Eva soffre di cistiti ricorrenti per diversi anni. Per come è stata raccontata come se fosse un incubo: “la mia vita consiste nel fare la visita dal medico di famiglia e il ginecologo, a me l’analisi e la cultura delle urine, antibiotici, e subire le conseguenze di disagio, di volta in volta”, mi dice. Quando gli ho chiesto perché queste conseguenze, dice: “mi chop ogni due per tre”, si riferisce alla vulva, “e di aver avuto rapporti sessuali è diventato un sacrificio. Non posso più”.

Come Eva, centinaia di donne che soffrono di cistite recidiva. Ciascuno con la loro individualità e le differenze, ma alla fine della giornata con una caratteristica molto importante in comune: al di là del nome della malattia, la sofferenza fisica ed emotiva che provoca è enorme.

La cistite è un tipo di infezione delle vie urinarie che colpisce soprattutto le donne e i cui sintomi sono il dolore e bruciore durante la minzione, frequente bisogno di andare in bagno, sensazione di non finito minzione, la pressione nell’addome, urine di colore scuro, torbido e/o con sangue, dolore, mentre avere rapporti sessuali con penetrazione, e in alcuni casi febbre. Anche se è il medico che è in grado di diagnosticare la malattia, se si nota uno di questi sintomi, è molto importante che si va per la vostra consultazione con l’obiettivo di prevenire l’infezione raggiunge il rene.

Nella maggior parte dei casi, la causa di questi sintomi è il batterio E. Coli, che normalmente vivono nell’intestino. Questo penetra all’interno del tratto urinario ed è comodamente installato nel muro, evitando che si può essere espulsi con le urine. All’infezione ricorrente è necessario rispettare il criterio di apparire più di due volte all’anno.

Se si, come molte donne nel mondo, si sentono identificati con la storia di Eva, è necessario prestare attenzione a ciò che dirò di seguito. Per cominciare, è molto importante sapere quali sono le cause da parte di coloro che hanno la cistite:

In aggiunta, ci sono diversi motivi per cui la cistite può essere ricorrenti in primo luogo, una cattiva cura della cistite di cui sopra. È molto importante per essere presa sul serio nel trattamento antibiotico, in quanto, si verificano interruzioni o prendere errato può aumentare il rischio di recidiva e la resistenza dei batteri ai farmaci. Tuttavia, ci sono occasioni in cui appare una resistenza dei batteri agli antibiotici con l’uso di farmaci di ripetitivo. Infine, le cattive abitudini di igiene su base permanente in grado di far riapparire l’infezione.

Anche se la malattia colpisce anche gli uomini, è più frequente nelle donne per due motivi: le donne hanno l’uretra è più corta; questo significa che si riduce la distanza che deve essere percorsa dai batteri per raggiungere la vescica; inoltre, il meato urinario femminile è molto vicino alla vagina e l’ano, in modo che il trasferimento di batteri è più facile.

Abbiamo più facile mentire e più difficile da curare permanentemente. Tuttavia, se siamo molto severi con le seguenti abitudini alimentari, la salute e l’igiene in generale, si può notevolmente ridurre la possibilità di recidiva.

Questi sono alcuni suggerimenti che potrebbero aiutare:

Secondo Cinfa, un noto spagnolo di laboratorio, mangiare mirtilli, direttamente o sotto forma di succoaiuta a prevenire l’infezione. Ci sono anche integratori alimentari che garantiscono più dosi appropriate.

Qui sono alcuni suggerimenti per assicurarsi che i batteri non inserire il tuo uretra durante il sesso:

Come curiosità, devi sapere che alcuni sintomi di malattie sessualmente trasmissibili, come la gonorrea, la clamidia, e tricomoniasi sono molto simili a quelli della cistite, soprattutto nei frequenti voglia di fare pipì, prurito, sangue nelle urine e dolore durante i rapporti sessuali. Per sapere se è una cosa o un’altra, è necessario andare dal medico per i test vengono eseguiti tempestivamente.