Nei suoi video troviamo sospiri profondi, più zecche e gesti. Potrebbero essere fatti apposta per attirare l’attenzione. Ma no. Sono alcuni di Sintomi della sindrome di Tourette quel cantante Billie Eilish soffre, e anche Anita la streamer che vi presenteremo oggi a Yasss. Nel suo caso, se essere una ragazza e una giocatrice è già complicato, il suo disturbo neurologico lo ha complicato un po ‘di più. Ovviamente, questo non le ha impedito di diventare una stella contrazione e hanno una legione di oltre seicentomila seguaci.

Con una personalità controversa, una voce accattivante, innumerevoli storie improbabili e anche curiosità per aver visto i tuoi tic involontari (è così che siamo), Anita si è intrufolata in un mondo apparentemente maschile e lo sta colpendo molto come puoi vedere in questo video di PlayGround:

Anita ha la sindrome di Tourette ma questo non le impedisce di avere successo su Twitch

Piace Billie Eilish, anche lei diagnosticata E non ha influenzato la sua carriera, Anita è un personaggio magnetico che non solo ha voluto rendere visibile la sua malattia per aiutare anche gli altri che ne soffrono, ma è anche riuscita a evitare che i suoi tic la colpissero e ha dato loro una svolta completa. I suoi famosi “vaffanculo” o “banana” sono già universali e ciò che potrebbe essere scomodo nel tuo caso non lo è più ed è una formula per il successo.

Quando si parla di sindrome di Tourette, ciò che viene in mente prima è una serie di movimenti involontari. Nelle braccia, nel viso, nel tronco e colpisce anche le vocali, il tempo di allungare le parole, ripetere compulsivamente fonemi, grugniti, urla e anche con coprolalia (uso involontario di parolacce) o copropraxia (gesti osceni). Questi sono ricorrenti, veloci e possono essere aggiunti calpestare, calciare o schiaffi improvvisi, come spiega l’American Tourette Association. Secondo questa organizzazione, questo disturbo neurologico Di solito si verifica prima dei 18 anni e per ora non esiste una cura.

E con tutto questo dietro la schiena Anita ha intrapreso un percorso di monetizzazione. I suoi tic si sono trasformati in espressioni come “bitch lasagna”, “my dicks is on fire” e “fuck you, Jesus” sono diventati virali al punto che da Twitch e spettacoli dal vivo è anche saltato sul suo canale YouTube per continuare a condividere contenuti tra i suoi seguaci. Ride della sua malattia e questo l’ha trasformata in una specie di portabandiera del suo disturbo e dove in una sezione di Twitch fa interventi con altri streamer che soffrono anche loro di questa sindrome.

“Cerco di essere un esempio” è una cosa che ripete molto ea giudicare da quello che ha ottenuto a soli 29 anni, è una buona prova che il suo obiettivo è stato raggiunto, anche se il suo problema di coprolalia ha portato anche a più di un problema su Twitch .

Alcuni la accusano di questo i loro tic non sono reali e questo è un canale di marketing. Non tutti accettano la loro malattia, ma anche Anita cresce con loro. E se Twitch non ha ancora fatto alcuna mossa per bandire o limitare Dolce anita, continuerà a raccontare come gioca e sorprende con le storie dei suoi animali domestici (ha 35 cani) o anche le avventure che racconta dei suoi genitori. In un modo o nell’altro è riuscito a non essere mai indifferente.