Le vittime che sparano accusano "Joker" di promuovere la violenza. Warner Bros chiarisce che è solo finzione 1

Le vittime che sparano accusano “Joker” di promuovere la violenza. Warner Bros chiarisce che è solo finzione

Il film (che debutta il 03 ottobre) non è arrivato nelle sale cinematografiche e già genera polemiche. La società ha ricevuto una lettera aperta da famiglie colpite dalla sparatoria del 2012 ad Aurora, Stati Uniti, dove il film non sarà proiettato.

Il mondo sta attraversando momenti in cui direi… riflessivo. In cui, molto di più si pensa ai fattori scatenanti delle azioni, che è ovviamente una cosa eccellente perché il problema viene attaccato dalla radice. Questi nuovi pensieri prevengono il bullismo, i suicidi, gli stupri, gli abusi, le disuguaglianze, che sebbene non siano stati completamente sradicati, stiamo finalmente cominciando a fare passi importanti.

Il problema è che a volte si cercano anche colpevoli e senza risoluzioni, come il nuovo film Jokerinterpretato da Joaquin Phoenix e creato da Todd Phillips che viene preso di mira da numerosi critici, quando non ha nemmeno raggiunto i cinema .

Il problema nasce dall’elezione di un cattivo come protagonista, questa settimana le vittime della sparatoria Aurora 2012, ha scritto una lettera pubblica ad Ann Sarnoff (CEO di Warner) chiedendo “responsabilità aziendale per tenerli tutti al sicuro.

Qualcosa che l’azienda ha dovuto andare a chiarire e naturalmente condannare, dal momento che non possiamo aspettarci un film che ha un malfattore come il protagonista ha “un messaggio positivo” o è politicamente corretto, senza mancare di rispetto alle vittime.

Le vittime che sparano accusano "Joker" di promuovere la violenza. Warner Bros chiarisce che è solo finzione 3

La violenza armata nella nostra società è una questione critica, ed esprimiamo la nostra più profonda solidarietà a tutte le vittime e le famiglie colpite da queste tragedie. La nostra azienda ha una lunga storia di donazioni alle vittime di violenza, comprese quelle di Aurora, e nelle ultime settimane, la nostra società madre si è unita ad altri leader aziendali nel chiedere ai responsabili politici di emanare leggi bipartisan per affrontare questa epidemia. Allo stesso tempo, la Warner Bros ritiene che una delle funzioni della narrazione sia quella di provocare conversazioni difficili su argomenti complessi. Non commettere errori: né il personaggio immaginario Joker né il film supporta la violenza del mondo reale di qualsiasi tipo. Non è l’intenzione del film, i registi o lo studio mostrano questo personaggio come un eroe“.

Le vittime che sparano accusano "Joker" di promuovere la violenza. Warner Bros chiarisce che è solo finzione 5

Il problema è che il ventiquattroenne che ha commesso il crimine (uccidendo 12 persone e ferendo 60 anni) ha affermato di essere il Joker, e la paura nella gente del Colorado rimane latente.

Phoenix si riferiva a questo, affermando che IGN che “La gente fraintende i testi delle canzoni. Anche passaggi dai libri. Quindi non credo che sia responsabilità di un regista insegnare al pubblico aspetti della moralità o la differenza tra il bene e il male.”

Mi condisco a qualsiasi tipo di violenza, ma penso che il problema sia forse molto più profondo (come l’accesso alle armi) di quanto un film possa incitare, per quanto sanguinoso. Ecco il trailer per voi andare a vedere il 03 ottobre:

Controlla anche

25 Times Rihanna è stata sulla copertina di Vogue 12

25 Times Rihanna è stata sulla copertina di Vogue

Recentemente, la rivista Forbes ha incoronato Rihanna come la cantante più ricca del mondoe non …

I vigili del fuoco australiani lanciano il calendario di beneficenza 2020 con gli animali. Le sue foto incendiano gli incendi 13

I vigili del fuoco australiani lanciano il calendario di beneficenza 2020 con gli animali. Le sue foto incendiano gli incendi

Il ricavato va a Back Track Youth Works, un’organizzazione che aiuta a reintegrare i giovani …