• Marina Yers è scomparsa dai social media per sei mesi e ha caricato di nuovo i contenuti il ​​1 ° dicembre


  • L’influencer non aveva raccolto abbastanza forze per spiegare il motivo della sua assenza durante quei mesi fino ad ora


  • Marina è sincera con i suoi seguaci e racconta nei minimi dettagli come ha vissuto quei mesi

Marina Yers lo era sei mesi di distanza dai social network, più o meno da quando è iniziata la pandemia di coronavirus fino al 1 dicembre, quando ha caricato su Instagram alcune storie in cui annunciava in lacrime il suo ritorno su internet. Dopo qualche mese di assenza, senza dare alcuna spiegazione al riguardo, l’influencer 21enne era tornata desiderosa di riprendere la sua attività sui network.

Tuttavia, in sua assenza, erano emerse teorie di ogni tipo su quella che era stata la ragione che lo aveva portato a ritirarsi dalle reti per sei mesi. Alcuni dei suoi seguaci credevano che sarebbe stata uno dei nuovi volti de “L’isola delle tentazioni”, altri pensavano che fosse morta e si diceva anche che fosse stata ricoverata in un centro di disintossicazione. Tuttavia, come lei stessa ha detto, nessuna di queste teorie è vera.

Inoltre, quasi tre mesi dopo la sua scomparsa, si è sentito abbastanza forte da raccontare in un video di YouTube di cosa si trattava. il vero motivo per cui doveva stare lontana dal cellulare per così tanto tempo e social media.

Marina Yers spiega il motivo della sua scomparsa nelle reti

“Sono stata ricoverata in un ospedale psichiatrico per due mesi”, così inizia a spiegare Marina Yers nel video cosa è successo alla fine ammesso, come ti sei sentito e come è riuscito ad andare, a poco a poco, a riprendersi. Per fare questo, l’influencer è tornata all’inizio della pandemia di coronavirus, che l’ha colta in Messico mentre registrava il videoclip della sua terza canzone; che non sarebbe mai potuto finire, motivo per cui ha perso “molti soldi”.

Quando il coronavirus è arrivato in Spagna, lei era in Messico, molto lontana dalla madre e dal fratello, non l’avrebbero lasciata volare a casa ed è stato allora che ha iniziato a sentirsi molto sola; nonostante avesse viaggiato lì con i suoi amici e colui che era il suo partner in quel momento. Sua madre lo chiamava piangendo ogni giorno dicendo che era molto sopraffatta e viveva un inferno. “Poi iniziarono a venir fuori cose dalle celebrità di Hollywood sulla pedofilia, il nuovo ordine mondiale, che se volevano rinchiudere. La situazione mi ha fatto impazzire. Mi ha dato una pausa psicotica”, dice Marina Yers nel video di YouTube.

“Il mio caso è che lo stress di quel momento è stato in grado di me e ho iniziato a entrare in tutte quelle idee di cospirazione, ho iniziato a indagare un po ‘di più, Ho iniziato a impazzire, ho iniziato a essere fuori dalla realtà fisica, Ho iniziato ad avere meno contatti con le persone con cui ero all’interno della casa “, assicura anche l’influencer che sentiva che in quel momento non riusciva nemmeno ad esprimersi bene.

Pensava che il suo ragazzo volesse ucciderla

Era in Messico, oltre che con alcuni amici, con i quali a quel tempo era la sua compagna. Tuttavia, “Dopo l’epidemia tutti hanno smesso di essere miei amici, Hanno smesso di seguirmi su Instagram, non so perché, avevano troppa paura che io abbia avuto una crisi psicotica. Che ho iniziato a impazzire “.

Da un giorno all’altro Marina Yers si svegliava un giorno pensando che il suo ragazzo volesse ucciderla: “Eravamo passati dalla casa di Acapulco a un’altra che aveva a Città del Messico, in periferia. Quella casa era nel in mezzo alla foresta Mi ha dato una pessima energia, una pessima sensazione. Ho iniziato a rimanere bloccato in casa. Pensavo che gli avessero fatto la stregoneria, pensavo ci fosse un demone lì. In altre parole, quello in cui credo veramente è che in quel momento un demone fosse entrato dentro di me o qualcosa del genere “ed è per questo che, secondo Marina Yers, un giorno la sua compagna non era in casa da cui ha cercato di scappare .

“Ho scavalcato un muro, sono andata da sola senza internet e senza soldi”, dice. “Ho iniziato a impazzire, sono scappato da lì e ho passato 40 minuti a camminare per la città con ferite alla testa alla ricerca di un taxi che avrebbe potuto violentarmi”. Ha convinto il tassista a portarlo in aeroporto, anche se non poteva pagare e il suo ex ragazzo l’ha scoperto. La sua reazione fu di rimproverarla e “il mio focolaio aumentò”.

Anche se il loro rapporto “è stato fottutamente fantastico”, “si è incasinato a causa di quell’epidemia” e Marina Yers ha ottenuto i biglietti aerei per tornare in Spagna e per essere finalmente con suo fratello e sua madre.

Il suo ritorno in Spagna

Il viaggio in aereo non è stato facile, anche se non fornisce maggiori dettagli al riguardo, ed è finalmente arrivato in Spagna. “Il fatto è che sono stato visto come scomparso, non sono stato riconosciuto. Mi cadevano tutti i capelli, ho smesso di mangiare. Non riuscivo quasi a dormire la notte, dormivo due ore al giorno e questo ha influito anche sulla mia attività cerebrale “, spiega Marina Yers.

Sfortunatamente, il suo problema non si è concluso con il ritorno a casa e quindi l’hanno portata in ospedale, dove hanno dovuto rassicurarla tra “15 dottori”. “Sono stato dimesso il giorno dopo senza diagnosticare nulla”, ma i suoi problemi non si sono fermati.

“Mi sentivo come se un demone stesse arrivando di notte o qualcosa del genere, Ho sentito tanti rumori, ho sentito che qualcosa voleva possedermi “, confessa l’influencer che credeva che l’unica soluzione sarebbe stata andare in chiesa e pregare in un” luogo sacro “.

“Mi sono buttato al secondo piano, mi sono buttato perché ho detto ‘devo andare in chiesa, poi mi butto’. Mi sono buttato, ho fatto male a mia madre perché ha cercato di fermarmi, l’ho spinta con tanto di forza, non so né da dove ho preso così tanta forza, ma ho spinto e sono saltato. Non ho fatto niente a me stesso, grazie a Dio “, dice l’influencer. “Sono saltato su con una croce, Aveva una piccola croce come il costume di una suora “.

“E tutto pieno di sangue sono arrivato alla Chiesa che era chiusa e la polizia è venuta per me perché mia madre l’aveva chiamata e mi hanno portato alla parte della salute mentale. Quindi lì hanno già indagato molto di più sul mio caso e mi hanno ricoverato in un ospedale psichiatrico “, è stato in quel momento che l’hanno ricoverata e le hanno proibito di stare al cellulare per sei mesi.

“La salute mentale è molto importante”

Ora, dopo aver lasciato l’ospedale e essersi ripresi, Marina Yers ha voluto inviare un messaggio di ottimismo e rendere più visibili i suoi seguaci: “Sono felice di aver superato quella situazione, quella procedura in cui la tua mente ti gioca uno scherzo”.

“La salute mentale è estremamente importante, non cancellare chi ha avuto problemi di salute mentale “Chiede all’influencer che assicura che, sebbene stia bene in questo momento, ha “paura di affrontare di nuovo quella situazione”. Tuttavia, questa esperienza gli ha insegnato a non sottoporsi a tanto stress ea “condurre una vita più tranquilla”.

“Nel momento in cui stavo prendendo le pillole ho detto: ‘Mi suiciderò, non vale la pena vivere, Perché se si vive davvero in questo modo, non ne vale la pena. ‘”Tuttavia, si rifugiò sapendo che questo trattamento a un certo punto sarebbe finito e si sarebbe sentita di nuovo più se stessa.

La sua ultima polemica

Come lei stessa ha riconosciuto, durante quei mesi così complicati per lei, ha iniziato a leggere teorie del complotto e ne ha condivise alcune con i suoi seguaci. Ha anche interpretato lo strano scherzo per il quale in seguito ha dovuto scusarsi, come nel caso delle maschere:

Marina Yers si è scusata

L’influencer ha detto ai suoi follower, che sono più di un milione e mezzo solo su Instagram, che quello che ci avevano detto sul coronavirus non era vero e ci avevano lavato la testa. Tuttavia, visto il contraccolpo delle sue parole, ha pubblicato una serie di stories sul suo account Instagram in cui, prima, ha ritrattato il suo messaggio e poi incoraggiato le persone a rispettare le normative sanitarie.

“Ieri ho caricato un video molto provocatorio sulle maschere. Chi mi conosce sa benissimo che l’ho fatto per vedere quanti rispettano davvero le regole”, ha esordito Marina. “Quel messaggio che è stato viralizzato su tutti i media e è un messaggio molto pericoloso “, qualifica così le sue stesse parole l’influencer.