• Le fobie sono risposte intense a situazioni che causano paura in un animale. E, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, cani e gatti ne condividono alcuni.

Notte e giorno, fuoco e acqua, Voldemort e Harry Potter, Cani e gatti… Termini apparentemente opposti, che in realtà completano. Nel caso degli animali domestici, è una scelta quasi determinante, una delle domande determinanti di un primo appuntamento: se ti chiedono se sei più simile ai cani o ai gatti e scegli l’opzione sbagliata, sei perso. Ma non puoi scegliere entrambi? È stato dimostrato che, con pazienza ed educazione possono convivere senza problemie condividono anche molte più cose di quanto possa sembrare.

Sotto lo stesso tetto, cani e gatti condivideranno la tua attenzione, alcuni spazi e tanti fobie. Sì, sì, mentre leggi: i tuoi due animali domestici, apparentemente così diversi, può essere vulnerabile agli stessi stimoli. Anche le ragioni per temere certe cose possono essere condivise o essere molto correlate: per esempio, entrambe avere un senso dell’udito molto sviluppatooppure, questo fa loro percepire certi suoni come possibili minacce, anche se non sono in grado di vederli. Essere disturbati da questi rumori è abbastanza comune, sebbene il tuo udito umano mediocre non ti permetta di identificare il motivo del loro panico.

Tutte queste minacce, che sentono ma non vedono arrivare, possono causare panico, stress e ansia nei tuoi animali domestici. Questo terrore può paralizzarli e farli comportare in modi inaspettati o aggressivi, ed è importante conoscerli per calmarli quando prima. Queste sono alcune delle paure più comuni condivise tra cani e gatti:

Aspirapolvere e asciugatrice

I gatti hanno fama, ma i cani se lo meritano tanto quanto loro. Alcuni animali corrono a nascondersi quando vedono i loro custodi rimuovere questi oggetti malvagi, che fanno un rumore terrificante senza che loro capiscano il motivo. Sia i cani che i gatti possono essere paralizzati dal suono di questi oggetti, incapace di vedere, sentire o fare altro.

Aspirapolvere

Cetrioli

Alcuni mesi fa, quei video in cui i custodi di un gatto posizionavano, senza che l’animale se ne accorgesse, un cetriolo accanto ad esso sono tornati su Internet. Quando si girava, saltava campionato. Ciò che non è stato visto è stato il file stress a cui l’animale è stato sottoposto l’aspetto a sorpresa di questo ortaggio.

Ma i gatti (e i cani) hanno davvero paura dei cetrioli? No, solo quelli che non riescono a distinguerlo da un serpente, o quelli che sono sorpresi dall’apparizione inaspettata (qualcosa come dare uno spavento alle spalle a qualcuno), secondo alcune teorie. Infatti, non tutti gli animali reagiscono all’aspetto del vegetale: i cani tendono a notarlo prima e alcuni gatti difficilmente sussultano. Per ogni evenienza, non metterne mai uno accanto al tuo animale domestico.

Tj fuller

Tempeste e petardi

Nella lista dei suoni scioccanti non possono mancare tuoni e fuochi d’artificio. Quella per le falleras è la migliore composizione dell’anno, per i nostri animali domestici è un vero incubo che colpisce seriamente il loro udito e li mette in uno stato di orrore che può durare nel tempo. A volte basta un petardo in lontananza per scatenare l’inferno: a volte stanno fermi, mentre altri animali preferiscono scappare e iniziano a bussare a tutte le porte o addirittura a scavare per terra. Questa situazione causa loro molto stress, quindi la loro frequenza cardiaca accelera e possono vomitare. Nei casi più gravi, il rumore può causare arresto cardiaco.

X Men

Ci sono molte altre fobie

In generale, gli animali possono avere paura di qualsiasi cosa. Persone, altri animali, oggetti, certi luoghi … A una socializzazione ben programmata, ricca di nuovi stimoli fin dai primi mesi di vita, faciliterà il normale sviluppo emotivoe li aiuterà anche a prevenire paure e fobie. Con loro, saranno ridotte risposte come ansia e stress, che possono manifestarsi in molti modi, dal comportamento distruttivo all’abbaiare.

Per evitare fobie in età adulta, le reazioni dei caregiver sono essenziali. Se, di fronte a un’esperienza che l’animale considera spiacevole, il proprietario lo punisce, la sua ansia verso lo stimolo aumenterà. Al contrario, Se l’animale scappa e il guardiano cerca di rassicurarlo con carezze o ricompense, l’animale sentirà la sua paura rafforzata.

In ogni caso la genetica può anche predisporre gli animali a paure e fobie, ea volte ci prendiamo cura dell’animale quando non può più intervenire in loro. In tal caso, è meglio trovare un modo per controllare, rilassare o distrarre l’animale quando si trova di fronte allo stimolo. Se non siamo capaci, l’intervento di un etologo veterinario può aiutare l’animale a superare la fobia, migliorando così la sua salute.

Cane