Negli ultimi due mesi sono stati rapiti più di 30 animali poveri di questa specie, un numero serio considerando il numero delle loro specie.

Nonostante gli sforzi del governo del Botswana contro il bracconaggio, la persecuzione dei rinoceronti non si è fermata. Una specie in pericolo di estinzione e di cui questo paese ha solo circa 4oo della sua specie.

Secondo l’ultimo conteggio, dall’ottobre 2019 sono stati presi 13 rinoceronti e, sebbene il ministero dell’ambiente e della protezione stia intervenendo, i cacciatori sembrano non avere paura.

AP

In base alle storie, tanto tempo fa c’erano migliaia di rinoceronti che si aggiravano per le pianure dell’Africa giorno e notte. Purtroppo, a causa dei sacrifici e del bracconaggio, questo numero è stato ridotto di qualche centinaio.

Oltre alla protezione, il ministero incaricato della protezione degli animali ha detto di aver aumentato la tracciabilità delle corna che sono state rubate.

In Botswana, la caccia al rinoceronte è aumentata. Le leggi di protezione del governo non sono sufficienti 17
AP

Vogliono evitare il traffico a tutti i costi, finora hanno arrestato 7 presunti cacciatori che cercavano di vendere l’avorio a più di 60 mila dollari al chilogrammo. Denaro che viene dalla sofferenza di animali innocenti.

Questo problema non solo è cresciuto all’interno del Botswana, ma quest’anno il vicino Sudafrica ha perso circa 770 rinoceronti.

In Botswana, la caccia al rinoceronte è aumentata. Le leggi di protezione del governo non sono sufficienti 19
AP

Per ora si chiede alle autorità di mantenere la massima cura per questi animali innocenti, molti centri di protezione e corpi militari collaborano nelle aree protette. Non tutti i soldi del mondo valgono la scomparsa di una spezia e, soprattutto, quanto sia inutile farli soffrire.

In Botswana, la caccia al rinoceronte è aumentata. Le leggi di protezione del governo non sono sufficienti 21
AP

Sapere che in totale non si raggiunge un milione della propria specie è abbastanza doloroso come l’umanità, si suppone che siamo venuti al mondo per renderlo un posto migliore e non per scambiare la vita degli animali con denaro cartaceo.