“L’ossessione in questo momento per Rosalía è così grande … citarla come riferimento in questo momento è estremamente noioso. È come dire “Mi piace la Coca-Cola”. Capisco che le persone siano ossessionate da Rosalía. È successo a me. Ero ossessionato da Rosalía 4 o 5 anni fa. Un giorno andrà via ”. Questo Natale, C. Tangana è tornata ad essere negli occhi dell’uragano (Ha mai smesso di esserlo? Si è parlato di qualcos’altro nel 2020?) Per queste dichiarazioni sulla sua ex compagna della rivista Rock Delux, che non hanno impiegato molto nelle qualifiche su Twitter: “Tutto quello che dico su Rosalía nell’intervista riguarda l’ossessione dei media e dei fan nel trovare connessioni e riferimenti nei miei video e nelle mie canzoni. Tutti sanno che ammiro la carriera di Rusa dal primo giorno fino ad oggi ”.

Quando arrivò il momento della rettifica, la cena era già stata servita. Il nome di entrambi è stato Trending Topic per un’intera giornata, e c’era chi si è reso conto che quelle affermazioni avevano avuto una risposta silenziosa dal cantante: Rosalía ha smesso di seguire il suo ex sui social network. Un unfollow, si sa, dice più di mille parole e le reazioni dei suoi seguaci sono state immediate. C’era di tutto: da quello che immaginava una Rusalia bolscevica a quello che sottolineava il modo drammatico in cui C. Tangana deglutisce a fatica poco prima di evidenziare quanto sia noioso citare il suo ex come riferimento.

Ma, soprattutto, c’era una differenza abissale tra le letture che i suoi seguaci nazionali hanno fatto delle dichiarazioni (più rilassate, piene di meme sulla loro relazione) e quelle che hanno dato i fan americani di Rosalía. Là, C. Tangana è molto meno conosciuto e la maggioranza degli utenti ha risposto in modo aggressivo alle sue dichiarazioni: “E tu chi sei per dirlo?”, “Tutto quello che hai detto su Rosalía era per il marketing?” o “Parla quando vinci un Grammy” sono solo alcuni dei tweet che siamo stati in grado di leggere.

Forse quell’ultimo twitterer non sa che C. Tangana ha vinto due Latin Grammy, condivisi proprio con Rosalía. E, Sebbene l’uomo di Madrid sia nell’industria musicale da molto più tempo del cantante di “Malamente” (che ha accumulato una ventina di premi in soli due anni), si è da tempo spostato su circuiti meno riconosciuti ai galà di premiazione.

Ciò non significa che Puchito non abbia ricevuto premi con il suo nome. A Yasss vi parliamo di alcuni dei più recenti.

Premi di C. Tangana

Il 2020 non è stato un grande anno per molti, ma è stato un grande anno per C. Tangana. Quando è scoppiata la pandemia, il musicista era in viaggio di lavoro con fermate in tutto il continente americano, ed è rimasto senza possibilità di ritorno. Lo ha raccontato nei suoi racconti e in una serie di documentari che ha pubblicato in quei giorni, ‘Vuelve a casa’, in cui abbiamo anche potuto incontrare ufficialmente il suo compagno, il fotografo cileno Rocío Aguirre.

Da allora, non ha smesso di pubblicare canzoni che sono diventate le più ascoltate in Spagna quest’anno. “Non ci sono mai”, “Troppe donne” o “Hai smesso di amarmi” rimarranno per sempre nella nostra immaginazione come colonna sonora della pandemia. Grazie a loro, C. Tangana ha ricevuto quest’anno il premio Los40 come miglior artista o gruppo urbano dell’anno e il ‘Critical Eye’ da Radio Nacional nella categoria musica moderna. Nella nota emessa dalla rete, la giuria ha evidenziato “la sua capacità di amplificare la musica popolare giovane e allo stesso tempo fare una rilettura personale del folklore spagnolo e latinoamericano, sia del suono che dei testi tradizionali che incorpora nel suo discorso contemporaneo innovativo”. così come i suoi “convincenti spettacoli dal vivo”, che ha dovuto cancellare quest’anno.

C. Tangana ha più di venti dischi d’oro e di platino distribuito tra Spagna, Stati Uniti e Messico dal 2016 e, inoltre, nel 2019 è stato (indirettamente) nominato a diversi Latin Grammy Awards per ‘El mal querr’, l’album di Rosalía che ha scritto insieme all’artista catalano e El Guincho. Tra tutti, il team di cui C. Tangana ha partecipato a tre premi: la migliore canzone alternativa, per ‘Malamente’, il Contemporary Pop Vocal Album e l’Album dell’anno.