Non lo fanno davanti ai turisti, ma da anni li maltrattano per sottometterli.

Oggi ogni volta è più facile viaggiare in altri paesi e conoscere le loro culture. Tuttavia, molti ne approfittano per trarre profitto dagli animaliin quanto offrono allettanti foto ricordo con tigri, orsi o altri animali selvatici ma sembrano essere totalmente innocui.

Ma se sono così … è perché sono stati totalmente maltrattati in modo che obbediscano I tuoi ordini.

Il problema è che i turisti non riescono a percepire l’abuso, poiché nessuno danneggerà gli animali di fronte alle persone, quindi sono affari totalmente sconosciuto e che sembra non finire mai.

Kirsten Luce – National Geographic

Inoltre, ultimamente con l’esistenza dei social network, dove tutti condividono le immagini dei loro viaggi, molti influencer e celebrità ti incoraggiano a scattare foto del genere, senza conoscere il profondo danno che stanno facendo questi animali innocenti.

Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 29
Twitter @Zesty Celebrity News

Ma è una questione di buon senso. Se un animale che è noto per essere selvaggio non ha problemi con quello che gli metti al fianco, con te che gli cavalchi sulla schiena o gli dai un bacio, ovviamente succede qualcosa di stranoper nessuno nel loro istinto selvaggio Sopporterei qualcosa del genere.

Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 31
Kirsten Luce – National Geographic
Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 33
Kirsten Luce – National Geographic

Secondo Protezione degli animali nel mondo, più di 40 per cento delle foto con questi animali mostrano una sorta di crudele interazione, tra cui spicca contatto fisico, cioè dare un abbraccio o portare l’animale tra le braccia, bene fatica a cui sono costretti con una fotografia È troppo alto.

Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 35
Kirsten Luce – National Geographic
Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 37
Kirsten Luce – National Geographic

Cosa c’è di più, diversi denunciano di averli picchiati con dei bastoni per sottometterli così possono obbedire ai loro ordini di posare con i turisti.

Dietro ogni selfie turistico, un animale soffre. Vengono picchiati ogni giorno per obbedire agli ordini 39
Consapevolezza degli animali selvatici

Ha dato NO agli abusi sugli animali e non fare foto con loro.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));