Il cinematografico Il salvataggio di un cucciolo di husky nel mezzo di un incendio a Città del Messico è diventato virale lo scorso fine settimana, dopo che la polizia del Segretariato per la sicurezza dei cittadini ha caricato il registro su Twitter Il cucciolo è stato gettato dal secondo piano di una casa per sfuggire alle fiamme, e accolto da un altro ufficiale che era al piano di sotto dell’edificio.

Twitter @SSC_CDMX

L’incidente è avvenuto sabato scorso, 25 ottobre, presso l’ufficio del sindaco di Benito Juárez, dove i residenti hanno chiesto aiuto alle autorità, come polizia e vigili del fuoco, per recarsi nel complesso residenziale che emanava fiamme e fumo. Sulla scena, uno dei vicini ha notato che un cucciolo di husky siberiano grigio era in una delle stanze della casa, secondo i canali ufficiali.

Lanciano un cucciolo siberiano dalla finestra per salvarlo dal fuoco.  È illeso e in un luogo sicuro 6
Twitter @SSC_CDMX

Il cucciolo di husky era solo perché i suoi proprietari non erano in casa, situata all’incrocio tra le strade della Louisiana e dell’Indiana a Benito Juárez. In quel momento è stato quando, Dopo le manovre di uno dei poliziotti che è riuscito ad accedere all’edificio in fiamme, il cane è stato tratto in salvo e gettato all’esterno, dove è stato ricevuto da un altro dei poliziotti.

Lanciano un cucciolo siberiano dalla finestra per salvarlo dal fuoco.  È illeso e in un luogo sicuro 7
Twitter @SSC_CDMX

Dopo che il video è stato pubblicato Twitter, era pieno di commenti degli utenti che mostravano il loro sollievo per il salvataggio del cucciolo. Molti di loro hanno apprezzato il lavoro degli uomini in divisa, mentre altri hanno chiesto più poliziotti “eroi”. Tuttavia, non sono mancate le critiche da parte di chi ha accusato che tutto fosse un “set up” della polizia per ripulire la loro gestione.

Per la tranquillità di tutti, il cucciolo grigio è rimasto illeso dal salvataggio del film ed è stato portato in un luogo sicuro. Quello che possiamo dire è quel povero Husky non contarlo due volte.