• Fonti diverse: alcuni dicono che, poiché è noto che gli uomini delle caverne e altri che sono stati gli egizi i primi a utilizzare nel loro rapporto


  • I materiali sono stati cambiando: dal lino, di gomma vulcanizzata, fino a raggiungere il lattice, che noi oggi conosciamo

Preservativo, preservativo, coperchio, tappo, paralucee così potremmo continuare fino a che si verificano in altri trecento sinonimi ogni volta di più creative: consiglio mortaio mataesperma, ultima frontiera, il cappello vacilón.

Articolo di prima necessità, e una più che testato protettore della nostra vita sessuale, e di nuestr_ compagno. Anche un oggetto di grande rilevanza culturale. Porta evitando il sovraffollamento e cabreando per le autorità religiose per diversi secoli.

Vi raccontiamo la storia e la nascita del preservativo (maschile, a proposito, non è il solo): dall’intestino al lattice..

In origine erano le interiora di un animale

Prima della rivoluzione industriale e la catena di produzione, il popolo, per dirla chiaramente, ha rotolato come poteva. Quindi, se il vostro partner sostiene che egli non dice che gli piace si è farlo senza protezione, si può sempre usare un argomento di peso: l’amore, se era il grande uomo di cro-magnon, come non hai intenzione di fare tu, idiota che ho affezionato; come non si sta andando ad avere questo gesto per me. O hai messo su o ho a lungo per la mia casa.

L’origine del preservativo è incerto anche per i cercatori di fonti originali. Alcuni archeologi e gli storici ritengono che, come le pitture rupestri (nell’anno 3000 a 10000) sono rappresentazioni simboliche di sesso, profilattico: il sito della grotta Les Combarelles, in Francia. Secondo questi storici, il dipinto mostra una caliqueño tra un uomo e una donna, accompagnata da un dispositivo molto simile ad un preservativo. Un messo su, lo rendono tra carriera e di carriera in fuga da un dente di una sciabola.

Altri studiosi di storia negare il maggiore, e sostengono che l’aspetto dello stesso preservativo si svolge molti anni dopo. A quanto pare è stato egiziani che ha perfezionato l’arte nobile di coprire il ‘ awrah maschio con una diga per evitare di pianto isterico, quattordici o quindici bambini in casa e i bambini abbandonati nel fiume Nilo, in particolare con un preservativo fatte di budella di animali cucite strettamente legato al pene con del nastro adesivo per tenere il soggetto (durante la polvere sveltina nel retro della piramide, forse). Gli egiziani, molto intelligente, ma anche l’uso di pesce, di vesciche o di capra, per conservare il seme. Hanno avuto anche loro il controllo delle nascite femminili: una pasta fatta da escrementi di coccodrillo che, presumibilmente, le donne sono state messe in vagina di una barriera protettiva. Un altro fatto curioso: a quanto pare, i preservativi sono molto costosi per la produzione, in modo che gli egiziani, secondo le fonti storiche, sono stati dati diversi usi.

(L’editor appuntamento con occhi che guardano in avanti, quando ha visitato l’Egitto con i suoi genitori ed è stato in grado di contemplare con gioia in una teca di vetro, il preservativo ripieni di Tutankhamon… true story).

La storia del preservativo: Come, quando e perché è stato inventato 5

Ha dovuto ottenere la sifilide (l’editor è piaciuta la mostra un sacco, ammette, scrivendo questa frase) per l’uso del preservativo è diventato popolare dal XVI secolo. Nel 1500, Gabriel Falopius, l’uomo che ha messo un nome per le tube di falloppio, eseguito esperimenti con più di 1000 uomini. Dopo un’epidemia in Francia il suo uso è stato esteso per il Giappone nel 1495anche se i metodi di produzione diversi. In Europa, su misura, con le budella di animale, mentre in Asia sono stati utilizzando corna di mammiferi o anche di vetroquesti sono solo per le classi superiori. Due al prezzo di uno: un preservativo e posacenere decorativa, combinazione vincente.

Con la Chiesa che abbiamo incontrato

Dal XVIII secolo, è la Chiesa che perdono la loro inquisitori e cerca di vietare senza eccessivo successo. Gli argomenti non è che hanno cambiato un sacco. È eresia! Non promiscuità! La volontà del signore è un altro! Le vendite di preservativi crescere ancora di più.

La storia del preservativo: Come, quando e perché è stato inventato 6

Con il XIX secolo infine, l’introduzione di classi di educazione sessuale (in Inghilterra, uno dei paesi pionieri). L’uso del preservativo inizio, per essere accettato come metodo di controllo delle nascite. Ero ancora con le leggi di tutto il mondo condanna, ma la ragione e superstizione co-esisteva da allora, come un matrimonio andato male. Nulla impedisce, tuttavia, l’arrivo del primo preservativo di gomma e la produzione di massa. Dalla metà del XIX secolo, il killer delle essenze maschio è il metodo contraccettivo più famoso in Occidente (peccato che essi non potrebbero eliminare “indietro” e proteggere la vita sessuale degli incauti nei portali di twilight).

Nel 1840 viene visualizzato il preservativo di gomma, che si sviluppa poco dopo la comparsa di gomma vulcanizzata, brevettato dal marchio Buon Anno (sì, le ruote dell’auto). Questo processo lo rende più elastico del materiale.

Nel 1920, la sua fama è meritata e l’umanità ben protetti nel loro rapporto e il loro segreto dell’alcova, con il primo che paga la casella successiva, ciò che voi o io?’, i produttori di presentare il materiale che è sopravvissuto fino ai nostri giorni: il latticeche ha migliorato la durata del motore. Dal decennio degli anni 60 il regolamento e gli standard di produzione indurimento un sacco, in modo che una delle più grandi invenzioni dell’umanità non perdere la buona fama della rocca matasemillas.

La storia del preservativo: Come, quando e perché è stato inventato 7

Come un fatto curioso: uno dei momenti storici in cui l’uso è venuto giù è stato negli anni ’60, con la diffusione della pillola anticoncezionale, e ha cifre molto elevate negli anni’ 80, quando l’aids.