Le persone di buon cuore esistono ancora e Taylor Pikkarainen ne è la prova. L’infermiera di 27 anni faceva parte del team responsabile dell’area Covid-19 in un ospedale del New Jersey, negli Stati Uniti, dove si è impegnata per dare sempre la migliore assistenza e assistenza ai suoi pazienti per lasciare l’ospedale.

Quando ha finito il suo lavoro in quella città, Taylor ha deciso che era ora di tornare in Minnesota, da dove veniva. All’arrivo ha appreso la storia di Bodie, un bambino di soli due anni che aveva bisogno di molto aiuto per continuare a vivere.

La salute di Bodie era molto delicata

Nonostante la sua giovane età e l’amore che ha ricevuto dai suoi genitori, Gloria e Brandon, Bodie è nato con sindrome nefrosica congenita, questa malattia fa sì che il corpo espelle troppe proteine ​​attraverso l’urina, causando alla fine insufficienza renale.

L’unico modo per salvare la vita del bambino era attraverso un trapianto di rene. Purtroppo suo padre non era all’altezza e sua madre aveva già donato un rene alla figlia, che aveva le stesse condizioni.

Taylor era disposto a salvargli la vita

Bodie sta per andare in sala operatoria per il suo trapianto di rene

Quando l’infermiera, che era nota alla famiglia, ha scoperto cosa stavano passando Bodie ei suoi genitori, senza esitazione si è sottoposta ai relativi test per scoprire se fosse adatta a essere la loro donatrice.

Quando l’ho scoperto, ho cercato rapidamente quali sarebbero stati gli effetti collaterali per me come donatore di reni. C’è sempre un rischio con gli interventi chirurgici, ma ho letto che avere un solo rene non aumenta il rischio di malattie renali o insufficienza renale. Mezz’ora dopo firmava i documenti.

—Taylor Pikkarainen, infermiera

Dopo aver preparato i risultati, ha chiesto che la famiglia fosse informata che aveva un candidato disponibile e in grado di dare uno dei loro reni al figlio. All’inizio Taylor voleva che fosse anonimo, ma in seguito preferì rivelare la sua identità per mezzo di una lettera e un orsacchiotto per il piccolo guerriero.

Bodie ora può avere una vita piena e felice

Bodie e Taylor dopo il loro recupero

Gloria e Brandon sono rimasti sbalorditi dalla gentilezza di Taylor, non hanno mai creduto che qualcuno al di fuori della famiglia e che a malapena li conosceva si sarebbe offerto di salvare la vita di Bodie, ma lo hanno ringraziato con tutto il cuore per la sua gentilezza.

L’intervento è stato un successo. Ora il piccolo può godersi una vita piena senza usare cateteri o essere ricoverato in ospedale tutto il tempo, e Taylor, che si è ripreso rapidamente, si è divertito ad aiutare un piccolo che ha molto da scoprire.