Il 2020 è stato l’anno del coronavirus, più precisamente SARS-CoV-2, un tipo di virus a cui non avevamo prestato attenzione fino a quando non ha iniziato a infettarci. In pochi mesi la nostra vita è cambiata così tanto e così velocemente che ci sembra incredibile che l’anno sia passato e che a malapena siamo riusciti a fare qualcosa a causa delle misure di sicurezza sanitaria. Tuttavia, e con i dati in mano, si potrebbe anche dire questo Il 2020 è stato l’anno di Bad Bunny. Il cantante è stato, secondo le statistiche di Spotify, l’artista dell’anno più ascoltato al mondo.

Come potrebbe non essere? Il 2020 è durato uguale per tutti (dodici mesi, ovviamente), ma in questo periodo Benito Antonio ha avuto il tempo di estrarre tre dischi. “YHLQMDLG”, rilasciato il 29 febbraio; “Quelli che non se ne andavano”, pubblicato il 10 maggio; e “L’ultimo giro del mondo”, pubblicato il 27 novembre. Inoltre, ha recitato in uno dei momenti musicali più importanti dell’anno, quando ha tenuto un concerto per le strade di New York su un camion, che è stato trasmesso anche su YouTube.

Bad Bunny al suo concerto a New YorkYoutube

Bad Bunny ha travolto musicalmente. E, sebbene non se lo aspettasse, lo ha anche colpito nelle applicazioni di appuntamenti. No, questo non significa che Tinder sia stato scaricato e abbia raggiunto un record di partite. La cantante portoricana ha infatti una compagna, la modella e designer di gioielli Gabriela Berlingeri. Bad Bunny ha devastato aiutandoci a flirtare. Perché, secondo uno studio pubblicato su Tinder, è l’artista più citato nelle biografie degli utenti.

“Nei miei sogni sento il tuo corpo, il mio unico nemico è il tempo.”

“Vestiti perché oggi ti vado a cercare presto, voglio che tutti ci vedano per mano.”

“Non voglio che nessun altro mi parli d’amore. Sono stanco, conosco già tutti quei trucchi.”

“Non so se domani mi amerai o se dopo oggi ti perderai.”

“Baby, ovviamente non sei il primo, ma sei quello vero. Con cui mescolo amore e bellezza, con cui spendo ciò che viene generato.

Questi sono alcuni dei versi delle più famose canzoni di Bad Bunny, e apparentemente questi e molti altri vengono usati su Tinder per attirare l’attenzione delle altre persone con cui l’app di appuntamenti ti mette in contatto. Secondo i dati, la sua presenza in questa applicazione è cresciuta del 154% nell’ultimo anno.

La ragione? Da un lato abbiamo i dati che è l’artista più ascoltato al mondo e, dall’altro, secondo Tinder, che è uno degli artisti preferiti dai più giovani, alludendo a tre aspetti: il suo attivismo, la ridefinizione di mascolinità che ha fatto e le sue canzoni.

Per quanto riguarda la canzone più collegata sui profili di Tinder, che ti consente di scegliere una canzone che ti piace come parte della tua descrizione, questa è stata “Blinding Lights” di The Weeknd.