• Il movimento #FreeBritney è nato per dare visibilità alla situazione ingiusta che sta vivendo la cantante americana


  • Britney Spears vive sotto la cura di suo padre e di un team di esperti, senza accesso alle sue finanze e senza libertà di prendere decisioni.

Cantante Britney Spears È tornata sotto i riflettori dei media grazie a movimenti come #FreeBritney, che da diversi anni cercano di raccontare l’altra storia della cantante, quella che non ha niente a che fare con i suoi dati di vendita di dischi o con la sua complicata vita emotiva. Nel 2019 questo hashtag di sostegno all’artista americano è apparso per la prima volta sui social network e da allora volti sempre più famosi si sono uniti alla lotta dei loro fan per salvare Britney da quella che considerano una situazione ingiusta: dal 2008 vive sotto la tutela legale del padre.

La prima del documentario ‘Incorniciare Britney Spears’ È stato il culmine perfetto di un processo in atto da diversi anni nei forum, nei social network e in altri spazi Internet. Racconta il volto nascosto della vita di quella che è stata una delle cantanti più importanti negli Stati Uniti (come la manipolazione della sua immagine pubblica da parte dei media e persino degli ex fidanzati), vengono spiegate e riflessioni le conseguenze della sua esposizione mediatica sono fatti sulla situazione attuale della Spears.

Immagine promozionale del documentario ‘Framing Britney Spears’Il New York Times

Dopo quel 2007 che ha dato origine alla frase ripetuta “se Britney è sopravvissuta al 2007, puoi sopportare questo giorno“, nel 2008 un giudice ha concesso la tutela di Britney Spears a suo padre, che sarebbe diventato il gestore del patrimonio della figlia e il custode di qualsiasi attività che la cantante potesse svolgere, dalla guida o il voto al muoversi liberamente.

Sebbene la salute fisica e mentale di Britney Spears potrebbe essere in pericolo durante il 2007 e il 2008, la verità è che sono passati più di dieci anni da allora e la cantante ha il diritto di riprendersi la vita, ma sembra che suo padre non sia disposto. per lasciarlo andare così facilmente. E nel frattempo, parla a malapena della sua situazione e comunica con i suoi fan solo attraverso il suo account Instagram, a cui li ringrazia per il loro supporto e dice loro che non è mai stata così felice.

#FreeBritney: queste celebrità sostengono il movimento 4

Il messaggio di Britney Spears ai suoi fan

Il movimento #FreeBritney creato dai fan parla di esercitare pressioni sociali affinché la giustizia riesamini il caso di Britney Spears e restituirti la libertà che dovrebbe avere ogni cittadino americano. L’ultima cosa che sappiamo di questo processo è che il giudice si è rifiutato di restituire completamente la tutela a suo padre, Jamie Spears, che deve avere il permesso di un fondo comune per usare la fortuna di sua figlia.

Celebrità che sostengono Britney Spears

Negli ultimi mesi sono state molte le celebrità che hanno parlato pubblicamente della situazione eccezionale che sta vivendo Britney Spears, o si sono scusate per i commenti che hanno fatto su di lei in passato. Uno dei più noti, quello del suo ex fidanzato, Justin Timberlake, che si è scusato tramite Instagram per come l’ha trattata dopo la loro rottura.

Prima che la tutela del cantante “Toxic” facesse di nuovo notizia, alcune celebrità come Paris Hilton o Miley Cyrus Avevano già parlato del movimento #FreeBritney e offerto il loro sostegno.

Ma è stato in seguito alla prima del documentario ‘Framing Britney Spears’ che molti altri volti noti del famoso americano si sono uniti a questa causa. Chloë Grace Moretz, nota per il suo ruolo nel film “Kick-Ass”, “Carrie” o “Hugo”, ha dichiarato di volere che questo documentario aiutasse la cantante a ritrovare l’autonomia nella sua vita.

Anche Mara wilson, l’attrice che interpretava la famosa ragazza protagonista di ‘Matilda’, ha detto a proposito di uno dei temi toccati nel documentario che “il modo in cui si parlava di Britney Spears era terrificante, e continua ad esserlo”.

Pete Davidson, famoso comico americano ed ex fidanzato di Ariana Grande, ha scherzato al Saturday Night Live su quanto gli sembri esagerato che fino ad oggi il padre della Spears continui ad avere la sua tutela legale dicendo che ha fatto cose peggiori e che i suoi genitori non hanno mai avuto per privarlo della libertà di smettere di farle.

Mentre Britney Spears continua a lottare lentamente per riconquistare i suoi diritti, il movimento #FreeBritney continuerà a raccogliere sostegno per risolvere la difficile situazione della cantante.