I capelli hanno un significato speciale per le donne e tagliarli è di solito una decisione difficile ma non impossibile, soprattutto se questo atto porta sollievo ai nostri cari, come nel caso della sedicenne Ana Paola Romero.

Quando Ana ha scoperto che suo nonno si era ammalato di covid-19 e aveva bisogno di una bombola di ossigeno per sopravvivere, ha fatto tutto quanto in suo potere per comprarlo: ha venduto i suoi lunghi capelli.

Da due mesi Ana vive con i nonni Santa e Jesús. La sostengono incondizionatamente, le forniscono amore, sicurezza e un tetto.

Ana dice che suo nonno si è ammalato a causa di un’epidemia di coronavirus nella sua famiglia. I loro livelli di ossigenazione sono scesi a 40 ei medici li hanno avvertiti di non scendere sotto i 90 o potrebbe avere gravi conseguenze. Ottenere una bombola di ossigeno era fondamentale e tutti a casa erano preoccupati di ottenere i soldi per acquistarla. Ha poi chiesto a sua sorella se poteva scattarle una foto da condividere su Facebook e vendere i suoi capelli.

Mi è sempre piaciuto avere i capelli lunghi, penso che fisicamente sia quello che mi è piaciuto di più di me stesso. Ci ho preso molta cura, mi ci sono voluti due anni per farlo così lungo, sotto la vita.

… I miei capelli erano a 73 centimetri dalla radice. Ho usato uno shampoo per la crescita artigianale venduto da mia madre e creme per lo styling. Sono stato molto attento nello spazzolarlo e ho passato ore davanti allo specchio a fare mille acconciature che ho imparato su YouTube.

la ragazza la mostra prima e dopo il taglio dei capelli per una buona causa;  Ha venduto i suoi capelli per comprare una bombola di ossigeno per suo nonno

Mi hanno pagato 2.500 pesos (126 dollari) e ho dato quei soldi a mia zia per le spese di mio nonno. La bombola di ossigeno è stata acquistata, ma in meno di due ore è sparita (l’ossigeno) perché il fluido è stato messo alla massima capacità per livellarne l’ossigenazione.

Preferirei perdere i capelli piuttosto che perdere mio nonno. Comunque, i capelli ricrescono. La famiglia ha speso circa 40.000 pesos (circa $ 2.000) in farmaci, ossigeno e cure mediche. Si sono adattati per far fronte alla situazione. Ciò di cui abbiamo urgentemente bisogno è un concentratore di ossigeno e un serbatoio più grande.

Mio nonno è molto allegro, gli piace ballare molto. In effetti, vuole sempre portarci fuori (a ballare), ma per vergogna non abbiamo mai voluto. Adesso che si è ripreso ballerò con lui.

Con il supporto di altri utenti di Internet, Ana è riuscita a vendere i suoi capelli e ad aiutare suo nonno, che sarà sicuramente orgoglioso di lei.