“Non ti vedo da molto tempo, figliolo,” disse Ingrid a Sebastian. Insieme hanno cantato una canzone che lei ha modificato sull’amare il suo piccolo.

L’Alzheimer e la demenza sono malattie e condizioni davvero difficili per il paziente, nonché per le loro famiglie e altri cari. E questo lo sa bene Sebastián, che ha sua madre, Ingrid, la persona che lo ha cresciuto e che è arrivata ad amarlo di più, con una demenza che le fa dimenticare anche il suo amato figlio.. In effetti, Sebastian stava camminando con lei per una città in Australia, quando ha dovuto ricordarle che era la persona che aveva dato alla luce. e non solo un caregiver gentile e amorevole.

Junkin Media

Stavano entrambi percorrendo un bellissimo sentiero, quando Sebastián chiese a sua madre se sapeva chi fosse. Lo ha scambiato per un collaboratore amichevole incaricato delle sue cure, ed è in quel momento che Sebastián le ha detto che era suo figlio. Era confusa, pensando che il nome che entrambi condividevano e il loro aspetto simile fosse solo una coincidenza..

Ma i minuti passarono e riuscì a rendersi conto che chi aveva al suo fianco, non era altro che l’uomo che lei aveva dato alla luce e che lo aveva cresciuto durante i suoi primi anni della vita.

La mamma con demenza ha iniziato a ridere e cantare dopo aver riconosciuto suo figlio.  Ha celebrato il poterlo ricordare 9
Junkin Media

Sebastian era venuto a trovarla, a cui lei rise allegramente e lo abbracciò forte. “Non ti vedo da molto tempo, figliolo.”Ha detto Ingrid a Sebastian, in un video originariamente caricato da Junkin Media. E più tardi, dopo quella riunione dopo essere stato dimenticato dalla demenza, i due iniziarono a cantare una canzone.

Cominciarono a cantare la sigla eseguita da Vera Lynn nel 1940, Ci rincontreremo. Una canzone che l’ha resa incredibilmente famosa in quel periodo. E a cui Ingrid ha cambiato i suoi testi per poterlo dedicare a suo figlio. “Ingrid vuole incontrare Sebastian in una giornata di sole, in una giornata di sole, perché Ingrid ama moltissimo Sebastian”lei cantò, felice per la visita e per aver potuto ricordare il suo caro figlio.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));