Jorge ha 17 anni, è uno studente delle superiori ed è stato ritrovato nei pressi dello Stadio Azteca, dopo essere scomparso a causa di un crudele trucco dei suoi compagni di classe.

I giovani spesso non misurano le conseguenze. Non si preoccupano del danno che le loro azioni causano, specialmente quando si tratta di situazioni sfortunate come il bullismo. Dopo le prese in giro, le risate e gli scherzi, c’è sempre qualcuno che soffre, spesso in silenzio. Questo è il motivo per cui il mondo intero sta combattendo contro questo tipo di molestie, tuttavia, c’è ancora molta strada da fare.

Fu vittima di uno sfortunato scherzo da parte dei suoi compagni di classe, che gli fecero credere che doveva sostenere un esame al liceo. Fortunatamente, è apparso vivo.

Jorge Barrera ha 17 anni e fa parte della National Preparatory School 5 dell’Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM). Pochi giorni fa è stato ritrovato dopo essere stato visto per l’ultima volta il 26 ottobre. La sua famiglia era disperata, temeva il peggio, ma fortunatamente è stato trovato in buone condizioni.

Secondo i resoconti dei media locali, si trovava di fronte a una biglietteria dello stadio Azteca, dove è stato riconosciuto.

Ufficio del procuratore CDMX

Questa terribile situazione è causata da uno sfortunato scherzo giocato dai suoi compagni di squadra. Alcuni media hanno riferito che l’adolescente non ha Internet a casa, quindi non ha mai scoperto che era tutto un trucco.

A quanto pare, i giovani hanno detto che doveva sostenere un esame, solo per infastidirlo. Jorge se ne andò e iniziò così un viaggio che lo fece perdere per 10 giorni.

L'adolescente scomparso appare vivo dopo 10 giorni di scomparsa.  È stato vittima di uno scherzo scolastico 13
L’universale

Attraverso un gruppo WhatsApp, i compagni di classe hanno inviato le foto della scuola, facendo credere loro che stavano facendo un test di geografia. Varie testimonianze circolano sui social, su quanto accaduto dopo, però, per il momento sono solo teorie e supposizioni.

L'adolescente scomparso appare vivo dopo 10 giorni di scomparsa.  È stato vittima di uno scherzo scolastico 15
L’universale

Molte persone hanno chiesto l’espulsione dei burloni, però è tutta questione di indagini. Anche in reti come Twitter e Facebook, hanno indicato i loro nomi e cognomi agli adolescenti, nonostante non siano stati confermati dalle autorità.

L’istituto scolastico non si è ancora pronunciato in merito.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));