I genitori credono che la figlia adottiva di 6 anni sia una figlia di 22 anni 1

I genitori credono che la figlia adottiva di 6 anni sia una figlia di 22 anni

Molte volte abbiamo sentito la frase “la realtà supera la finzione”, ma non la comprendiamo mai appieno perché quelle realities quasi sempre accadono a qualcun altro, questo dà loro un’aria di leggenda. Ma per una famiglia la decisione di aprire le porte della propria casa a una ragazza senza figli si trasformò in un incubo che sembra preso dal film The Orphan.

Nel 2010 Kristine Barnett e il suo ormai ex-marito Michael, dell’Indiana, hanno adottato Natalia Grace, una ragazza ucraina apparentemente di sei anni che si è rivelata essere un’adulta di 22 anni con nanismo e gravi disturbi mentali che, oltre a ingannarli, hanno cercato di ferirli in numerose occasioni. Oggi l’ex-partner è nel bel mezzo di una causa per negligenza e negligenza.

All’inizio tutto sembrava andare bene

Kristine e Michael Hanno adottato Natalia in quello che per loro era una “missione d’amore” perché volevano avere, finalmente, una figlia dopo aver concepito tre ragazzi. Sapevano che la bambina aveva un raro tipo di nanismo, ma non gli importava di questo e la portavano a casa nel maggio 2010.

Per integrarlo nella dinamica di famiglia e farla sentire amata, avrebbero comprato il suo gelato, giocare con lei, andare in vacanza a Disneyland e la spiaggia. Tutto sembrava andare di forza in forza.

Non ci volle molto perché si accorgessero che stava succedendo qualcosa di strano: Grace si rifiutava di giocare con le bambole, cercava la compagnia di adolescenti, il suo vocabolario corrispondeva a quello di una persona anziana, aveva i peli pubici e le mestruazioni (che cercava di nascondere gettando la biancheria intima nella spazzatura ).

Poi è stata portata con uno specialista per un esame dentale per determinare la sua età che si è rivelata avere almeno 14 anni. Tuttavia, i Barnetts non si pentirono di averla adottata, e l’unico cambiamento che fecero fu comprarle altri tipi di vestiti invece di abiti rosa.

L’inizio dell’incubo

Michael e Kristine Barnett adottarono Natalia Grace, una bambina ucraina di sei anni che si rivelò essere una donna di 22 anni con nanismo

.Un anno dopo le cose divennero raciblate, la salute mentale di Natalia ha preso una piega inaspettata e il suo comportamento è diventato irregolare e violento, anche pericoloso. Secondo i genitori adottivi, terrorizzò la famiglia.

Ha intenzionalmente spalmato le pareti con fluidi corporei, gridato minacce di morte, è saltato dalle auto in movimento, ha cercato di spingere sua madre verso una recinzione elettrica, ha detto di aver sentito voci e ha ammesso di avere 18 anni. Nessuno psichiatra potrebbe aiutarla.

Disegnava cose strane e diceva che voleva ucciderci tutti, avvolgerci in una coperta e seppellirci in giardino (…). Più volte ho visto lei versare sostanze chimiche, cloro, Windex, cose del genere, nel mio caffè e quando le ho chiesto cosa stava facendo, lei rispondeva ‘Sto cercando di avvelenarti’.

Non ce la facessero più

Michael e Kristine Barnett adottarono Natalia Grace, una bambina ucraina di sei anni che si è rivelata una donna di 22 anni con nanismo

Nel 2012, con il sostegno di psichiatri, Barn the Barnetts è andato da un giudice in un giudice nel 2012 Indiana per correggere la sua data di nascita e, invece del 2003, per affermare che è nata nel 1989, il che a quel tempo significherebbe che aveva 22 anni, l’età legale per assumersi la responsabilità di se stessa.

Un anno dopo la famiglia si trasferì in Canada per continuare il figlio a fare autismo, ma lasciarono la ragazza alle spalle. L’hanno affittata un appartamento per un anno, le hanno procurato un documento d’identità e le hanno detto che ora avrebbe dovuto imparare a prendersi cura di se stessa, ma che l’avrebbero aiutata a entrare a scuola per studiare cosmetologia e parlarle ogni giorno.

Un nuovo inizio

Michael e Kristine Barnett adottarono Natalia Grace, una ragazza ucraina di sei anni che si rivelò essere una donna di 22 anni con nanismo

Grace presto smise di rispondere alle chiamate e l’ultima volta che Kristine parlò con lei (nel 2013), la bambina le ha detto che stava cucinando spaghetti per la sua nuova famiglia. Apparentemente una coppia, Antwon e Cynthia Mans, hanno chiesto di diventare i loro tutori legali e azzerare la loro data di nascita originale.

Inoltre, recentemente rilasciato prove hanno scoperto che Natalia era una bambina e che i Bernetts sapevano perché diversi test ossei fatti al Peyton Manning Boys’ Hospital nel 2010 e 2012 ha portato la ragazza avendo tra otto e 11 Anni.

“Non c’è nessuna ragazza”

Michael e Kristine Barnett hanno adottato Natalia Grace, una bambina ucraina di sei anni che si è rivelata essere una donna di 22 anni con nanismo

Nel 2014, quando Michael ha divorziato dalla moglie, ha ammesso sapendo che la loro figlia era un bambino al momento della separazione, e anche se i loro avvocati negano queste parole, i Barnetts furono accusati di due capi di abbandono e di negligenza, e sperano presto di andare a processo.

A tutte le parti di questa causa è vietato parlare sull’argomento in cui i fatti sono chiariti, ma Kristine sostiene che lo stato dell’Indiana non può accusarla di crimini contro una ragazza “quando non c’è nessuna ragazza” ed è stata determinata in diverse occasioni che lei Natalia è un’adulta.

I genitori credono che la figlia adottiva di 6 anni sia una figlia di 22 anni 2

Controlla anche

21 Tatuaggi ispirati ai cartoni animati di Cartoon Network 6

21 Tatuaggi ispirati ai cartoni animati di Cartoon Network

I tatuaggi sono l’arte che amiamo e le nostre mamme odiano, eppure siamo abbastanza coraggiosi …

Trucco per chi non vuole vestirsi ad Halloween 7

Trucco per chi non vuole vestirsi ad Halloween

L’essenza di Halloween può essere riassunta in quattro cose: film horror, dolci, mamma che ci …