• Anche se l’università tappa non può che essere indimenticabile, si dovrebbe evitare di creare aspettative troppo alte o irraggiungibile


  • “La cosa peggiore che puoi fare è farti una carriera che non ti piace solo perché i tuoi genitori pressione di fare questa cosa”

Dopo gli stress test di accesso all’università arriva una nuova preoccupazione: per scegliere una carriera. Può sembrare una decisione semplice, ma dipende da molti fattori. La facoltà, la città e i compagni di stanza che ci sosterrà in questa fase possono influenzare la scelta di una carriera o di un altro. Ecco perché abbiamo chiesto ad alcuni studenti universitari già preso questa decisione e che, dalla sua esperienza, sono chiari circa i trucchi per che l’università stadio è un successo.

Mentre gli anni di gara può essere indimenticabile, la prima cosa che dobbiamo fare è non idealizzare questa importante fase. Avere aspettative troppo alte facciamo solo del male a noi stessi.

All’università, andare a divertirsi e incontrare persone, ma essi non possono essere i tuoi migliori amici per sempre. D’altra parte, anche se il primo anno si sente un po ‘ isolato, il resto dei corsi non devono essere uguali. Si muovono a diversi ambienti e di incontrare persone più o meno ad esso correlati. La chiave è quello di avere pazienza.

Oltre alla vita sociale, è anche importante ricordare che cosa state facendo per l’università: studio. Ci sono gare che coinvolgono più difficoltà o che richiedono più tempo per studiare, in modo da non dormire sugli allori. È divertente dare tutto me stesso, ogni giovedì, ma non lasciate che il desiderio di party farti sospendere. Questo comporterebbe un investimento di tempo e denaro nella seconda iscrizione. Se si ripete qualsiasi argomento, almeno è sapere che hai lavorato al massimo.

Una volta rimossa la testa di ogni aspettativa, toccare per prendere la decisione. Ma, come si fa a scegliere qualcosa di così importante?

Charlotte, Guille, Zoe, Anna e Diego, cinque giovani che si stanno godendo il loro ultimo anno di carriera, ho ricordato l’incertezza del primo corso per consigliarvi quelli che ora si trovano in un mare di dubbi.

1. Recensioni per il curriculum di ogni facoltà

“Prima di ottenere se stessi in una carriera solo perché si chiama, prendere una buona occhiata al curriculum di soggetti” riflette Charlotte. “Ho iniziato a Chimica perché mi era piaciuto l’istituto, e ho capito che i soggetti non mi è piaciuto per niente, così ho passato a Ingegneria Chimica. Molte volte, i cambiamenti di carriera, o la delusione durante il primo anno potrebbe essere evitato controllando prima le materie offerte in ogni facoltà”.

Sul sito web di ogni università è possibile scaricare un documento che dettaglia tutti i soggetti che abbracciano la gara, dalla obbligatorio elettivo. È importante ricordare che i soggetti possono variare da una facoltà ad un’altraanche se la gara è identico. Che è il motivo per cui è molto utile per rivedere il curriculum di diverse università.

D’altra parte, se si hanno dei dubbi su un argomento, è possibile il download di appunti da Internet per farsi un’ideao chiedere a ex-studenti.

2. Non cedere alle pressioni dei tuoi genitori

“La cosa peggiore che puoi fare è farti una carriera che non ti piace solo perché i tuoi genitori stanno spingendo per esso,” confessa Guille. “Dall’età di 12 anni mio padre mi è stato sempre in testa l’idea di studiare Legge, come lui, e non ho mai preso in considerazione altre opzioni. Nella seconda gara sono stato sopraffatto perché non mi piaceva quello che stavo studiando, e perché Avevo paura che mio padre enfadase dire” egli si riferisce. “Finalmente ho avuto un insegnamento, e scoperto la mia vocazione.”

Anche senza cattive intenzioni, i nostri genitori possono influenzare la decisione. È importante separare ciò che vogliono da ciò di cui abbiamo bisogno o desidera. Scegliere una carriera che non vi deluderà, non è come indossare una maglia che pica di Natale, solo per non essere arrabbiato. È una delle decisioni più importanti della tua vita, quindi non prendere così alla leggera.

3. Sfruttare le lezioni on line sulla scia del coronavirus

Zoe ci incoraggia a portare fuori il lato positivo di pandemia globale. “Con questo coronavirus, molti insegnanti hanno lasciato classi registrati. Non è come la visione di una classe faccia-a-faccia, ma se hai dei dubbi puoi avere un’idea di ciò che verrà insegnato durante la gara”, ha azioni. “In alcune università queste lezioni on-line sono di libero accessoe in altri , è possibile scaricare o guardare su richiesta con password. Chiedi a ogni studente di un secondo che si sa che consentono di accedere a loro, e così sali di dubbi.”

Questo suggerimento è particolarmente utile se si è in dubbio tra due diversi collegi, poiché ognuno di essi avrà una metodologia e di insegnamento. Alcuni insegnanti preferiscono classi di tipo teorico, in cui l’industria PowerPoints eterna, mentre altri sono più dinamico. Vedere le classi in anticipo vi farà risparmiare molte ore di lezione perse.

Consigli per la scelta di carriera, città e coinquilini 3

4. Scegliere una città con una buona qualità di vita

Per Anna la qualità della vita comprende molti aspetti. “Sono il tuo vicino gli amici, la città dispone di opzioni di intrattenimento, i pavimenti o andare a prendere qualcosa che non costi un rene, che il clima adatta a quello che ti piace o che sei relativamente vicino alla famiglia” elenchi. “Per ogni persona la qualità di vita è una cosa diversa, e scegli una città o di un altro può essere decisivo” egli si riferisce. “Mi sono trasferito a Madrid, perché ero stufo di vivere in una città nano, dove tutti si sono giudicati e conosciuto. Mi sentivo molto più libero di vestirsi come mi è piaciuto e con chi volevo.”

Anche se per molte persone, a studiare in una città o in un altro, completamente banale, si tratta di una decisione molto importante. In caso di dubbio, chiedere ad amici o conoscenti che vivono lì approfittate dell’estate per trascorrere un fine settimana nella tua città dei sogni.

5. Non andare a vivere con un amico per l’impegno

Il mio più grande errore della prima gara di andata a vivere con il mio migliore amico, non vuole fare brutta. Chiesto a Me e mi diede un lungo bastone di dirvi di non. Senza parlare quasi per mesi, e il rapporto solo meglio quando viviamo a parte”, ricorda Diego.

I raduni con gli amici sono più dure di quanto possiamo pensare

I raduni con gli amici sono più dure di quanto possiamo pensarePexels

Vivere con un amico che ha i suoi vantaggi: non c’è la sicurezza di poter dire cosa non ti piace, sai la tua virtù o difetti, e il buon umore è assicurato. Tuttavia, la convivenza è una fase che può portare a molti conflitti e che ha rovinato fino al solide amicizie. Meglio vivere con qualcuno simile a voi sul campo di casa, invece che sul terreno di amicizia.