Il villaggio di Villanueva de Algaidas, 4.200 abitanti di Malaga, è andato virale su Twitter il gesto di protesta di alcuni dei suoi vicini. Il sindaco, Giovanni Civica, era stato collocato nella sua Municipio la bandiera dell’Orgoglio LGTBIQ+ con l’occasione della celebrazione della Giornata Internazionale dell’Orgoglio, il 28 giugno, un gesto che abbiamo fatto in comune dal 2018.

Tuttavia, come spiegato nel Diario Sur, la Civic ha affermato che “è stato costretto” a ritirarla con il le denunce che erano state emesse tre vicini di casa del comune, la Guardia Civil e di una lettera inviata dal consigliere del PP non è collegato al completo comunale, David Granados.

Tuttavia, il suo ritiro non è contento di se stesso, perché per molte persone, questo gesto simile omofobo e riprovevole. Così hanno deciso di combattere e si unì a mano bandiere LGTBIQ+ per tutte le persone, in modo che i loro vicini di casa potrebbe appendere sui loro balconi. Ora Villanueva de Algaidas è probabilmente le persone che più bandiere LTBIQ+ essere appeso per numero di abitanti.

Grazie per le foto che hai condiviso Felix proprio profilo di Twitter, possiamo vedere che in effetti, Villanueva de Algaidas è una città che è rispettoso e aperto, nonostante il fatto che alcuni di loro molestase vedere quella bandiera sventolare in Municipio. Non ci sono vicini di casa di tutte le età entusiasta di questa iniziativa e con l’immagine che è la proiezione della città di malaga.

Il tweet di Felix, che è andato virale Villenueva de Algaidas, ha già più di 10.000 retweet e 28.000 piace; in modo che chi voleva nascondere l’Orgoglio del suo popolo, hanno ottenuto esattamente l’effetto opposto: questo messaggio di libertà per raggiungere più di 30.000 persone.

Altre iniziative: la bandiera uncinetto vicini di Aguilar de la Frontera

In Aguilar de la Frontera, una città di Cordoba, con i suoi 13.000 abitanti, dodici vicini hanno tessuto una bandiera di Orgoglio LGBTIQ+ 50 metri lungo che copre una delle strade principali della città.

Questa iniziativa è stata fatta virale sui social network, quando il figlio di uno dei vicini di casa, che aveva dedicato più di 45 ore di questa bandiera riattaccato alcune fotografie su Twitter. Il tweet è anche andato virale e ha già più di 9.000 i retweet e 69.000 piace. E normale, se è il questa tenda è pura fantasia! “Mia madre, insieme ad altre undici donne, hanno trascorso tre mesi di cucire una bandiera LGBT per la copertura di un street il Seme di cuori”, Paolo ha scritto su Twitter, senza attesi l’impatto che avrebbero avuto le loro parole, poche ore più tardi.

Dodici sarte sono stati più di tre mesi fa all’uncinetto in modo che questo flag può sembrare abbastanza durante l’ultima settimana del mese di Orgoglio. E non è solo che, non solo è un gesto di protesta, e molto, ma molto estetico; ma fornisce anche un’ombra, una delle mete più ambite in questi giorni, in qualsiasi comune di córdoba.