Forse è la pandemia, che ci ha tutti un po ‘più eccitati e intontiti del solito, ma ultimamente stiamo vedendo TROPPI virali su Internet su errori nelle conversazioni. O quello, o andiamo “come matti” per tutta la vita senza fermarci a ricontrollare le cose ed è per questo che abbiamo questi piccoli incidenti, che a volte hanno la loro grazia, come il ragazzo che ha scambiato il suo collega per un flirt da Tinder, ma altre volte sono davvero offensivi.

L’utente Twitter @avelinoatm ha condiviso con i suoi follower una cattura di una conversazione che ha avuto tramite WhatsApp con la persona che ha incontrato per vendere un prodotto di seconda mano. L’acquirente, per errore, gli ha scritto dopo aver ricevuto l’oggetto e ha detto “Ce l’ho già, ero un ragazzo giovane e arrapato”.

“Se pensi di aver avuto una brutta giornata, ti invito a vedere la merda che ha fatto quest’uomo comprandomi un articolo per Wallapop”, ha scritto il tweeter, che sebbene aveva preso la merda dell’acquirente con apparente umorismo, Sarebbe potuto essere davvero un momento difficile.

E quel brutto momento non sarebbe prodotto dalla merda dell’altra persona, ma dall’espressione che usava per riferirsi a lui, un termine chiaramente dispregiativo per riferirsi alle persone omosessuali. In effetti, l’acquirente sapeva che era una parola che non avrebbe dovuto usare, da allora si è subito scusato.

La cattura della conversazione condivisa su Twitter è diventata virale sul social network, raggiungendo i 4.000 RT e superando i 34.000 like. Anche altri utenti hanno scherzato sulla situazione, consapevoli di quanto nasconde una “confusione” di questo tipo.

Lo stesso @Avelinoatm ha commentato poche ore dopo, dopo aver visto l’impatto del suo tweet, che vorrebbe fare una precisazione in modo che la sua risata non venga interpretata male: “L’orientamento sessuale di una persona non è un argomento di conversazione. Ne ho abbastanza di ridere perché mi sembrava una situazione surreale, perché è il mio modo di essere, ma so che se fosse stato qualcun altro forse non avrei reagito allo stesso modo, ferendola molto. Sono commenti che sembrano insignificanti, ma hanno davvero un peso alle spalle che spero venga eliminato poco a poco, con educazione e rispetto ”.

Inoltre, il giovane ha parlato di nuovo con questo acquirente, come ha detto a Yasss, per dirgli che “l’avevo preso come uno scherzo ma che a causa di commenti del genere, ci sono persone che soffrono molto di giorno in giorno, e controllano e cambiano quel vocabolario così troglodita “. Quello che lo ferisce di più è che “ha espresso un giudizio su di me senza nemmeno pronunciare più di due frasi. Nessuno farebbe la descrizione di” ero giovane ed eterosessuale “, perché è fatto con persone LGTBI? Oltre a quel termine patetico” .