• Rosalía è la copertina dell’edizione di gennaio 2021 della prestigiosa rivista Vogue USA


  • Oltre a recitare in copertina, la giornalista Julyssa Lopez ha sviluppato un profilo completo della cantante

Oh mio Dio, Rosalía, mettilo giù! Perché non puoi più caricarlo. Il cantante catalano ha pubblicato l’album ‘El mal quer’, è stato incoronato in Spagna come l’artista dell’anno, è andato a vivere a Miami per continuare a crescere musicalmente, e viene incoronato negli Stati Uniti recitando sulla copertina di una delle riviste più importanti del paese.

Vogue USA ha scelto il catalano come uno dei protagonisti della copertina del numero di gennaio 2021. Così, Rosalía diventa la prima cantante spagnola a raggiungere questo traguardo. Per chi non è molto coinvolto nel mondo delle riviste di moda, essere la copertina di Vogue USA potrebbe essere paragonabile a vincere un premio Oscar, tutto a causa della reputazione esigente della sua direttrice, Anne Wintour, una delle donne più potenti dall’industria della moda (che ha ispirato il personaggio di Miranda Priestly in “Il diavolo veste Prada”).

Insieme alle incredibili fotografie, opera di Annie Leibovitz, la rivista pubblica un ampio profilo della cantante scritto dalla giornalista Julyssa Lopez intitolato in spagnolo: “Rosalía: her ambitions, new album and hyperbole as a style flag”. Abbiamo estratto i titoli più rilevanti in modo che tu possa recuperare rapidamente tutto ciò che il cantante ha detto.

Rosalía per Vogue USA

Non ero a mio agio al 100% all’ESMUC

D’ora in poi, essere i migliori non viene più a Rosalía. In l’Escola Superior de Música de Catalunya (ESMUC) ammette solo uno studente per corso nella disciplina del flamenco. È stata scelta l’anno in cui è iniziato. Tuttavia, dice che non si sentiva completamente a suo agio a studiare lì: “Non sentivo che fosse al 100% il mio posto. Ho sempre voluto sperimentare facendo video, sperimentando facendo spettacoli, sperimentando con la danza. Tutto questo non è presente lì. Ero un super tecnico lì. “.

“Mia sorella è la mia migliore amica e ora sarà passato un anno dall’ultima volta che l’ho vista di persona”, dice Rosalía, che non vede la sua famiglia da quasi un anno, da poco prima che iniziasse la pandemia di coronavirus Si è trasferito a Miami e da allora non ha più voluto tornare in Spagna. Sua sorella maggiore, Pili, è la sua consulente creativa.

Sta lavorando al suo nuovo album

Rosalía riconosce che trascorre dodici ore al giorno nel suo studio, preparando quello che sarà il suo prossimo album, che, se tutto andrà secondo i piani, uscirà nel 2021. “Avevo bisogno di queste ore in studio, lavorando solo sulla mia musica”

Riconosce di essere guidato dal suo istinto quando si tratta di progettare l’estetica di un nuovo videoclip. Gli piace pensare a ciò che vuole trasmettere in quella canzone: “Riguarda come le cose ti fanno sentire quando le vedi. Quali colori catturano la tua attenzione, come le trame ti fanno sentire quando le tocchi. Mi piacciono le cose che sono molto strutturate o molto sciolte. Non sono a metà strada. Mi piacciono gli estremi “.

Si è speculato molto sui possibili fidanzati di Rosalía. Da quelli che potresti aver avuto in passato (sì, intendiamo C. Tangana) a quelli che potresti avere ora. Ma quando il giornalista glielo chiede, lei nega: “Io, come? Vado in studio e compongo, produco, scrivo i testi, scrivo i testi. toplines, Suono strumenti. Ti giuro che per questo devi mettere tutti i tuoi sensi “.

Sull’appropriazione culturale

Una cosa che è sempre stata gettata in faccia a Rosalía è che, senza essere zingara o andalusa, beve così direttamente da quella cultura o, secondo alcuni, la copia direttamente. Su questo argomento, parla così: “Mi rendo conto che è una conversazione necessaria che va molto oltre. Penso che sia una conversazione profonda che ha a che fare con privilegi e opportunità”. Soprattutto, dice di provare rispetto per tutte le culture: “Cerco di fare musica con il massimo rispetto possibile per le culture da cui traggo ispirazione”.

Non è una delle artiste più attiviste della scena musicale, ma è vero che se vede un’opportunità per rivendicare ciò in cui crede, la coglie. Recentemente si è lamentato del machismo nell’industria musicale. Nell’intervista per Vogue, ha dichiarato: “Spero, dal mio cuore, che la nuova generazione di donne spianerà la strada a qualcosa di diverso. Penso che la rivendicherò sempre, la figura di una donna forte prima di ogni altra cosa”.

Rosalía ha sempre saputo di volersi dedicare al canto, non importava se lo avrebbe fatto in un piccolo bar spagnolo o in un grande stadio dove è stato appeso l’insegna del tutto esaurito. Ed è così che vuole che sia per il resto della sua vita. Alla domanda su che aspetto ha da grande, risponde: “Spero di avere 70 anni e di avere l’energia e la voglia di andare in studio, prendere il mio caffè e iniziare a scrivere le mie canzoni. Spero di mantenere quella sensazione, ecco cosa Voglio, questa è l’ambizione che ho “.