Secondo gli ultimi dati statistici, raccolti e pubblicati nel 2019, in Spagna ci sono quasi 800.000 studenti stranieri nell’istruzione non universitaria. La maggior parte di questi emigranti proviene dal Marocco, dalla Romania e dalla Cina. Quasi il 10% degli studenti in Spagna sono immigrati, la cifra più alta da quando è stato registrato questo record.

Hanan Midan ha 18 anni e vive in Spagna da quando ne aveva 12. È diventata famosissima qualche mese fa per i suoi video virali su TikTok, in cui rispondeva con molto umorismo (e intelligenza) ai commenti razzisti lasciati sui suoi social. In questo video racconta come è stata la sua esperienza all’istituto, dove ha subito molti commenti razzisti da parte dei suoi compagni di classe:

L’esperienza di Hanan Midan

Pensava che la Spagna sarebbe stata un paese tollerante, ma ha subito dovuto imparare che non lo era. Come racconta nel video di PlayGround, dal primo giorno in cui ha iniziato a studiare in Spagna ha ricevuto commenti razzisti. Fortunatamente, è riuscito a invertire tutto quel razzismo che ha subito trasformandolo in umorismo attraverso TikTok.

Hanan non si divertiva molto al liceo. Ammette di aver sofferto molto per il comportamento di alcuni dei suoi compagni di classe. Quando ha aperto un account TikTok, come molte altre persone della sua età, i commenti razzisti aumentarono vertiginosamente. Così lei, lungi dal nascondersi o vergognarsi di essere chi è, ha deciso di rispondere.

Uno dei suoi primi virali è stato un video in cui fingeva di essere al confine tra Marocco e Spagna, chiedendo alla gente di lasciarla passare per piangere, poiché in Spagna gli dicono sempre di andare nel suo paese a piangere.

Secondo lei in seguito, ha inventato quel video assurdo perché è altrettanto folle mandare qualcuno in un altro paese a piangere. Per questo è entrata in Marocco solo per piangere e quando si è liberata è tornata a Barcellona.

La sua risposta antirazzista è stata molto acclamata dagli utenti di TikTok. Visto il successo che aveva avuto, ha deciso di continuare a fare lo stesso con tutti i commenti xenofobi che gli sono venuti: trasformarli in ottimi pezzi di umorismo.