Sinibí Jípe è passato dall’essere un progetto di micro-impresa. Ha iniziato solo con lo sviluppo di felpe con disegni rarámuri; dopo che il suo proprietario, Luisa Fernanda Martinez, ha visto una grande opportunità nel fare fronte panni con tutta l’essenza di questa comunità indigena, noto anche come tarahumara, un nativo del nord, nello stato di Chihuahua, in Messico.

Attualmente il laboratorio con 15 donne rarámuris che collaborano nella realizzazione di questi capi, realizzati interamente a mano, con tessuti colorati alludendo alla loro cultura e che includono un filtro di materiale chirurgico di uso comune. Inoltre, ogni maschera è unico e firmato con il nome di chi l’ha fatto.

Sono riusciti a varcare le frontiere

Grazie per la grande richiesta, Sinibí Jípe è riuscito a crescere e si è già affermata a livello internazionale per la sua innovazione e qualità per lo sviluppo del viso panni che aiutano a prevenire le infezioni Covid-19. Hanno fatto le spedizioni negli Stati uniti, il Canada, la Francia e la Germania.

Grandi occasioni in aria

Faccia tessuti realizzati dalle donne per i raramuri

Recentemente l’azienda è stato assunto dalla compagnia aerea Volaris di distribuire tali prodotti tra i passeggeri e assistenti.

Il tutto con una buona intenzione

Faccia tessuti realizzati dalle donne per i raramuri

Sínibí Jípe cerca lo sviluppo integrale della loro mestiere, per migliorare le loro condizioni di vita, di garantire il benessere di se stessi e le loro famiglie, e contribuire a preservare la cultura di cucito rarámuri.