• Sebbene siamo molto chiari su ciò che è tossico, siamo un po ‘cattivi nel riconoscere comportamenti sani in una relazione


  • Uno psicologo spiega passo passo dieci comportamenti che indicano che la tua relazione è basata su rispetto, affetto e fiducia


  • È brutto discutere? Qualcosa non va per avere dubbi? Se voglio del tempo da solo, significa che ho torto con il mio partner? Risolviamo tutti i tuoi dubbi

Sappiamo tutti di cosa si tratta una relazione tossica. L’abbiamo visto in amici, ex partner e persino in programmi televisivi. Ma quando si tratta di descrivere una relazione sana, siamo lasciati vuoti.

Sembra ovvio. Il problema è che quando ci imbarchiamo in una relazione, tutte le convinzioni sul romanticismo tossico hanno molto peso. Nel corso della nostra vita abbiamo sviluppato un file ideale sull’amore che è irraggiungibile e falsoe, peggio di tutto, confrontiamo tutti i nostri rapporti con lui.

Questo ideale non nasce dal nulla. Si sta gradualmente sviluppando da serie in cui la gelosia è un segno d’amore, film in cui l’amicizia tra uomini e donne è considerata qualcosa di utopico e canzoni che esaltano la dipendenza emotiva. Nel tempo, riproduciamo tutte queste convinzioni sull’amore e sull’amore nelle nostre relazioni. rendiamo le relazioni tossiche la norma piuttosto che l’eccezione.

Bandiere rosse per scoprire se hai una relazione tossica

Vogliamo che la nostra relazione sia sana, ma non sappiamo come raggiungere la cima del nostro Everest emotivo. La chiave è andare a poco a poco. Non è ragionevole eliminare tutte le linee guida tossiche in un giorno. Invece, dovremmo cercare di aggiungere gradualmente comportamenti sani, per sostituire quelle dinamiche dannose come la gelosia, la possessività o la codipendenza. La grande domanda è, Quali sono questi comportamenti sani?

1. Discuti, ma con rispetto

Proprio come discuti con i tuoi genitori o con i tuoi amici, è normale avere dei conflitti con il tuo partner. Significa che non sei compatibile? Assolutamente!

L’importante è che durante la discussione ci sia sempre rispetto reciproco. Ciò significa non alzare la voce, entrare in empatia con le emozioni dell’altra persona e lasciare andare il tuo orgoglio.

2. Parli del bene, ma anche del male

È molto facile ricordare il giorno in cui vi siete incontrati o ripetere quanto vi amate. La cosa difficile è tirare fuori il male: insicurezze, paure, fardelli emotivi derivanti da precedenti relazioni

La mia relazione è sana? - Yasss 6

Tutti quei pensieri negativi non se ne andranno dall’oggi al domani. Devi parlarne con il tuo partner.

3. Ti capisci a letto, ma a volte c’è desincronia sessuale

Non importa se siete entrambi molto sessuali o se preferite abbracci senza ulteriori pretese, l’importante è che vi capiate. Tuttavia, capisci anche che a volte uno dei due può accadere strisce di apatia sessuale o, sul lato opposto, di molta eccitazione.

Il lavoro, il clima o la salute influiscono sul nostro appetito ed è importante non forzare l’altra persona in modo che si adatti a ciò che desideri. Devi trovare una via di mezzo, non cedere per compiacere l’altro.

4. Fai degli errori, ma chiedi scusa

Tutti commettiamo errori, ma in una relazione sana c’è sempre spazio per il “perdono”.

occhio! Le parole se ne sono andate con il vento. Devi accompagnare le tue scuse con comportamenti congruenti, altrimenti perderai la fiducia del tuo partner.

5. Passate del tempo insieme, ma senza trascurare la vostra indipendenza

Ti godi davvero i momenti insieme, ma ti riservi anche alcuni momenti per goderti la tua autonomia. A volte vuoi solo stare da solo, ea volte preferisci stare con gli amici o la famiglia senza partner.

Se il tuo partner vuole del tempo da solo, non sentirti insicuro e cogli l’occasione per coltivare la tua indipendenza.

6. A volte hai dei dubbi, ma li parli

Se dubiti di quali cereali comprare, come puoi non dubitare della tua relazione?

Le piccole preoccupazioni sono inevitabili. Ad esempio, sul futuro, su come risolverai determinati problemi o su questioni irrisolte del passato. L’importante è parlarne, normalizzarli e risolverli insieme.

7. Vi ammirate a vicenda, ma non idealizzate la relazione

Sei con la tua partner perché la adori. È attraente, divertente, intelligente, divertente … In breve, una miriade di attributi positivi. Ma lo sai anche tu non è un dio o una dea.

Conosci i suoi difetti e sei il primo a sostenerlo quando decide di migliorare o cambiare ciò che non gli piace di se stesso.

8. Conosci il passato sessuale dell’altro, ma non biasimarlo

A meno che tu non stia insieme dai tempi della scuola, è probabile che il tuo partner abbia un passato emotivo o sessuale. Ha avuto fidanzati o fidanzate e ha avuto amanti. Ma questo è il passato e non influisce affatto sulla tua relazione.

La mia relazione è sana? - Yasss 7

9. Apprezzi la stabilità, ma anche la flessibilità

Se state insieme da molto tempo, avrete imparato che la stabilità è molto importante in ogni relazione. Hai piani comuni e sai cosa vuoi a breve, medio e lungo termine.

Ma attenzione, è anche importante lasciare spazio alla flessibilità. Le relazioni cambiano. L’infatuazione all’inizio lascia il posto alla fiducia. Cosa c’è di più, a volte sorgono eventi imprevisti che possono interessarti, come se gli dessero un lavoro lontano da te. Per fortuna hai imparato ad adattarti ai cambiamenti.

10. Hai una routine, ma non dai per scontata la relazione

Come abbiamo visto prima, è importante avere una certa stabilità e quella stabilità spesso diventa una routine. Il venerdì guardi un film mentre mangi popcorn. La domenica fai un percorso attraverso la campagna. Il mercoledì mangi la pizza per cena.

Nonostante la monotonia, non dai per scontata la relazione. Continui a spingerti a vicenda per far sentire l’altra persona unico, speciale e prezioso.