“Sono felice e la mia famiglia è orgogliosa di me perché ora sarò il primo medico nel mio villaggio di circa 1.500 a 1.600 persone”, ha detto Arvind Kumar.

Entrare in una laurea universitaria non è mai facile, tanto meno dopo essere cresciuti in condizioni di basso reddito ed essere stati i primi in famiglia. Questa è la storia di Arvind kumar della città di Uttar Pradesh, la cui persistenza è degna di riconoscimento dopo aver avuto ha superato l’esame di ammissione di medicina indiana al suo nono tentativo.

Entrare non è stato solo un sogno per Arvind, ma un modo per dare modo di rispondere a tutti coloro che per anni hanno umiliato la sua famiglia.

Arvind e suo padre – NDTV

Il padre di Arvind, Bhikhari, che è un commerciante di rottami metallici, ha affrontato l’imbarazzo a causa del suo nome e della sua professione. Ma nonostante, suo figlio voleva che la sua famiglia fosse orgogliosa del suo successo e ha deciso di diventare un medico. È così che ha zittito le bocche di molti.

Il suo primo tentativo è stato nel 2011, sostenendo l’All India Pre Medical Test (AIPMT). Successivamente l’esame è stato sostituito dal PIdoneità nazionale e test di reddito (NEET), dove si presentava ogni anno per l’esame.

Figlio di un rigattiere, riesce a studiare medicina al nono tentativo.  È il tuo orgoglio 13
Supporto – pixabay

Questo 2020 Arvind si è classificato 11.603 in tutta l’India e nonostante fosse il suo nono tentativo, ha assicurato che in nessun momento si è sentito scoraggiato.

“Tendo a trasformare la negatività in positività e trarne energia e motivazione. È tutto merito della mia famiglia, della fiducia in me stesso e del duro lavoro costante ”.

–Arvind to PTI–

Il passato di famiglia

Il padre di Arvind ha completato i suoi studi solo fino al quinto anno e sua madre non è mai stata a scuola. La famiglia è stata spesso soggetta critiche solo per il suo nome insolito. Anche per Arvind le cose non erano facili; i suoi voti non erano molto al di sopra del minimo necessario che gli permetteva di superare i suoi corsi. Il decimo anno è passato solo con il 48% delle loro classi e il dodicesimo anno ha avuto un leggero miglioramento, passando con il 60%.

“Il miglioramento dei voti a ogni tentativo è stato un barlume di speranza che mi ha tenuto concentrato sul mio obiettivo”.

–Arvind to PTI–

Figlio di un rigattiere, riesce a studiare medicina al nono tentativo.  È il tuo orgoglio 15
Supporto – pixabay

Arvind ha detto che vuole diventare un chirurgo ortopedico e sperava di essere ammesso in una scuola di medicina a Gorakhpur.

“Sono felice e la mia famiglia è orgogliosa di me perché ora sarò il primo medico nella mia città con circa 1.500-1.600 persone”.

–Arvind to PTI–

Lo assicura anche una lesione ossea minore fa molto maleOltre al fatto che ci sono più incidenti stradali ogni giorno, vuole essere un contributo all’interno dell’area in futuro.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));