• Lo youtuber vive nel paese vicino da quattro anni e assicura che questo è l’ambiente che lo rende felice in questo momento


  • TheGrefg difende che il vero dibattito dovrebbe essere su come attirare quelle persone che lavoreranno fuori dalla Spagna perché è il talento che si perde

Insieme alla pandemia, un altro dei temi di moda di questo 2021 è senza dubbio quello del gli youtuber che si trasferiscono in Andorra. Poiché El Rubius ha pubblicamente affermato che stava cambiando il suo luogo di residenza (Madrid) per il paese vicino, molte persone hanno apertamente espresso la loro opinione sul fatto che ciò sia giusto o sbagliato; ma sembra che raggiungere un consenso sia impossibile anche tra gli stessi youtuber.

Alcuni di loro, come Ibai Llanos, hanno preso posizione contro questa pratica; altri, come ElXokas, non hanno reso la loro opinione così chiara; ma senza dubbio uno dei grandi difensori dei creatori di contenuti che vivono dove vogliono è lo youtuber TheGrefg.

Il murciano vive da quattro anni nel paese confinante e assicura che, sebbene si sia mosso “motivato da un motivo fiscale, per un motivo economico”, se “in Spagna si mettono le tasse di Andorra e io, non so nel futuro forse ma in questo momento stavo in Andorra perché sono felice “, ha assicurato lo youtuber in ‘El Hormiguero’.

Dopo quattro anni vissuti lì, lo youtuber lo assicura vi ha trovato uno stile di vita e un ambiente che lo rendono felice. Inoltre, nonostante il fatto che per pagare le tasse lì devi vivere nel paese solo per sei mesi, TheGrefg ha confessato che vi trascorre quasi 365 giorni all’anno perché quella è casa sua. Ed è che sta così bene ad Andorra che anche quando ha dovuto subire un’operazione di ernia inguinale, l’ha fatto in un ospedale lì.

Un dibattito morale che resta aperto

Lo youtuber ha partecipato al programma sapendo che forse gli avrebbero chiesto della questione della moda e così è stato. Inoltre, TheGrefg ha colto l’occasione per dare una risposta esauriente con la quale ha cercato di far riflettere gli spettatori che erano rimasti sul piano superficiale del dibattito.

“Ogni persona, youtuber o no, ha il diritto e la libertà di vivere, risiedere, trasferirsi e pagare le tasse dove vuole perché è qualcosa di legale”, è così che TheGrefg ha iniziato a dare la sua opinione su questo tema. “Quello che è successo in questi giorni è questo è stato aperto un dibattito morale in cui non si giungerà a nessuna conclusione “, Continua così.

Lo youtuber ritiene che questo dibattito abbia raggiunto una tale portata a causa di i media tradizionali che sono “andati a mettere davvero merda a youtuber” Non so se per una domanda del pubblico “,” Non so se perché ci vedono come la prossima competizione o perché dietro c’è anche una questione politica “.

Ciò che è chiaro è che lo è un argomento che ultimamente è molto dibattuto in diversi spazi come, ad esempio, il programma “Milenio Live” di Iker Jiménez a cui hanno partecipato quattro volti noti del mondo di YouTube per esprimere la loro opinione in merito: Wall Street Wolverine, Rocío Viral di “Schrödinger’s cat”, Jordi Wild e Roma Gallardo.

Millennium Live: da dove nasce la polemica?

Un altro punto di vista dello stesso dibattito

TheGrefg ritiene che questa controversia sia stata affrontata dal punto di vista sbagliato: “Oggi ciò che accade è che il lavoro è sempre più decentralizzato, un ragazzo o una ragazza di casa con un computer e una connessione Internet gioca un ruolo spettacolare per te e può svolgere il proprio lavoro da qualsiasi parte del mondo “, dice.

Inoltre, ciò che dice TheGrefg è una realtà che è stata rafforzata dalla pandemia e dall’aumento del telelavoro. “Questa persona si trasferirà dove ha migliori condizioni economiche o fiscali, dove ha più opportunità, dove ha un ambiente migliore o che semplicemente gli piace”, spiega il Murcian che ha voluto sottolineare che quello che è successo con gli youtuber è “come un piccolo riflesso di qualcosa che sta accadendo”.

La necessità di recuperare il talento che sta perdendo

Il dibattito sulla “fuga di cervelli” di cui si parla scienziati che lasciano la Spagna per lavorare È qualcosa che è all’ordine del giorno, ma quando parliamo di youtuber, secondo TheGrefg, l’importanza che diamo a questo diminuisce. “Quando il dibattito si sposta sul ‘ehi, come possiamo convincere queste persone che se ne vanno, questo talento e questa ricchezza persi dalla Spagna per attirarli?’ oppure essere un Paese più competente al riguardo “, spiega lo youtuber.

“Si è concentrato sugli youtuber, ma penso che il vero dibattito sia lì”, ed è che TheGrefg ha voluto insistere sul fatto gli youtuber non sono gli unici a trasferirsi in Andorra, piuttosto, ci sono persone che lavorano in molti altri settori e, quindi, il dibattito è molto più ampio di quanto possa sembrare a priori.