• L’attore inglese ha interpretato Harry Potter per più di dieci anni negli otto film della saga

L’universo di Harry Potter ha segnato un prima e un dopo nell’industria letteraria e cinematografica. Il primo libro, ‘Harry Potter e la pietra filosofale’, scritto da JK Rowling, è stato pubblicato nel 1997. In meno di un decennio questo autore era diventato uno dei più famosi al mondo e l’adattamento cinematografico del romanzo era scoppiato al botteghino. Nel suo primo giorno nelle sale solo negli Stati Uniti, ha incassato più di 33 milioni di dollari.

Per dare vita a personaggi che avevano già milioni di follower grazie ai libri, è stata scelta una serie di bambini i cui volti non erano ancora famosi. Mentre tra gli insegnanti si potevano trovare attori affermati come Richard Harris, Alan Rickman o Maggie Smith, per il trio principale hanno scelto tre pre-adolescenti di cui non dimenticheremo mai i nomi: Daniel Radcliffe, che interpretava Harry Potter, Rupert Grint nei panni di Ron Weasley ed Emma Watwon nei panni di Hermione.

A quasi 20 anni dalla prima del primo film, quasi tutti gli attori con ruoli importanti sono diventati persone molto amate dai fandom e con una certa rilevanza mediatica. L’ultimo a fare notizia è stato Tom Felton, che alcuni mesi fa ha organizzato un incontro con alcuni degli attori che hanno interpretato gli studenti di Hogwarts.

Alunni di HogwartsWarner Bros.

Mentre alcuni attori, come Harry Melling, hanno cambiato le loro carriere e non hanno praticamente più nulla a che fare con la saga, altri come Emma Watson hanno approfittato della grande proiezione che questi film hanno dato loro per continuare a interpretare grandi ruoli in altri film. Nel caso di Watson, l’abbiamo visto in “I vantaggi di essere un reietto”, “Regressione” o nella versione dal vivo da “La bella e la bestia”.

Quanto a Daniel Radcliffe, una volta terminata la saga è tornato a teatro, e poi lo abbiamo visto in film come “The Woman in Black”, “Extra Friends” o “Swiss Army Man”. Non si può dire che la sua carriera, dopo aver smesso di interpretare il mago più famoso del mondo, sia stata quella di maggior successo, ma almeno è riuscito a rimanere attivo.

Non gli piace vedersi interpretare Harry Potter

Quando Daniel Radcliffe è stato scelto per recitare nella saga aveva solo 12 anni. Ha trascorso tutta la sua adolescenza lavorando in modo che noi fan potessimo goderci come abbiamo fatto gli otto film usciti tra il 2001 e il 2011.

Harry Potter

Se guardi indietro e ricordi cosa hai fatto quando eri un adolescente, potresti anche vergognarti un po ‘, anche se amorevolmente, di chi eri in quel momento. Quello stesso Radcliffe ha riconosciuto in un’intervista per Empire. Sebbene abbia ottimi ricordi di quel periodo e dichiari di sentirsi immensamente grato per ciò che ha vissuto e per ciò che quell’esperienza ha significato nella sua vita, ha anche riconosciuto che si vergogna un po ‘di vedere se stesso.

“Mi sento molto imbarazzato da alcune delle mie esibizioni, ma sì, è come chiedere “come ti senti riguardo alla tua adolescenza?” C’è così tanto lì che è quasi impossibile separare una sensazione da un’altra. “Tuttavia, sottolinea che ci sono molti sentimenti che lo assalgono quando vede una scena della saga, non solo quella della vergogna.

Curiosità sui film che ogni fan dovrebbe conoscere

Sono bastati otto film e più di sedici ore di nastro per portare al cinema la storia del mago più famoso del XXI secolo. Sebbene ci fosse molto materiale dai libri che non poteva essere adattato e molte trame che non furono mai girate in modo che la saga potesse condensare la storia principale di Harry Potter, i film ci hanno fornito il materiale necessario per vivere la vera magia di questo universo immaginario .

Qui vi lasciamo una serie di curiosità che ogni buon Potterhead dovrebbe conoscere:

Daniel Radcliffe è imbarazzato a somigliare a Harry Potter 4

Curiosità di Harry Potter che ci mancavano nei film