• Disneyland Shanghai è stato il primo parco al mondo, nel riprendere la sua attività, limitando la capacità del 30% della loro capacità


  • La riapertura segna il sentiero per il resto dei parchi Disney in Francia, Stati uniti e Asia

Il sogno di visitare Disneyland e altri parchi di divertimento, sembrano non essere in grado di rispettare, come sempre abbiamo visto e apprezzato, almeno durante questo anno. Dobbiamo riconoscere che la normale non è più quell’epoca, e sono venuta fuori con nuove misure a cui siamo abituati a marce forzate. Questo vale anche per Disney world e a quelli idilliaco esperienze di vita in generale in tutti i tipi di parchi a tema.

Sicuramente prima della pandemia avrebbe visitato un buon numero di questi parchi e aveva in mente un elenco di altri a provare nuove emozioni, ma quello che si era venuto a immaginare che avrei vertigo inserisci ora uno di loro ad essere in cima delle montagne russe? Il coronavirus, ci ha reso consapevoli di ciò che è la paura del contagio e che è il motivo per visitare al più presto questi luoghi sono andando ad avere per imparare le nuove regole.

I parchi di trazioni e Disney in tutto il mondo sono stati costretti a chiudere l’emergenza sanitaria. Senza abbracci e foto sono stati Micky, Pluto e tanti altri personaggi, ma sembra che il piano desescalada andando a portare l’attività di questi luoghi. Disneyland Shanghai è il primo che ha riaperto le sue porte e che segnerà la strada per le altre strutture, Disney in Francia, Stati uniti e Asia, come anche per altri parchi a tema.

Tutti i Disney ha chiuso le sue porte nel mese di marzo, meno Disneyland Shanghai, che ha fatto nel mese di gennaio e che è ciò che ha permesso di aprire prima il resto, ma sì, la visita non è più come la recordásemos prima del parto. Il obbligatorio l’uso di maschere per il viso e il limite della capacità di mark l’apertura di questa nuova fase, e non sarà il solo misure.

L’importanza dell’igiene sarà presente ad ogni passo, tutto quello che abbiamo imparato durante questo periodo di tempo. E se per mantenere il virus di distanza, la mancanza di distanza sociale anche questo sta andando essere compiuto nelle code delle attrazioni e, naturalmente, al momento di scattare le foto con i personaggi. La nuova realtà scommessa per i selfies dalla distanza, e sempre che frequentano i segni sul pavimento.

Anche Disneyland Shanghai ha messo nuovi bidoni della spazzatura per sbarazzarsi in particolare delle maschere utilizzate nel momento del cambiamento e l’attenzione a prendere la temperatura di tutti i visitatori. Si sta cercando di raggiungere con questo esperimento garanzie per riaprire in un futuro più parchi, anche se questi danno di spettacoli (teatrali, Disney o fuochi d’artificio) e limitando la capacità del 30% della loro capacità di mantenere la distanza fisica.

Misure nei parchi Disney, che dovrebbe servire da esempio per gli altri.

Senza sapere ancora in Spagna, quando si riaprire i parchi a tema come la Warner di Madrid e Port Aventura a Tarragona, e il piano di desescalada non fa menzione di tale forma di intrattenimento, si è capito che per questo dovrà aspettare l’ultima fase che potrebbe essere dato a fine giugno.

Questo ci porta a pensare che ciò che viene applicato al di fuori, come in Disneyland Shanghai è ciò che vediamo in futuro per i nostri parchi essi sono messi in atto con garanzie. Questo è il motivo per cui abbiamo bisogno di abituarsi a una realtà diversa, che includerà nuove misure.

Quello delle lunghe code sotto il sole (anche se ci sarà una ‘Andare roadrunners’) non sarà come al solito in questi luoghi, perché la capacità massima sarà ridotta al 50% della sua capacità e così si potrà evitare la folla, come da Disney World di Orlando sono tenuti ad agire quando a essere in grado di aprire nella sua prima fase nel mese di giugno. L’idea è che con un minor numero di visitatori può essere ben controllata l’accesso alle code che è importante, perché in tutti i tempi ci sarà salvare i due metri di separazione di regolamentazione.

Disneyland Shanghai verrà nuovamente per i visitatori

Disneyland Shanghai verrà nuovamente per i visitatoriEuropa Press

Oltre alla distanza sociale, gli altri per quello che si dovrà adattare a sorridere, urlare e ridere attraverso una maschera a causa di questo provvedimento, in ogni caso sarà opzionale, né per i visitatori né per i lavoratori del parco. Il suo utilizzo è sempre più presente nel nostro nuovo giorno-per-giorno e non sembra che sta per cambiare in qualunque momento presto.

Un’altra delle novità che arriveranno con il controllo della temperatura per il personale e i visitatori e il disinfettante per le mani sarà in tutto e non sarà abbellimento. Dovrà buttare prima di andare a un’attrazione, per ottenere fuori di esso, nei bagni, negozi e aree di sosta, o ristoranti. È come se è la stessa pulserita vip che ci vuole per ottenere su tutto. Il disinfettante per le mani deve passare con noi per tutte le parti.

Alla riapertura dei parchi, il CEO della Disney, Bob Iger, ha suggerito che ciò che stanno valorizzando è che “la gente si sente sicuro e confortevole” e perché questo avvenga, militano contro l’ingresso all’età di 65 anni mentre non vi è alcun vaccino per preservare la vostra salute prima di tutto.

Una nuova realtà che ci fa pensare che tutto questo finalmente abbiamo potuto vederlo in tutti i parchi e che significa che se in giornata ci siamo abituati a cambiare gli zaini, il futuro, cercando, come quello che sarà rivisto, ora più che mai, è la temperatura del popolo.