• La sindrome premestruale colpisce il 75% delle donne causando ansia, tristezza, bassa autostima o dolore in varie parti del corpo


  • Andrea ha 26 anni e ha sempre sofferto di sindrome premestruale: “Quando ti chiamano esagerato qualcosa in te ci crede e pensi di sbagliare ancora”


  • Uno psicologo raccoglie le dieci raccomandazioni proposte da diversi esperti di salute vaginale: cambiamenti nella dieta, sport leggeri, abbigliamento appropriato e cura mentale

Il salute vaginale si riferisce a una vasta gamma di processi che si verificano nel corpo delle donne: ciclo mestruale, cambiamenti ormonali, desiderio sessuale, igiene intima … E nonostante sia così importante, è invisibile e spesso usiamo eufemismi per riferirci ad esso.

Hai mai detto che “eri malato allo stomaco” per riferirti alle mestruazioni? Probabilmente sì, e se non hai usato questa espressione avrai fatto ricorso a un’altra. Il motivo è quello ci vergogniamo di parlare di qualcosa di naturale nel nostro corpo, come ha dimostrato un sondaggio dell’app per la salute mestruale Traccia. Secondo i dati raccolti, circa il 63% delle donne ha dichiarato di usare o sentire abitualmente eufemismi per riferirsi alle mestruazioni, e tra il 50 e il 75% delle intervistate ha confessato di provare sentimenti a disagio nel parlare di questo argomento con un amico o un parente maschio.

Come risultato di questo stigma, molti fenomeni psicologici associati alle mestruazioni vengono vissuti in silenzio. Uno di questi è il Sindrome premestruale, anche se colpisce 3 donne su 4 secondo la Mayo Clinic.

Cos’è la sindrome premestruale?

La sindrome premestruale è il termine per i sintomi fisici e psicologici che alcune donne sperimentano tra una e due settimane prima delle mestruazioni.

Il sintomi più comuni siamo:

  • Improvvisi sbalzi d’umore.
  • Aumento della sensibilità interpersonale, sensazione di un attacco che in altre circostanze non sarebbe fastidioso.
  • Problemi di concentrazione.
  • Irritabilità.
  • Tristezza e voglia di piangere.
  • Costante nervosismo
  • Minore desiderio sessuale.
  • Mal di testa, torace, addome o dolore alle articolazioni.
  • Voglie di cibo e aumento di peso.
  • Acne.
  • Insonnia.
  • Fatica.

In alcuni casi, queste alterazioni sono di lieve intensità e durano poco, ma alcune donne le sperimentano molto intensamente. Questo è il caso di Andrea, una ragazza di 26 anni con sindrome premestruale quasi ogni mese dalla sua adolescenza. “Se non fosse perché quando il mio periodo scende, Penserei di soffrire di depressione o ansia, ma è solo una settimana al mese. Una settimana in cui mi sento brutta, in cui non voglio nemmeno guardarmi allo specchio, in cui sono disgustato quando il mio ragazzo mi tocca e in cui pensieri suicidi sono giunti a me“, Confessa.

Mi sento brutta, non voglio nemmeno guardarmi allo specchio, mi fa schifo che il mio ragazzo mi tocchi

“Ho avuto fidanzati che non lo capivano”, dice la giovane donna, “anche uno mi ha fatto stare male perché non volevo fare sesso. Ricatto emotivo, vittimismo e insulti erano la risposta dei precedenti partner di Andrea alla sua sindrome premestruale. “Quando ti chiamano esagerato qualcosa su di te ci credono e pensi di avere ancora torto, che puoi sforzarti e costringerti a fare certe cose che non vuoi, che se ti arrabbi e piangi perché ti fanno pressione, è perché sei debole. Adesso so che non è così “.

Convalidare le tue emozioni anche quando erano il risultato di improvvisi cambiamenti ormonali è stato un duro lavoro. “Capisco che il mio ragazzo oi miei genitori possono arrabbiarsi se pago con loro la mia rabbia irrazionale, ma Non è giusto essere incolpati per i miei sentimenti. Ora ho capito che le mie emozioni sono sempre valide, che sia la settimana prima del ciclo o la settimana dopo ”, riflette con enfasi.

Le cause della sindrome premestruale

Nonostante colpisca il 75% delle donne in età fertile, la causa della sindrome premestruale è ancora sconosciuta.

La sindrome premestruale colpisce fino al 75% delle donneWe Vibe su Unsplash.

Ciò che si sa è che deriva dalla combinazione di più fattori: cambiamenti ormonali nei livelli di estrogeni e progesterone, ritenzione di sodio e acqua e stress. Ecco perché in tempi di esami, stress da lavoro o se abbiamo litigato con qualcuno, la sindrome premestruale è più acuta.

D’altra parte, il ruolo di condizionamento classico. Alcune donne finiscono per associare la settimana prima delle mestruazioni con ansia e tristezza e involontariamente finiscono per presentare sintomi molto fastidiosi.

Si è parlato anche di ruolo della nutrizione, riferendosi ad alterazioni di vitamina B6, calcio, magnesio e glucosio, ma questa ipotesi non è stata ancora dimostrata.

In ogni caso, avere un ambiente che nega le tue emozioni o ti chiama esagerato è il terreno fertile ideale per la comparsa della sindrome premestruale. Dall’altra parte della medaglia, il supporto della nostra famiglia, amici e partner È fondamentale affrontare queste giornate nel miglior modo possibile.

Posso fare qualcosa per prevenire la sindrome premestruale?

Non conosciamo la sua origine, ma ginecologi, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti e altri esperti di salute vaginale assicurano che ci sono alcune cose che possiamo fare per ridurre l’impatto della sindrome premestruale:

  1. Invece di abbuffarti, prova mangiare più volte al giorno porzioni che ti soddisfano. In altre parole, cinque pasti al giorno sono meglio di non fare colazione, mangiare così tanto che ti fa male la pancia e saltare la cena.
  2. Ridurre sale, zucchero raffinato, caffè, alcol e tabacco le settimane prima delle mestruazioni.
  3. Introduci cibi simili frutta o verdura fresca, poiché ti faranno sentire meno stanco ed eviteranno anche il fastidio allo stomaco tipico della sindrome premestruale.
  4. Indossa abiti comodi. I pantaloni magro Oppure le cinture possono essere molto estetiche sulle tue foto di Instagram, ma non sono ciò di cui il tuo corpo ha bisogno nella settimana prima delle mestruazioni. Scegli vestiti che non siano così stretti.
  5. Impacchettare. Sì, sappiamo che è il consiglio di una madre, ma è che il freddo può aumentare l’intensità della sindrome premestruale.
  6. Se ti alleni, fallo in modo moderato. Non è il momento migliore per picchiarti in palestra, e nemmeno stare sul divano tutto il giorno non è la cosa migliore da fare. Una passeggiata o un po ‘di yoga sono attività ideali per sentirsi meglio.
  7. Ci scommetto scarpe comode senza tacchi per favorire la circolazione delle gambe ed evitare fastidi ai fianchi.
  8. Non sovraccaricarti di lavoro. Cerca di organizzarti meglio in modo da non avere troppi lavori al college o concerti durante la settimana prima del ciclo. E se devi lasciare qualcosa in sospeso, non incolpare te stesso.
  9. Non minimizzare le tue emozioni. Non sei né esagerato né c’è qualcosa di sbagliato in te.
  10. Il orgasmi Possono essere molto utili, da soli o in coppia, se ne hai voglia. Ma non sforzarti di fare sesso se non ti senti a tuo agio.