• Le relazioni tossiche possono causare sequele a breve e lungo termine, ansia, paura dell’intimità e il fenomeno del rapimento emotivo è comune


  • Gemma è uscita da una relazione tossica e ha iniziato ad avere difficoltà quando ha incontrato il suo attuale partner: “La stessa cosa che ha fatto il mio ex, l’ho fatta io a lui”

Chiunque sia uscito da un file relazione tossica conosce in prima persona le conseguenze psicologiche che provoca. A poco a poco, questo tipo di corteggiamento intenso e dannoso finisce per minare la nostra autostima e alterare il modo in cui intendiamo l’amore.

Se la tua precedente relazione era disfunzionale e hai recentemente iniziato a uscire con qualcun altro, è possibile che a un certo punto ti sia scoperto ripetendo quei comportamenti che ti hanno fatto così tanto danno in quel momento. Quando per anni la tua unica visione dell’amore è una relazione afflitta da gelosia, dipendenza, ricatti emotivi e mancanza di rispetto, finisci per credere che sia normale.

Non ti decostruisci dall’oggi al domani o, in altre parole, è impossibile cambiare completamente la nostra comprensione delle relazioni in un paio di mesi. Ci vuole tempo e impegno, e persino l’aiuto professionale di uno psicologo quando trovi impossibile gestire la situazione da solo.

In che modo una relazione tossica ti influenza?

Il Conseguenze psicologiche di una relazione tossica può apparire a breve e lungo termine. Cioè, subito dopo la rottura, e anche mesi o anni dopo, quando pensavi che tutte le ferite fossero guarite.

Conoscere questi sequel è necessario per non essere colti di sorpresa. Alcuni dei più comuni sono:

  • Paura di ripetere le stesse dinamiche.
  • Evitare l’intimità e il contatto sessuale o affettivo con altre persone.
  • Poca tolleranza per i normali conflitti in qualsiasi relazione.
  • Bassa autostima. Non riguarda solo il tuo fisico, ma anche il tuo modo di sentirti “poco interessante”, “noioso” o “con poca personalità”.
  • Dipendenza emotiva estrema, che invalida l’autonomia del nostro nuovo partner.
  • Ansia generalizzata.
  • Depressione.
  • Difficoltà ad addormentarsi e incubi legati al tuo ex che può apparire anche anni dopo la rottura.
  • Rapimento emotivo. Quando qualcun altro ha controllato le tue emozioni e il tuo comportamento per mesi, è normale avere paura di pensare e agire liberamente.

“Quando lasci una relazione tossica non c’è nessuno che ti dica le cose che erano sbagliate o che non avresti dovuto sopportare”

Se di Gemma, una ragazza di 26 anni, le conseguenze della sua precedente relazione tossica sono apparse quando ha incontrato il suo attuale partner. “Quando esci da una relazione tossica non c’è nessuno che ti dica le cose che erano sbagliate o che non avresti dovuto sopportare. Finisci per interiorizzarli al punto da crederci, e poi vomiti tutta quella tossicità su chi ti circonda“, Riflette.

Pensavo che la gelosia e la dipendenza fossero normali. Se il mio ragazzo fosse rimasto con i suoi amici e non fosse a conoscenza del cellulare, mi sentirei insicuro. Lo stesso che il mio ex ha fatto a me, io l’ho fatto a lui. Era come se avesse bisogno di un costante promemoria che mi amava “, dice,” perché se non pensavo fosse arrabbiato o qualcosa del genere “.

Alle loro insicurezze si aggiungeva la paura della comunicazione. “Ho mangiato tutte queste strisce da solo. Tutt’al più ne avrei parlato ad un amico, ma non ho detto niente al mio ragazzo perché avevo paura che si sentisse travolto ”. Alla fine, Gemma è esplosa. “Ero così ansioso che essendo per un compleanno per alcuni dei suoi amici ho finito per esplodere. Sono andato in bagno a piangere, ho fatto un dramma e gli ho detto tutto quello che pensavo. Da quel giorno lavoriamo insieme per superare tutti i danni che provo dalla mia precedente relazione, e Se avessi saputo che il mio partner mi avrebbe capito e sostenuto, gli avrei detto tutto questo prima“.

Come uscire da una relazione tossica?

Dire abbastanza non è facile. Una relazione tossica può durare anni e anche essere afflitto da rotture costanti e riconciliazioni intermittenti.

La prima cosa che dobbiamo fare è impararlo niente persone tossiche. Ciò che esistono sono comportamenti tossici che tutti possono fare a un certo punto. E quando questi comportamenti diventano la solita dinamica nel nostro coppia, amicizia o famigliaQuindi parliamo di relazioni tossiche. Ma come si esce da lì?

  1. Accetta la realtà. Non è normale che il tuo partner ti tratti male e che tu viva con una costante sensazione di paura e ansia. Prima ammetti di essere in una relazione tossica, prima la finirai.
  2. Riprenditi le cose che hai messo da parte. Se il tuo partner ti ha fatto isolare a causa della sua gelosia, è il momento ideale per recuperare vecchi amici (o farne di nuovi), investire tempo in hobby o concentrarti su quel lavoro che ti appassiona.
  3. Non nascondere la verità. Sicuramente i tuoi genitori o amici hanno un’immagine totalmente distorta del tuo partner. Smettila di nascondere quelli brutti e il danno che ti hanno fatto. Affinché possano capirti veramente, devono sapere come ti senti e cosa stai vivendo.

Ma attenzione, non commettere errori, perché una volta usciti da una relazione psicologica c’è ancora molto da fare.

Quando fai il passo, ti aspetta un processo di decostruzione molto intenso. Può durare mesi o anni e durante quel periodo di tempo l’ideale è rispondere a diverse domande. Cosa ho imparato da questa situazione? Cosa non sono disposto a tollerare in futuro? Come posso migliorare me stesso in modo che il mio partner sia felice? Di cosa ho bisogno in una relazione? Voglio avere un partner o ho paura della solitudine? Sebbene questi siano solo alcuni esempi, riflettono l’obiettivo principale: conoscersi meglio e imparare a stare da soli in modo che in futuro ci si innamori liberamente e non per necessità.