• Gli artisti si sono riuniti per lanciare la prima canzone che The Parrots canta completamente in spagnolo, con la quale Álex de Lucas e Diego García iniziano una nuova fase della loro carriera


  • The Parrots nasce nel 2008 ed è riuscita a ritagliarsi una nicchia nel mondo della musica, grande passione di questa coppia di amici


  • A Yasss abbiamo parlato esclusivamente con la gente di Madrid in modo che possano raccontarci tutti i dettagli di questa nuova canzone e del loro nuovo album

Gli amanti della musica in spagnolo sono fortunati ed è questo I pappagalli e C. Tangana si sono riuniti per lanciare questo giovedì una nuova canzone che si intitolerà ‘Dannato’ E che non solo potrà essere ascoltato su tutte le piattaforme digitali, ma avrà anche un video clip più divertente. Questa è la prima volta che questi artisti si riuniscono per pubblicare una canzone E a causa di quanto sono stati entusiasti The Parrots sui social media, potrebbe non essere l’ultimo.

Per coloro che non li hanno ancora individuati, The Parrots è un duo formato da Diego García e Álex de Lucas di Madrid, che si sono riuniti nel 2008 per fare musica e che hanno già pubblicato quattro album. Dal 2013 iniziano a farsi conoscere (ea petarlo a livello internazionale) e, da allora, le loro canzoni accumulano migliaia di riproduzioni e si sono esibite dalle sale da concerto ai festival, facendo un tour degli Stati Uniti in cui hanno girato 28 città.

Fino ad ora, il gruppo si è concentrato sulla creazione di musica garage, cioè “party rock” nelle parole di Álex de Lucas, ma ora ne avevano voglia. fare qualcosa di nuovo ed esplorare nuovi percorsi, pur senza perdere la sua essenza. Diego García spiega che hanno saputo fare questo passo perché si sono liberati dei pregiudizi che avevano nei confronti di “un certo tipo di musica” che in fondo amavano. Il 17 marzo, con ‘Maldito’, inizia una nuova tappa per The Parrots che ci hanno raccontato loro stessi in una presentazione esclusiva grazie a un incontro organizzato da Vibra Mohou.

Un cambio di rotta

La collaborazione Sarà la prima canzone in cui il gruppo canta per intero in spagnolo. Questa canzone è “l’inizio di una nuova fase” per il gruppo, che pubblicherà un nuovo album dopo l’estate 2021, come ci è stato detto. Un disco che avevano preparato prima della pandemia, ma il cui lancio è rimasto paralizzato a causa del coronavirus. “È un album in cui abbiamo pensato di più alle nostre radici, da dove veniamo, a Madrid, ecco perché abbiamo cantato in spagnolo”, spiega Álex.

“Abbiamo ricordato i nostri amici, i nostri ex, le nostre fidanzate … Tutto quello che ci ha regalato stare a casa e non l’altra parte della nostra vita che era stare lontano da casa a vedere posti incredibili …”, continua spiegando Alex. Poche parole assecondate da Diego, che lo considera Madrid significa per loro stare con amici e familiari. “È la migliore città del mondo in cui sono stato”, Confessa Alex. “Ci sono città impressionanti, ma Madrid è qualcosa di unico, un posto in cui tutti si sentono a casa”, aggiunge, invitando tutti a venire nella capitale.

È un album in cui abbiamo pensato di più alle nostre radici, da dove veniamo, a Madrid, ecco perché abbiamo cantato in spagnolo

La sua prima canzone con C. Tangana

Pochi giorni fa, The Parrots ha caricato sul proprio account Instagram una pubblicazione in cui compaiono due componenti caratterizzati da C. Tangana (è difficile riconoscerli!). La faccia di Pucho è macchiata di sporco e anche i suoi denti non sembrano molto bianchi, intanto Diego è vestito da diavolo e Álex da angelo. Come potrebbe essere altrimenti, il videoclip è registrato a Madrid, la città dei tre artisti, che adorano.

Nella pubblicazione, il duo ha affermato che la canzone è la migliore che hanno composto: “Il meglio che abbiamo fatto fino ad oggi”, ma hanno anche spiegato che la strada non è stata facile: “È stato difficile, è stato dura e non siamo stati più nervosi nella vita, grazie a tutte le persone che ci hanno supportato per arrivare dove siamo “. Anche hanno voluto ringraziare C. Tangana per averli accompagnati su questo tema: “Chi meglio di El Madrileño per accompagnarci in questa nuova tappa, grazie Pucho”.

Questa alleanza con C. Tangana è nata perché Pucho ha scritto loro tramite Instagram prima di iniziare a lavorare a ‘El Madrileño’, nell’estate del 2019. “L’intero processo è stato molto lungo a causa della questione della pandemia e perché ha cambiato molto il suo stile. Quando ci siamo incontrati con lui, era facendo canzoni rap e dubitando se tirarle fuori o meno perché aveva qualcosa dentro che doveva far uscire “, spiega Álex.

Quando ci siamo incontrati con lui, stava facendo canzoni rap e si chiedeva se metterle fuori.

Sul processo creativo, Alex dice che entrambe le parti hanno fatto la loro parte per creare ‘Maldito’: “Ci siamo incontrati in tre in uno studio a Londra e abbiamo gettato le basi che avevamo fatto. Alla fine, ne abbiamo deciso uno e da lì abbiamo iniziato a creare. Volevamo che tutti e tre avessimo fatto tutto insieme, ma a causa degli impegni che aveva. non si poteva fare. Ma lo abbiamo fatto parallelamente “.

Mancano il palco

Come molti artisti, ai Pappagalli manca il palco, perché dall’inizio della pandemia non sono stati in grado di salire su uno, ma Ciò che desiderano di più è stare con il pubblico e che i loro fan possano godersi appieno i concerti. Álex spiega che le loro vite sono cambiate molto da quando il coronavirus è entrato nelle nostre vite: “La nostra vita è cambiata molto. Eravamo abituati a non fermarci e il nostro stile di vita era viaggiare e giocare. Una volta che smetti di farlo, inizi a fare altre cose in cui non eri così profondamente radicato, ma che ti mancano “.

Adesso stanno già cominciando a pensare di tornare sul palco Dopo la pausa di quest’anno per la pandemia e la prima cosa che dovranno assimilare, stando a quanto ci dicono, è che il pubblico non sarà come prima, ma li vedrà seduti e indosseranno le maschere. Qualcosa che per ogni artista è un po ‘scioccante, dopo molti anni che si avvicina per interagire con i fan o vederli urlare le loro canzoni. “Dobbiamo tornare indietro”, confessa Alex.