Quando si discute delle migliori trilogie della storia del cinema, è inevitabile nominarle ‘Il Signore degli Anelli’, tre film adattati, prodotti e diretti da Peter jackson. Il primo di loro, “Il Signore degli Anelli: la Compagnia dell’Anello” è stato rilasciato nel 2001, seguito da “Il Signore degli Anelli: le due torri”, del 2002, e “Il Signore degli Anelli: il ritorno”. of the King ‘, che ha chiuso la trilogia nel 2003. Dall’uscita di questi tre film, i film d’azione e, soprattutto, i film fantasy, non sono stati più gli stessi. Questo adattamento cinematografico era un prima e un dopo.

Tuttavia, quello di Peter Jackson non è stato l’unico, sebbene sia considerato il migliore. L’opera letteraria, scritta da JRR Tolkien e pubblicata nel Regno Unito nel 1954, divenne rapidamente uno dei romanzi più apprezzati del XX secolo. A solo un anno dalla sua pubblicazione, era già adattato al formato radiofonico in dodici episodi trasmessi su BBC Radio.

Due anni dopo, nel 1956, si tentò di portare il film al cinema. Più precisamente, in una versione cartoon. Tuttavia, Tolkien non era soddisfatto dei cambiamenti che gli scrittori avevano incluso e non lasciò che la produzione andasse avanti. Dovremmo aspettare fino al 1978, cinque anni dopo la morte dell’autore dei romanzi, per poterlo vedere il primo film “Il Signore degli Anelli” sul grande schermo, diretto da Ralph Bakshi.

E con la morte di Tolkien, iniziarono le variazioni di una delle più grandi storie mai create nella letteratura mondiale. Una delle più curiose, la serie televisiva è stata presentata in anteprima nel 1991 in Unione Sovietica, alcuni nastri che si riteneva mancassero e che vengono pubblicati su YouTube.

I protagonisti de ‘Il Signore degli Anelli’Youtube

Si crede che sia l’unico adattamento del magnum opus di Tolkien realizzato in Unione Sovietica. Ha senso, dal momento che questo stato federale europeo è stato sciolto il 25 dicembre 1991. Il cinema sovietico è stato molto importante in alcuni punti della storia dell’URSS. All’inizio del XX secolo, la stragrande maggioranza della popolazione russa era analfabeta, quindi il cinema divenne uno dei mezzi preferiti dai leader per trasmettere i valori sovietici al popolo.

Alla fine del XX secolo, quando appare questo adattamento de “Il Signore degli Anelli” realizzato per la televisione, le cose erano cambiate notevolmente. Il budget non era più così grande e questo è evidente in questa versione, in cui il famoso anello è realizzato con carta albal.

L’account Twitter Horror Losers lo ha definito “esilarante”. È stato proprio l’impatto sui social network che ha spinto la prima parte di questa produzione, pubblicata a fine marzo, ad aver già superato il milione di visualizzazioni su YouTube. Ovviamente è girato in russo e non ci sono sottotitoli, ma questo non ti impedisce di divertirti a guardarlo, anche se solo per pochi minuti!