esempio, Lucía ha discusso con la sua migliore amica perché la fa sempre aspettare quando si incontrano. Anche se all’inizio era tesa, pochi giorni dopo la sua amica tornò alla normalità. Il problema è che Lucía non riesce a smettere di pensare: “Sono una cattiva amica perché deludo sempre le persone, ho paura di agire in un certo modo nel caso in cui si arrabbi di nuovo con me”.

  • Ingrandimento vs. Minimizzazione

L’ingrandimento è credere che qualcosa di negativo è più importante di quanto lo sia realmente e, al contrario, la minimizzazione implica sminuire le cose buone che ci succedono.

Ad esempio, Daniel si trasforma in un lavoro all’università e il professore gli dà un 9,5. Spiega che il progetto è molto buono, ma che ha commesso un errore in una sezione specifica. Quando Daniel lascia la classe, non può smettere di pensare a quello 0,5 che gli ha sottratto l’errore, ignorando la “A” che ha ottenuto.

Quando personalizziamo un evento quello che facciamo è per credere che noi siamo la causaanche se non abbiamo niente a che fare con quello che è successo. In altre parole, è pensare che siamo al centro dell’universo.

Ad esempio, Alejandro inizia il college e si trasferisce in un appartamento per studenti. Durante il primo mese i compiti sono distribuiti come possono, ma un giorno uno dei compagni elabora una tabella dei compiti per sapere cosa ciascuno deve fare. Alejandro pensa: “Sono sicuro che ha fatto questa tavola per me perché sono molto incasinato e sono stufo di vivere con me”.

Ansia: gli errori mentali che le persone con ruminazioni hanno 3

Se soffrite di ansia e uno qualsiasi di questi pregiudizi rende la vostra vita quotidiana molto difficile, contattate uno psicologo.

Controlla anche

Come rifiutare le tue vecchie, vecchie sfere. 7

Come rifiutare le tue vecchie, vecchie sfere.

Quante volte vi siete chiesti cosa dovreste fare con le sfere di Natale che non …

Labbra endemoniache, l'ultimo trend di bellezza dell'anno 8

Labbra endemoniache, l’ultimo trend di bellezza dell’anno

Prima della fine dell’anno, i social network ci hanno dato l’ultima tendenza della bellezza: le …

14 Coppie di celebrità che terminano nel 2019 9

14 Coppie di celebrità che terminano nel 2019

In questo mondo niente è per sempre. L’anno sta per finire e la maggior parte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *