Non escludono di includerla di nuovo in futuro, ma per ora sono accettati solo “lei” e “lui”.

Negli ultimi anni abbiamo visto come le lettere “a” e “o” siano solitamente sostituite dalla lettera “e” o “x” per riferirsi a persone che non si identificano con nessuno di questi generi. Naturalmente, questo non è accettato secondo la Royal Spanish Academy (RAE), che sebbene non possa impedire che ciò accada come lingua colloquiale, non è supportata nei testi legittimi.

Ebbene, la scorsa settimana sembrava che la RAE avrebbe cominciato ad ammettere questi termini, facendo spazio al pronome elle.

Accademia reale spagnola

Questo secondo la tua spiegazione come: “Una risorsa creata e promossa in alcune aree per riferirsi a coloro che potrebbero non sentirsi identificati con nessuno dei due generi tradizionalmente esistenti. Il suo uso non è né generalizzato né stabilito ”.

Chiaramente questo è stato qualcosa che i gruppi LGBTQ + hanno applaudito, considerandolo un passo avanti nell’inclusione.

Purtroppo per loro non è durato molto e sta di fatto che pochi giorni dopo la RAE ha deciso di ritirare detto pronome. Anche se vuoi cercarlo all’interno del suo sito, genererà un errore perché quello che stai cercando “non esiste”.

Il RAE ritrae e rimuove il pronome "elle" dal vocabolario.  Non supportavano il linguaggio inclusivo 21

Ciò ha causato molto fastidio ad alcuni gruppi e perché negarlo, gioia in altri per cui hanno fatto ricorso Twitter per spiegare la situazione.

Tutto ha portato a dire che si erano ritirati “elle” dal loro osservatorio delle parole e che sebbene questo termine esista, non implica che sia accettato. Tuttavia, ha motivato tutti dicendo che a un certo punto verrà rivalutato per ciò che in seguito potrebbe esistere di nuovo.

Il RAE ritrae e rimuove il pronome "elle" dal vocabolario.  Non supportavano il linguaggio inclusivo 23
Accademia reale spagnola

Sanno, come noi, che col passare del tempo e sorgeranno nuovi bisogni, verranno creati nuovi termini per soddisfare il linguaggio.

Finora non hanno considerato di essere inclusivi, tuttavia hanno accettato altri termini come “funar”, “cyberattack”, “mute”, “bot” e altri. Stranamente questi termini vanno più verso il lato tecnologico, incredibile come le macchine cambino il nostro modo di parlare.

Il RAE ritrae e rimuove il pronome "elle" dal vocabolario.  Non supportavano il linguaggio inclusivo 25

Sicuramente l’estrazione di “elle” dall’osservatorio di parole dell’Accademia reale spagnola è qualcosa che delude molti. La verità è che sono regole spagnole stabilite e sebbene possano essere modificate, devono soddisfare determinati requisiti che studiano prima di passare.

Il RAE ritrae e rimuove il pronome "elle" dal vocabolario.  Non supportavano il linguaggio inclusivo 27
Accademia reale spagnola

Non c’è da preoccuparsi, perché in seguito c’è la possibilità che venga approvato, visto che lo stanno già valutando.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));