Era il maggiore di 4 fratelli, nato in una città vicino a Londra. A poco a poco, negli anni, ha lasciato l’immagine di un bambino, lasciando il posto a un vero genio. Probabilmente non ha mai immaginato la fine della sua vita.

Fisico teorico, astrofisico, cosmologo e divulgatore scientifico, sono solo alcuni dei titoli e delle abilità di Stephen William Hawking. Nato l’8 gennaio 1942 nella periferia di Londra, era il maggiore di quattro fratelli. Lo hanno sempre descritto come un po ‘”normale”, con un grande interesse per la scienza. Suo padre era un biologo ricercatore, mentre sua madre era una segretaria di ricerca medica: era impossibile che non fosse uno scienziato.

Le immagini della sua infanzia sono un fedele riflesso di un evidente cambiamento fisico e mentale. Il suo corpo lo stava tradendo a poco a poco, ma la sua mente mai.

PMM Cambridge

Il sorriso di un bambino è un inno alla vita, dicono. Con il passare degli anni il corpo si abitua ai rigori del tempo, alle delusioni, allo spogliarsi dell’innocenza.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 33
Lucy Hawking

Nel 1950 la famiglia si trasferì nella città di St Albans, dove si è distinto come studente, ma senza brillare.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 35
Lucy Hawking

Il piccolo sorridente è stato lasciato indietro, dando spazio alla curiosità e all’amore per la scienza. Entrò all’University College di Oxford in scienze naturali, laureandosi in fisica, dove ottenne persino una borsa di studio. La termodinamica, la relatività e la meccanica quantistica gli hanno fatto impazzire.

Ha fatto i suoi studi universitari a Cambridge, dove ha sfruttato tutto il suo genio.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 37
Lucy Hawking

Nel 1965 sposò Jane Wilde, dopo essersi incontrato a una festa e aver stretto una relazione speciale. Aveva già i primi sintomi di sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Con il passare degli anni, si è aggiunta la devastante malattia, che ha rapidamente devastato il suo corpo.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 39
Lucy Hawking

Con la SLA, la sua capacità di percepire il mondo è progredita in modo diverso. Quello che non ha trovato nel suo corpo, ha trovato più che sufficiente nella sua mente. I buchi neri iniziano ad apparire al suo orizzonte.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 41
Getty

Il suo nome era già conosciuto nel mondo della scienza, superando se stesso sempre di più e dando segni di genialità. La sua carriera decolla e si consolida, il suo corpo regredisce.

Stava perdendo mobilità finché non poteva, allo stesso tempo la sua voce. Il panorama era buio, ma la sua mente vinse la battaglia, apparendo un nuovo modo di comunicare.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 43
PAPÀ

L’immagine del genio del mondo stava prendendo forma, sposandosi per la seconda volta e riflettendo la sua conoscenza nel libro “Breve storia del tempo: dal Big Bang ai buchi neri”.

A quel punto era già un’icona della cultura popolare, completamente diverso dal ragazzo sorridente che vagava per St Albans.

L'evidente cambiamento fisico e mentale del ragazzo Stephen Hawking.  Il suo corpo lo tradì, la sua mente mai 45
AP ZERO GRAVITY CORP

Ha raggiunto tutti i suoi obiettivi e molto altro ancora. È diventato un riferimento mondiale e una specie di genio. Nonostante tutti gli impedimenti, in particolare la malattia e l’aspettativa di vita, ha vissuto lunghi anni in sua compagnia, morendo il 14 marzo 2018, all’età di 76 anni.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));