Quando l’attore aveva 29 anni, ha rivelato di soffrire di Parkinson. Oggi, dopo diversi decenni di lotta contro questa malattia, l’attore non perde la speranza. “L’ottimismo è sostenibile quando torni alla gratitudine e ciò che segue è l’accettazione. Accetta quello che è successo e accettalo per quello che è ”, dice.

Attore canadese Michael J. Fox 59 anni, conosciuto in tutto il mondo per il ruolo di Marty McFly nel film Ritorno al futuro, continua con le sue apparizioni in serie e progetti. Questo 2020 l’attore ha partecipato alla serie televisiva, Il buon combattimentoe il prossimo anno farà parte di un corto animato chiamato The Beast, Heroes of the Wildfire. Ma oltre alle sue imminenti apparizioni, Fox sta combattendo i suoi problemi di salute ogni giorno.

Persone

Quando l’attore aveva 29 anni, nel 1990, rivelò che gli era stato diagnosticato il Parkinson, una malattia che colpisce il sistema nervoso e la mobilità del corpo. Questa malattia può causare muscoli rigidi, difficoltà a camminare, stare in piedi e movimenti involontari, tra le altre condizioni. Tuttavia, l’attore ha detto che ora stavano causando problemi con la sua memoria.

"La mia memoria a breve termine è distrutta": Michael J. Fox ha spiegato la sua battaglia contro il Parkinson 13
Collezione Everett

Fox, in un’intervista con la rivista People, ha affermato che la dura battaglia che ha avuto negli ultimi decenni è stata aggravata dai suoi problemi con la memoria a breve termine. “La mia memoria a breve termine è distrutta. Ho sempre avuto una reale capacità di imparare e memorizzare le battute. Ho avuto alcune situazioni estreme negli ultimi due lavori che ho fatto in cui le vedevo davvero come parti diverse con molte parole. Ho avuto grandi difficoltà a farlo “

L’attore, che lancerà un libro presto chiamato Non c’è tempo come il futuro, Ha detto che ora tutte le sue attività si sono riassunte nella scrittura. “Le mie capacità di chitarra non sono più buone, il mio disegno non è più buono, la mia danza non è mai stata buona e la recitazione diventa ogni giorno più difficile. Quindi tutto si riduce alla scrittura. Fortunatamente, mi diverto davvero, ha detto a People.

"La mia memoria a breve termine è distrutta": Michael J. Fox ha spiegato la sua battaglia contro il Parkinson 15
CBSa

Nonostante la loro lotta, che è continuata negli anni, Fox non perde la speranza. “L’ottimismo è sostenibile quando torni alla gratitudine e ciò che segue è l’accettazione. Accetta quello che è successo e accettalo per quello che è. Non significa che dovresti accettarlo come punizione, basta metterlo al posto giusto. Poi devi vedere quanto devi prosperare nel resto della tua vita, e con questo puoi andare avanti “.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));