Alexis Dessard (24) è rimasto sbalordito dalla grande quantità di spazzatura che ha trovato nel cimitero dei treni di Uyuni e ha avviato una campagna sui social network per invitare persone e autorità a partecipare. La sua seconda iniziativa avrà luogo il 7 aprile.

I livelli di inquinamento aumentano sempre di più. Ci sono molti posti nel mondo che necessitano di una pulizia urgente, ma per ottenere questo non basta con una sola persona, devono essere tanti perché c’è un grande compito da fare. Questo è ciò che ha ottenuto un turista francese di Uyuni, in Bolivia, che non voleva essere ignorato vedendo così tanta spazzatura accumulata nel cimitero dei treni: l’ha pubblicata sui social, ha contattato le autorità e si è messo al lavoro. Ora fai finta di fare lo stesso al Lago Uru Uru.

RR.SS.

Il francese Alexis Dessard è diventato famoso in Bolivia per il suo impegno per l’ambiente. Ed è grazie a lui che è stato possibile pulire il cimitero dei treni di Uyuni, uno dei luoghi più turistici di quel paese. Oggi ha un nuovo obiettivo davanti: rimuovere le migliaia di bottiglie di plastica che sono bloccate nel lago Uru Uru.

Il giovane ha detto al quotidiano locale Página Siete che “questa mattina (lunedì) mi sono impegnato in un altro progetto, Voglio aiutare a pulire il lago di Uru Uru, mi hanno mostrato dei video di com’è il posto, con molta immondizia e bottiglie di plastica. Ho in programma di essere a Oruro tra pochi giorni per incontrare le autorità e vedere come possiamo pulire quel lago “.

E lui ci riesce. Secondo il suo ultimo post su Instagram, tutto è pronto per ripulire il lago Uru Uru. “Ci vediamo mercoledì 7 aprile per una massiccia pulizia!” ha scritto.

Il turista francese riesce a rimuovere la spazzatura a Uyuni e ora farà lo stesso nel lago Uru Uru. Pura vocazione 13
Bottiglie nel lago Uru Uru / MARCHIO REGISTRATO

Il suo viaggio e la sua missione ambientale sono iniziati un paio di mesi fa, quando è arrivato in Bolivia alla ricerca della rotta Salar. Già a Uyuni, il giovane di 24 anni ha visitato più volte il cimitero dei treni ed è rimasto stupito dalla grande quantità di spazzatura accumulata.

Ha deciso di fare qualcosa al riguardo e ha pubblicato fotografie sui social network, dettagli sul mezzo di Los Tiempos. Quindi, sperava di poterlo fare attirare l’attenzione di quante più persone possibile e, allo stesso tempo, ha iniziato a cercare di contattare le autorità. Anche se all’inizio non ha avuto una risposta immediata, in seguito lo hanno contattato.

Così, il 27 marzo, le pulizie sono state effettuate a Uyuni con totale successo. “Ho visto il posto pieno di spazzatura e ho detto: ‘Non ci può essere spazzatura’; Ho provato qualcosa e sembra che abbia funzionato “, ha commentato da giovane a Page Seven. Quel giorno, agenti di polizia, uniformi dell’aeronautica, aziende e residenti della zona si sono messi al lavoro.

Il turista francese riesce a rimuovere la spazzatura a Uyuni e ora farà lo stesso nel lago Uru Uru. Pura vocazione 15
Pulizia nel cimitero dei treni a Uyuni / APG

“Abbiamo raccolto circa due tonnellate di spazzatura, senza contare le macerie”, ha detto Alexis. La giornata è iniziata alle 8.45 e un totale di 1.000 persone sono arrivate per aiutare.

La buona azione del turista francese lo ha reso degno di riconoscimento da parte delle autorità.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));