• Il suo nome è Jake Angeli ed è anche conosciuto come lo “Sciamano di QAnon”


  • QAnon è una teoria del complotto abbracciata dall’estrema destra negli Stati Uniti che sostiene che esiste un piano organizzato contro Donald Trump

Stavamo mangiando gli ultimi resti del roscón de reyes, rannicchiati in una coperta sul nostro divano, quando abbiamo visto, in televisione o sui social network, che una donna molto grassa era stata arrotolata negli Stati Uniti. Le immagini parlavano da sole, anche se non capivamo bene cosa significassero per noi: un gruppo di uomini, vestiti come non sapevamo cosa, con bandiere, cappellini “Make America Great Again” e un aspetto più tipico di un Comic Con che di un manifestazione, Erano entrati nel Campidoglio, l’edificio che ospita le due case del Congresso degli Stati Uniti, a Washington DC

Il primo spavento del “no, per favore, non questo adesso” è stato sostituito da uno stupore quasi divertente quando si scopre che i primi protagonisti del nuovo evento storico a cui abbiamo assistito (ultimamente sono troppi, siamo già stanchi di fare storia) erano uomini, per lo più vestiti in modo curioso, per non dire altro.

Bad Bunny ha cantato “Mi vesto così, non cambierò”, e ha assolutamente ragione nel mondo. Sarebbe più di adesso che iniziamo a giudicare gli altri dal loro modo di vestire. Perché l’outfit non è altro che vestiti e tutti dovrebbero indossare quello che vogliono. Tuttavia, saremo tutti d’accordo anche sul fatto che si veste spesso questioni. Cioè, è rilevante. Il look che hai scelto (o ti hanno messo) per uscire di casa, andare a una festa o andare in ufficio molte volte lancia un messaggio che è impossibile non leggere.

Jake Angeli, l’uomo vestito di pelliccia e corna che ha recitato nell’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti

La prima immagine a fare il giro del mondo attraverso i media ei social network è stata quella di un uomo a torso nudo con indosso pelli di bisonte e corna. Poco dopo è stato identificato. Riguarda Jake angeli, un noto seguace delle teorie del complotto che difende l’esistenza di un meticoloso complotto ordito nel potere americano per andare contro Trump, che è un vero ribelle e combattente.

Dietro quest’uomo dall’aspetto piacevole e dall’abbigliamento particolare c’è molto di più di quanto sembri. Se i social si sono riempiti di meme che ridono o mettono in ridicolo la “rivoluzione” di chi il 6 gennaio ha preso d’assalto con la forza il Campidoglio degli Stati Uniti, interrompendo la cerimonia di certificazione della vittoria del democratico Joe Biden alle elezioni presidenziale e causando distruzione, oltre a riempire le reti con le loro “imprese” (di cui, tra l’altro, sono molto orgogliosi, ecco perché hanno scattato foto celebrandole), era perché eravamo tutti sorpresi che si vestissero come loro. E una delle risposte involontarie alla sorpresa è solitamente la risata.

Tuttavia, non dovremmo essere lasciati soli con l’aneddoto di un ragazzo con pellicce, corna e una faccia dipinta. un altro che invade il Campidoglio con un marsupio che dice “mia madre pensa che io sia speciale”. Diventiamo persone del 21 ° secolo e diamo ai vestiti solo l’importanza che hanno. Chiediamoci chi sia veramente Jake Angeli e come ci sia arrivato.

Non è la prima volta che quest’uomo americano viene visto a una manifestazione. Il suo aspetto sorprendente gli ha impedito di passare inosservato, e per questo motivo era stato precedentemente intervistato e aveva avuto l’opportunità di esprimere pubblicamente le sue idee.

È nato in Arizona, ha 32 anni, vorrebbe fare l’attore e È un grande sostenitore di Donald Trump e della sua politica. Inoltre, si definisce “lo Sciamano di QAnon”, e da tempo segue il presidente degli Stati Uniti cercando di far conoscere il “suo messaggio”. Un messaggio apparso per la prima volta nel 2017 su un popolare forum americano, pubblicato da un utente anonimo.

La teoria del complotto a cui Jake Angeli e molti altri americani hanno dato la vita

QAnon è il nome di una delle principali teorie del complotto più radicate nell’estrema destra americana, il che spiega che il mondo intero è contro Donald Trump a causa di un complotto segreto organizzato da quello che chiamano “stato profondo”, in cui politici, attori, media e funzionari di tutto il paese sono in combutta.

Secondo questa teoria, Trump sta combattendo contro un complotto internazionale sul traffico di bambini a scopo sessuale, motivo per cui tutti sono contro di lui. E, allo stesso tempo, solo lui può salvare l’America dall’influenza di Satana.

Sì, molte risate. Ma alcune delle persone che hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti credono fortemente in questa teoria. E se ci credono, è dovuto a un grande accumulo di circostanze, tra cui due spiccano: la facile diffusione di bufale attraverso Internet nei forum e nelle chat private, ma anche tra youtuber, podcaster e persino giornalisti, e che Donald Trump è salito un po ‘su questa macchina perché gli andava bene. Come lo chiamavano buono, praticamente un salvatore, il presidente ha promosso alcune di quelle idee e ne ha proposte altre, come il furto delle ultime elezioni.

Il giornalista Ana Laura Pérez Ha spiegato in un thread virale di Twitter che l’immagine che è diventata virale sulle reti non è una coincidenza, né l’uomo con le corna e la faccia dipinta è un pazzo senza altro.

“Questo movimento assicura che il mondo sia governato da una cospirazione di pedofili e Trump cerca di salvarci. Quel movimento che può sembrare un’illusione ha un peso sempre più significativo nella politica statunitense”, ha spiegato il giornalista.

28 ottobre 2017 Un utente anonimo di nome Q ha scritto un messaggio su 4chan avvertendo di un complotto contro Donald Trump. Forse è necessario che chiunque possa postare messaggi su questo forum, è come postare un tweet. Puoi scrivere quello che vuoi e, se vuoi, puoi creare un account anonimo per non lasciare traccia. Q ha poi affermato di essere un funzionario governativo di alto livello con autorizzazione Q, ovvero ha accesso a informazioni riservate. Il messaggio iniziò a diffondersi e nacque il movimento QAnon, il cui nome significa anonimo Q.

Fino ad oggi, questo movimento funziona come una setta, con l’eccezione che non tiene i suoi membri isolati e isolati dal mondo, poiché essi stessi hanno deciso di “isolarsi” su Internet e isolarsi in bolle di conversazione in cui si nutrono di feedback. le loro teorie. Molti movimenti di estrema destra hanno avuto un’evoluzione molto simile, a partire dagli “smanettoni” o “troll” di Internet che si sono scollegati dalla realtà, hanno inventato le proprie narrazioni e hanno commesso atti atroci.

L’assalto al Campidoglio fu l’ultimo di loro, e finì con quattro morti, quattordici agenti di polizia feriti e 52 arrestati, per adesso. Il giornalista del New York Times Kevin Roose non crede che tutti i manifestanti che si sono trasferiti nell’iconico edificio di Washington DC fossero sostenitori di QAnon, soprattutto considerando che lo stesso presidente Donald Trump aveva chiesto ai suoi elettori di dimostrare il Il 6 gennaio per evitare la presunta frode elettorale che ancora difende (e che lo ha portato ad essere bloccato sui social).

“La grande marcia di protesta a Washington DC avrà luogo alle 11 del mattino del 6 gennaio. Vi daremo i dettagli del luogo. Fermate la rapina!”, Ha scritto Trump il 1 ° gennaio.

Tuttavia, Roose sottolinea che senza la diffusione di QAnon e dei media correlati sarebbe stato impossibile che ciò che tutti abbiamo visto accadesse. QAnon è passato da Internet alla “vita reale” (non è vero anche tutto ciò che accade su Internet?) Per sostenere Trump nella sua campagna elettorale, e presto alcuni dei suoi membri hanno iniziato ad affrontare accuse di crimini violenti . L’FBI qualifica questo gruppo come una potenziale minaccia terroristica nazionale.

A molti, e includo me stesso, sembrerà incredibile che mentre la maggior parte di noi era in rete per seguire salsa, fare sfide o ritwittare meme, altri stavano creando vere organizzazioni terroristiche, ecco perché ridiamo di quanto sia assurdo. Ma le immagini per la Storia del violento assalto al Campidoglio degli Stati Uniti possono essere spiegate solo se comprendiamo che sempre più persone negano la realtà, si uniscono al primo che riescono a cogliere e ci credono abbastanza da essere in grado di commettere. un crimine federale.