• Le persone con fobia interventi medici possono vedere molto limitata la loro vita, quindi hanno bisogno di terapia psicologica


  • “Ho cercato di andare dal medico molte volte, ma quando esco di casa perché mi sento le vertigini e più di una volta ho dovuto sedersi sul pavimento della strada, e non stancarsi”

Chiamata, prendere un appuntamento e per partecipare alla consultazione del nostro medico intestazione quando siamo cattivi sembra un compito semplice. Tuttavia, per Lucia è impossibile. Egli sudore delle mani, le orecchie si intasano e hanno un attacco di ansia quando si sta per entrare in porta. Alla fine tornare a casa senza una diagnosi e con molto più fastidio di prima.

Lucia ha 25 anni e sono fobia interventi medici da 12 anni ha dovuto subire un intervento chirurgico. “Quando ero molto giovane ho sempre avuto problemi di respirazione. In un primo momento hanno pensato che fosse allergie, ma si è rivelato essere adenoidi. Sono ghiandole che abbiamo tutti, ma molti bambini sono infiammate. Ho avuto un intervento chirurgico e nel periodo post-operatorio, c’era un piccolo problema. Ho fatto un lungo respirare e ho iniziato a sentire che mi stava soffocando. Da quel momento ero un po ‘ traumatizzato.”

Da quell’incidente, ha iniziato a sperimentare i sintomi di l’ansia ogni volta che sono andato dal dottore e con l’età, i problemi erano maggiori. “Per essere un piccolo, i miei genitori mi hanno costretto ad andare dal medico se c’era qualcosa di sbagliato, anche se non voglio. Quando ho compiuto 18 anni ho iniziato a evitare a tutti i costi”, confessa.

“Ho automediqué e ho finito con un otite molto grave e fungine vaginali”

Andare al centro di salute non è il piano più divertente e meno nei tempi che corrono, soprattutto se sei un po ‘ schizzinosi, ma a volte è più che sufficiente per metterci nelle mani di un professionista. Indipendentemente dalla gravità di una malattia, è il nostro medico che deve valutare noi stessi. Ciò che per una persona è di un freddo che ha colpito la gola, per un altro può essere una infezione batterica che ha causato l’angina. Con la salute non dobbiamo jugárnosla.

Paura di andare dal medico e di automedicazione

Una delle peggiori esperienze di Lucia è stato quando ha deciso di auto-medicazione, aggravando una malattia, che a priori era mite. “Ho un po’ vergogna di dire questo, ma penso che possa aiutare a sensibilizzare le persone”, aggiunge. “Era inverno e sono andato a trovare alcuni amici in Leon. Con il freddo, avevo preso un otite e ho iniziato a sentire male di un orecchio. Come non farmi del male, ho pensato che fosse un tappo, in modo che Ho cercato in Google e sono andato in farmacia per comprare una siringa. Le è stato riempito con acqua calda, ho messo l’acqua nell’orecchio, e poi ho girato la mia testa rapidamente. Ho ripetuto questo per diversi giorni, ma il tappo non è scomparso,” ricorda.

Il disagio di Lucy rose e dopo la visita di numerose farmacie, trovato uno che ha venduto antibiotici senza prescrizione medica. “Ho cominciato molto male l’orecchio, e le due settimane mi sono accorto che non era una presa, ma un’otite molto bestia. La cosa peggiore di tutte è che non andare dal medico, sono andato a diverse farmacie per antibiotici. Ho preso e mi passò per l’inconveniente, ma sono andato fungine vaginali. Sono tornato dalla farmacia una crema. Forse se fossi andato al medico dall’inizio mi avrebbe prescritto alcuni antibiotici che mi aveva portato il fungo”.

I sintomi della fobia di andare dal medico o iatrofobia

“Ho avuto i pacchetti che sono scomparsi, ma che forse avrei dovuto controllare al medico”, continua Lucia. “Inoltre, i dolori bestie che ho lasciato in polvere, influenza con febbre alta e la gastroenterite che non l’ho mai provato. So che è stupido per molti, ma Preferisco passare una settimana con la diarrea per andare dal medico e che succede a me in due giorni. È qualcosa di superiore a me, non riesco a entrare in un ospedale.”

Cosa succede a Lucy è molto comune e ha un nome: fobia delle iniezioni di sangue-danni. È un sottotipo di fobia, che colpisce tra il 2 e il 3% della popolazione, e che provoca una intensa paura di interventi medici.

Ogni persona sperimenta in un modo. Ci sono coloro che si fanno venire la nausea quando si ottiene un vaccino, quelli pallido quando vedono il sangue e chi si sente di panico in qualsiasi problema di salute o la consultazione medica.

“Più di una volta che sto per svenire quando ho cercato di andare dal medico”

La fobia delle iniezioni di sangue-danni può essere vissuta con maggiore o minore difficoltà. Alcune persone imparano a vivere con esso e anche superarlo. Altre gravemente limitato la sua vitacome nel caso di Lucia. Per esempio, evitando interventi medici sono importanti per la salute, a parte gli studi di medicina e di infermieristica o non visitare la famiglia e gli amici che sono stati trattati chirurgicamente.

“Sono consapevole che se vado dal medico per una influenza, non ho intenzione di farti del male, ma Non posso evitare di non andare,” dice Lucia con rassegnazione. “Ho cercato di andare dal medico molte volte, ma quando esco di casa perché mi sento le vertigini. Quando sono più vicini al centro di salute ansia mi spara, e più di una volta ho dovuto sedersi sul pavimento della strada, per non svenire. Allora io inizio a piangere e mi viene voglia di andare a vomitare. Mi sono appena tornato a casa, anche se questo è di aggravare e prolungare la mia fobia”.

Nei casi più gravi di fobia delle iniezioni di sangue, danni, è ideale per chiedere un aiuto psicologico. Non dobbiamo minimizzare il problema. Se interessa la qualità della nostra vita, dobbiamo metterci nelle mani di professionisti.

Il la terapia psicologica per la fobia per iniezioni di sangue-danni combina esercizi di rilassamento, esposizione graduale alle situazioni che ci danno la paura, e la modifica di tutte quelle credenze che impostare l’ansia. Si tratta di un trattamento efficace, con percentuali di recupero molto alta, quindi se si verifica questo problema, non esitate a chiedere aiuto.