Il proprietario di questo ristorante di noodle nel Guangxi (Cina) voleva aumentare la clientela della sua attività, ma sembra che nessuno gli abbia consigliato come raggiungere questo obiettivo. Ed era abbastanza evidente…

È noto che l’arte della cucina non sta sempre nell’accuratezza della ricetta, ma anche nel suo condimento. C’è sempre un piccolo ingrediente o condimento che, usato con giudizio, può valorizzare il vostro piatto e far volare il tester con piacere.

Ma il proprietario di un i locali di pasta nel Guangxi (Cina) ha preso troppo a cuore la premessa di “volare”: pochi giorni fa è stato arrestato dalla polizia locale dopo che si è scoperto che usato l’oppio – sì, l’oppio – come ingrediente per i suoi piatti.

E qual era lo scopo di questa stupidità? Rendere i clienti dipendenti dal cibo e tornare a chiedere di più.

Metteva l'oppio nei piatti a casa sua, in modo che la gente diventasse "dipendente" dal suo cibo. E' stato arrestato 13
Wikimedia Commons

L’alibi “intelligente” del mastro cuoco è stato smascherato dopo che la polizia ha fatto un test antidroga a un passante che aveva mangiato da poco al locale. I risultati hanno mostrato positivo alla morfinama l’uomo ha affermato fino alla morte di non aver consumato alcuna droga; ha solo accennato al fatto di averne mangiato un po’. pasta di lumaca nei suddetti locali.

Di fronte al sospetto, la polizia ha visitato le cucine dei locali per vedere se c’erano oggetti di contrabbando, e hanno trovato la polvere di lumaca utilizzata per i piatti è risultata positiva anche alla morfina. Poi, con il gatto nel sacco, la polizia ha chiuso il posto e ha trovato vicino 76 grammi di semi di papavero in polvere -fiorente da cui si ricava l’oppio-, che ha portato all’immediato arresto del proprietario del luogo.

Metteva l'oppio nei piatti a casa sua, in modo che la gente diventasse "dipendente" dal suo cibo. E' stato arrestato 15
Senza Chew Daily

Nel questionario che è stato dato al proprietario, Ha ammesso di aver usato la droga per migliorare il suo business: poiché l’oppio crea dipendenza, sperava che tale dipendenza avrebbe fatto sì che i suoi clienti venissero più spesso in negozio. Inoltre, ha detto che la polvere utilizzata è stata coltivata da lui stesso nella sua città natale, circa 4 anni fa.

Questo caso è ancora sotto processo e i dettagli sono ancora oggetto di indagine, ma in ogni caso, drogare le persone è un modo molto poco etico di generare clientela, non è vero?