Dall’assassinio di George Floyd, negli Stati uniti, per mano di un ufficiale di Polizia, la lotta sociale contro il razzismo ha preso più forza e molti prodotti culturali sono stati messi sotto i riflettori gli attivisti e le persone consapevoli con il movimento anti-razzista.

Questo è quello che è successo con una delle attrazioni Disney che si trova nel parco della California, così come in Giappone. La Disney attrazione “Splash Mountain” è basato su un film d’animazione e live-action 1946 chiamato “la Canzone del Sud”. Il film ha storie di afro-americani poco dopo la guerra civile negli Stati uniti e l’abolizione della schiavitù. Esso è basato sui Racconti di zio Remo’.

Questo film non può anche essere visto attraverso la piattaforma di Disney+, come ha fatto per anni controverse per i suoi personaggi, stereotipati in un razziste. Oltre alla stereotipi razzisti circa gli afro-americani, nero, persone che incarnano i loro personaggiil film è anche criticato per la visualizzazione di un la visione romantica della schiavitù. È per questo motivo che la Disney ha deciso di non includere nel suo catalogo di Disney+.

In Change.org circola una petizione che chiede che ripensare l’attrazione e il cambiamento da un basato sul film del 2009 ‘Tiana e il Ranocchio’. Un film che si è distinto per essere molto rispettoso della cultura afro americana. Lo scopo di questa richiesta non è, né tanto meno fine l’attrazione, ma adattare questo film, per continuare, ma senza il razzismo.

Lasciate che queste richieste sono stati finalmente ascoltati! Così, l’attrazione del Disney della Florida è chiuso per il suo adattamento; che è stata confermata da Disney che si è alzato da un anno fa, ma ora, con gli eventi in giro per l’omicidio di George Floyd ha assunto un significato più che mai.

Secondo Disney, “il nuovo concetto inclusivo, che tutti i nostri ospiti possono connettersi e di essere ispirato, e parla della diversità dei milioni di persone che visitano il nostro parchi ogni anno.” Siamo ansiosi di vedere come è diventata questa nuova versione di “Splash Mountain’!

Come potrebbe essere altrimenti, non tutti sono d’accordo con questo cambiamento. Un’iniziativa sulla piattaforma Change.org ha raccolto le firme per l’azienda a riconsiderare questo progetto e mantenere l’attrazione è perché coloro che segno è credere che “non c’è nulla di sbagliato”, e che senza di essa “si perderebbe la magia del parco.”

“La polemica di ‘Song of the South” deriva dalla rappresentazione di schiavi e dei loro rapporti con i proprietari di schiavi nella piantagione. Splash Mountain “elimina questi elementi e si concentra solo sulle storie divertenti che non sono razzista”, indicando nella domanda il promotore dell’iniziativa, Eric Thibeault.

Tuttavia, sembra che queste aziende non stanno andando a servire qualsiasi cosa, dato che i lavori nel parco di attrazione in California hanno già iniziato, ciò che è ancora ignoto è ciò che accadrà con questa attrazione nel parco del Giappone.