Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro 1

Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro


  • Non importa quanto tempo passa, ‘Dracula’ sarà sempre vivo nei nostri cuori


  • Il mito del vampiro esisteva prima che Bram Stoker si sedesse a scrivere, ma questo autore inglese ha cambiato tutto

Non importa se non avete mai visto un film, una serie o se non avete mai aperto un libro con il nome ‘Dracula’ nel titolo. Sapete molto bene chi è, avete persino un’immagine mentale molto accurata di questo personaggio.

Il mito del conte più malvagio della TransilvaniaHa indubbiamente sconfitto la morte, e ha acquisito così tanto peso nella nostra cultura che sarà molto, molto difficile mettergli fine. Tutti sono stati contagiati dalla sua leggenda.

La scorsa settimana è stato pubblicato sulla piattaforma di streaming Netflix l’ultimo adattamento della storia del non morto che mantiene la sua punta ed eterna giovinezza nutrendosi del sangue (e della vita) degli umani che ha più a portata di mano. E il fatto è che anche se questa serie non fosse stata pubblicata, sarebbe opportuno parlare di uno dei personaggi più universali della letteratura. Quindi, non importa se avete visto la serie o no, se avete letto il romanzo di Bram Stoker o no, se credete nei vampiri o no. Ogni momento e situazione è buono per far rivivere il mito di Dracula. Quindi, eccoci qui.

Chi è Dracula?

Per Dracula non è altro che il protagonista dell’omonimo romanzo scritto da Bram Stoker e pubblicato nell’anno 1897. Per oltre cento anni questo lavoro è stato rilevante, non è incredibile? E tutto perché è ben scritto, naturalmente, in uno stile epistolare, cioè come un insieme di lettere scritte da più caratteri che danno la loro visione dei fatti; ma soprattutto per la modernità dei soggetti di cui si occupa e per la forza del suo protagonista: il conte Dracula.

Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro 2

Questo conteggio è un bel tipo inquietante che vive da solo in un enorme castello della Transilvania. E devi avere delle buone puttane, perché vuoi comprare un immobile a Londra. Attraverso Jonathan Harker, un avvocato inglese che si reca nella residenza di Dracula per sbrigare le pratiche, conosciamo la personalità e le peculiarità del vampiro più famoso del mondo.

E quali sono queste peculiarità? Ebbene…. chi vive di notte e dorme di giorno, sembra non mangiare nulla, evita la luce del sole, non si riflette negli specchi, ha il potere della telepatia, può essere trasformato in un animale, ed è abbastanza subdolo e spietato nell’ottenere ciò che vuole.

Su quali basi Bram Stoker ha scritto “Dracula”?

Bram Stoker ha scritto un magnifico romanzo la cui lettura, a più di cento anni di distanza, è ancora molto interessante. Ma non si è invitato al vampiro. Il mito dell’incarnazione umana del male e dell’uomo che ritorna dalla tomba era più vecchio della battuta del cane Mistetas.

Bram Stoker ha fatto la stessa cosa che si sta facendo ora: prendere le cose che già esistono e che più o meno tutti conoscono e rinnovarle. Un riavvio, come Ghostbusters, ma ora con le donne. Quindi Dracula. la stessa, la stessa leggenda del vampiro che non muore, ma ora con quel sofisticato tocco inglese.

Il mito del vampiro ha qualcosa in comune in diverse culture: è un non-morto che si nutre dei vivi, di solito del loro sangue, anche se può essere anche la loro anima, come i dissennatori di Harry Potter, a rimanere in vita.

Secondo Carl Gustav JungIl mito del vampiro è il modo di rappresentare il lato sbagliato dell’essere umano, e rappresenta i più primitivi istinti o impulsi umani repressi. Ecco perché Dracula è sempre stato accusato di forte erotismo e alcuni vampiri una volta sono stati molto sexy per te.

Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro 3

Il vampiro moderno incarnato nel personaggio di Dracula Riunisce diverse tradizioni e superstizioni nate soprattutto in Europa: la convinzione che il sangue dà la vita e ti fa sentire giovane e fenomenale; la paura della malattia e del contagio, con il vampiro come un virus che se ti prende, ti tratta; e il desiderio universale di essere immortale e di vivere giovane per sempre.

E Vlad Tepes l’imperatore?

Sì, molti pensano che il Conte Dracula di Bram Stoker abbia riferimenti a un personaggio reale: Vlad III, popolarmente noto come “l’Impalatore”. Con quel soprannome, è chiaro che quest’uomo molto simpatico non deve esserlo. Il principe di Valacchia si guadagnò la fama di uomo assetato di sangue perché amava impalare i suoi nemici ottomani e godersi il modo in cui sanguinavano. La sua crudeltà fu tale (o che la fama crebbe) che i suoi atti furono conosciuti a migliaia di chilometri di distanza dai suoi domini, arrivando persino alle orecchie dello stesso Papa Pio II. Il fatto è che, dato che uccideva i musulmani, era quasi visto come un eroe. Molto bello.

La sua popolarità divenne una leggenda e molte storie furono scritte su di lui. I più popolari erano quelli scritti in lingua tedesca. Il mito dell’uomo che godeva del sangue delle sue vittime aveva appena iniziato a diffondersi in tutta Europa. Secoli dopo, lo stesso Stoker ha ammesso di essere stato consigliato da esperti di miti dell’Europa dell’Est, quindi non è inverosimile pensare che c’è qualche tratto del mitico Vlad Tepes nel tuo Conte Dracula.

Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro 4

E’ stato anche nominato come figura storica di colui che poteva bevanda Fuochista alla contessa ungherese Erzsébet BáthoryUna donna che, secondo la leggenda, si immerse nel sangue di giovani ragazze per conservare per sempre la sua bellezza.

Dracula e la produzione culturale (film, serie e libri, dai)

Il romanzo di Bram Stoker, Dracula, non è stato il primo libro di vampiri della storia. Anche se, sì, ha avuto il maggiore impatto culturale. Autori come Polidori, Charles Nodier, Hoffmann, Samuel Coleridge, Sheridan Le Fanu, Teophile Gautier avevano già parlato del mito del vampiro. Tuttavia, si potrebbe dire che il prima e il dopo è segnato dal lavoro di Stoker.

Dalla sua pubblicazione nel 1897, il personaggio del Conte Dracula è diventato un’icona sempre più potente nella nostra cultura. E la sua storia, in un seme immortale della narrazione. Come spiegano Jordi Balló e Xavier Pérez, il principe delle tenebre, il male del XIX secolo, è stato così magistralmente ritratto nel romanzo di Stoker e ha avuto un tale successo che il cinema ha subito voluto fare i propri adattamenti sfruttando il tema della seduzione dello straniero, del male nucleare, della casa minacciata o dell’inquinamento sottile.

Dracula è più vivo che mai: storia del mito del vampiro 5

Se dovessimo elencare qui tutti i film, i romanzi, i fumetti, le serie televisive e qualsiasi altro prodotto culturale ispirato a ‘Dracula’ creato tra il 1897 e oggi non finiremmo mai e, per di più, ne dimenticheremmo alcuni. E questo solo se parliamo delle opere teatrali che risalgono alla storia del conte. Se vogliamo citare quelli che sono stati ispirati dal rimbalzo di Stoker, allora non potremmo fare altro che dire titoli da ora fino all’ora della nostra morte, amen.

I punti salienti? Sarebbe un crimine maggiore che nutrirsi del sangue di persone che vengono al tuo castello per non parlare in questo articolo di Nosferatu’ di Friedrich Wilhelm MurnauIl film include: “Dracula” di Tod Browning, con Bela Lugosi; “Dracula” di Terence Fisher, con Christopher Lee che interpreta il vampiro; “Dracula” di Francis Ford Coppola, con Bram Stoker e, naturalmente, il film stesso, “Dracula, un uomo molto felice e contentoUna parodia di adattamenti classici con Leslie Nielsen, il mio preferito!

Ognuno di questi adattamenti ha portato, con più o meno grazia, una nuova caratteristica al carattere del conte. Ad esempio, nell’ultimo adattamento della BBC e di Netflix, recentemente pubblicato, a Dracula è stata data una nuova sessualità, che lo rende un carattere apertamente bisessualeche ha generato, come per tutto ciò che accade oggi, molte polemiche.

Controlla anche

Questi organizzatori di docce vi aiuteranno a mantenere l'ordine. Troverete tutto in un unico posto 9

Questi organizzatori di docce vi aiuteranno a mantenere l’ordine. Troverete tutto in un unico posto

Puoi averne quanti ne vuoi. Inoltre, grazie al loro design intelligente, saranno privi di muffe …

Giovane ragazza indiana batte il record di capelli più lunghi in un'adolescente: 1,9 metri. Non l'ha tagliata 10 anni fa 17

Giovane ragazza indiana batte il record di capelli più lunghi in un’adolescente: 1,9 metri. Non l’ha tagliata 10 anni fa

Nilanshi Patel ha avuto un’esperienza traumatica nel salone di parrucchiere all’età di 6 anni, ed …

YouTuber può andare in prima classe dopo aver fatto finta di rompersi la caviglia. Nessuno l'ha scoperto. 25

YouTuber può andare in prima classe dopo aver fatto finta di rompersi la caviglia. Nessuno l’ha scoperto.

Ha comprato uno stivale e l’ha indossato prima di salire sull’aereo. Una volta al piano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *