L’attore è famoso per i suoi classici degli anni ’80 quanto lo è per la sua tragica diagnosi di Parkinson prematuro. Il suo ritiro è più di una meritata pausa.

Ciascuno dei decenni del secolo scorso aveva le sue caratteristiche, almeno per quanto riguarda i suoi film. È molto probabile che quelli che tutti ricordiamo di più e che continuiamo a visitare siano gli ultimi quattro del XX secolo. Dagli anni ’60 in poi, il cinema di Hollywood ha subito le più grandi trasformazioni mai viste, aprendo spazi per enormi varietà di film, oltre a storie più interessanti di quelle viste solo nei decenni precedenti.

@realmikejfox

Tra questi, uno di quelli che continua ad essere uno dei più amati, senza dubbio quello degli anni ’80. Il decennio è caratterizzato dalla predominanza del cinema d’azione, che ha dato origine a star come Arnold Schwarzenegger o Bruce Willis. Ma anche protagonisti che non erano necessariamente montagne di muscoli, ma un oceano di risate.

Michael J. Fox ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.  Ci ha regalato il fantastico Marty McFly di "Ritorno al futuro" 25
@realmikejfox

Nessuno rappresenta meglio questo tipo di protagonista di Michael J. Fox, l’attore aveva un’aura molto speciale, che oggi è difficile da trovare. È vero che era bello, ma la sua grazia stava nella sua impavidità, non smetteva mai di assomigliare a qualcuno che poteva vivere nella casa accanto alla nostra.

Michael J. Fox ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.  Ci ha regalato il fantastico Marty McFly di "Ritorno al futuro" 27
@realmikejfox

La saga che ha lanciato Michael alla fama è stata senza dubbio Ritorno al futuro. I tre film che sono usciti da questa storia sono tutti basati su una premessa tanto semplice quanto divertente: uno scienziato pazzo inventa una macchina del tempo e il suo migliore amico, un liceale, finisce per tornare indietro e immischiarsi nella storia dei suoi genitori. I paradossi temporali che ne derivano sono stati alla base della commedia, nonché ciò che ha ispirato la nascita di Rick & Morty.

Michael J. Fox ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.  Ci ha regalato il fantastico Marty McFly di "Ritorno al futuro" 29
@realmikejfox

Ma poco dopo aver trovato il successo in questa saga, Michael ha sorpreso il mondo con una delle notizie più scioccanti arrivate da Hollywood: mentre era ancora giovane, Michael era stato diagnosticato il morbo di Parkinson.

Michael J. Fox ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.  Ci ha regalato il fantastico Marty McFly di "Ritorno al futuro" 31
@realmikejfox

Ciò provocò l’interruzione prematura di un’illustre carriera. Michael ha continuato ad accettare piccoli ruoli negli ultimi anni, ma non è mai stato in grado di prendere il comando di una serie come Ritorno al futuro. Dopo diversi anni come questo, Michael ha recentemente annunciato il suo ritiro definitivo dalla recitazione.

Michael J. Fox ha annunciato il suo ritiro dalla recitazione.  Ci ha regalato il fantastico Marty McFly di "Ritorno al futuro" 33
Universal Pictures

In un’autobiografia pubblicata di recente, Michael ha rivelato la sua decisione. Memorizzare le parole e ripeterle è già difficile per lui, quindi ha preferito farsi da parte. Ad ogni modo, Michael ha già lasciato il segno nella storia del cinema. La migliore prova di ciò è che i film di Ritorno al futuro sono ancora buoni come quando sono stati rilasciati.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));