Il piccolo Wout di 6 anni è felice di poter chattare con i suoi vicini e fare nuove amicizie.

Un quartiere di residenti a Wuustwezel, ad Anversa, in Belgio, ha deciso di partecipare a un corso di gruppo e imparare la lingua dei segni. Il suo obiettivo era quello di poter parlare con il suo piccolo vicino di 6 anni.

Wout è sordo dalla nascita e ha anche difficoltà a parlare. Non ha mai capito le conversazioni dei suoi vicini perché non può ascoltarle. Ma le cose sono cambiate.

Tessa leenaerts

I residenti del quartiere in cui vive il bambino di 6 anni sono stati in grado di convincere anche altri membri della comunità a iscriversi alle lezioni. Tutti volevano imparare, tuttavia, non avevano abbastanza persone perché un insegnante di Doof Vlaanderen venisse a Wuustwezel.

Così hanno fatto una chiamata in tutta la città per entusiasmare altri potenziali studenti. Il risultato è stato che 39 persone si sono iscritte ai corsi di lingua dei segni. Hanno mandato un istruttore in città per impartire la sua conoscenza in due classi separate.

I vicini hanno imparato il linguaggio dei segni per comunicare con un bambino nella comunità.  Lo apprezza 17
Joris Herregods

“Abbiamo davvero dei vicini fantastici. Parliamo sempre con i nostri vicini, ci conosciamo molto bene e li visitiamo spesso “.

–La madre di Wout, Tessa Leenaerts, ha detto a Radio 2 Antwerpen–

Leenaerts ammette che i suoi vicini hanno un lavoro difficile ma entusiasmante. Wout è entusiasta di poter chattare con i suoi vicini e ringraziarli per questo nobile gesto.

I vicini hanno imparato il linguaggio dei segni per comunicare con un bambino nella comunità.  Lo apprezza 19
Tessa leenaerts

Per Tessa e suo marito Bert, è stata una sorpresa che Wout fosse sordo. La famiglia non aveva registrazioni di casi simili e non sapeva molto sull’argomento. La scoperta del problema dell’udito è stata problematica nei primi mesi di vita del bambino.

Quando aveva solo otto mesi, Wout ha avuto un impianto cocleare, il che significa che ha ricevuto un dispositivo elettronico nell’orecchio che simulava le funzioni del corpo. A poco a poco, i genitori hanno iniziato a conoscere cosa stava succedendo al figlio e si sono iscritti a corsi di lingua dei segni.

I vicini hanno imparato il linguaggio dei segni per comunicare con un bambino nella comunità.  Lo apprezza 21
Klaas De Scheirder

“Mio marito ed io abbiamo iniziato quando Wout aveva otto mesi ed è stato un po ‘difficile. Devi praticarlo molto per non perderlo. Mio marito lo seguirà anche come corso di aggiornamento. “

–Ha fatto notare Tessa nell’intervista alla radio–

Negli anni, la famiglia ha imparato la lingua e comunicano perfettamente. Il linguaggio dei segni fa parte della loro vita e vorrebbero che tutti lo imparassero. È molto significativo per le persone sorde poter comunicare con gli altri.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));