Susana Abaitua è una delle attrici del momento. È nato a Vitoria nel 1990 e ha sempre voluto fare l’attrice, Fin da piccola questo è stato il suo grande sogno, è stata molto chiara e nulla le ha impedito di realizzarlo.

Anche se ha sempre saputo che recitare era quello che voleva fare, è stata l’insegnante di teatro della scuola di danza di sua madre a darle la spinta di cui aveva bisogno, quando aveva solo 14 anni, per scambia danza con teatro e recitazione; secondo lei, ha detto a Telva in un’intervista. All’età di 17 anni si è recato a Madrid per partecipare al casting di un film e finalmente ha ottenuto il ruolo.

L’attrice basca ha partecipato 12 film, serie e spettacoli, Tra questi alcuni titoli come ‘Stokholm’ o ‘I know who you are’, una serie prodotta da Mediaset Spagna in cui interpretava il personaggio di Ana Saura:

Susana Abaitua rivela quale caso mediatico è stato ispirato dal suo personaggio di Ana Saura

Ora, una delle ultime produzioni a cui ha lavorato è “Patria”, la serie HBO che ha avuto successo. In questa serie interpreta Nerea, un ruolo a cui è molto affezionata.

L’attrice ha fatto di tutto, dal teatro ai film. Inoltre, è impossibile per lui rimanere con uno solo di questi generi: “Adoro fare teatro. Ho lavorato molto e ho fatto tournée con diverse compagnie e lo adoro. Ha quella droga per l’attore” qui e ora ” con molta verità, ma Amo anche la TV e i film. La serie ha una cosa meravigliosa che ti permette di sviluppare un personaggio molto di più di quello che il teatro ti può permettere o di quello che il cinema ti può permettere “, assicura in un’intervista con EFE.

Dove abbiamo potuto vederla di più è nelle produzioni drammatiche, ma la cosa più importante per lei quando lavora o non interpreta un personaggio è che lui la prenda. Inoltre, lo ha assicurato Ha una certa attrazione per “personaggi psicologicamente complicati. La cosa torbida, con abbastanza problemi emotivi, che vorrei fare “.

La vita dell’attrice non è sempre stata ricca di successi. Quando ero piccola, come ha detto a Telva, a scuola non si divertiva perché era vittima di bullismo, “ma, fortunatamente, i miei genitori mi hanno sempre aiutato a non gettare la spugna”.

I suoi problemi con il resto dei suoi compagni di classe a scuola sono iniziati quando ha ripetuto una classe all’età di sette anni. “Penso che vada bene parlarne senza paura. Ero una ragazza molto sensibile e iperattiva. Tuttavia, Dall’età di 14 anni ho avuto il sostegno dei miei amici e tutto è cambiato in meglio “.

L’attrice non smette di lavorare e sta per rilasciare due nuovi film in cui interpreta ruoli da protagonista. Uno di loro è “Pazza per lei”, un film di Daniel de la Orden in cui ha lavorato con l’attore Álvaro Cervantes.

“We were songs”, di Juana Macías, è l’altro film che sarà presentato in anteprima nel 2021. In esso appare accanto ad altri grandi attori come María Valverde, Álex González ed Elisabet Casanovas.