Dalla Francia migliaia di cavalli vengono inviati in Giappone in condizioni terribili, dove sono sottoposti a stress ea rischio di lesioni, per essere ingrassati e poi macellati.

Ogni anno, diverse migliaia di cavalli vengono trasportati in aereo in Giappone per essere utilizzati per la carne in quel paese, tuttavia il processo da adottare è stato il più criticato del business che inizia in paesi come Canada e Francia. Là gli equini subiscono abusi e oggi i difensori degli animali cercano di salvarli.

In Giappone, la carne di cavallo è oggetto di specialità culinarie ma attualmente non hanno abbastanza terra per allevarle. Perché, rivolgersi al mercato internazionale per acquistare equini vivi e trasportarli in aereo – in condizioni terribili – al suo macello.

Fondation 30 Millions d’Amis

Questo è ciò che i sostenitori degli animali come la 30 Million Friends Foundation stanno attualmente sottolineando, dove non solo criticano la decisione di mangiare carne di cavallo, ma anche le terribili condizioni in cui vivono prima di essere macellati:

“Ancora una volta, sono gli animali vivi che vengono esportati per tagliare i costi! Un’esperienza terribile per i cavalli che sappiamo avere la pelle molto sensibile. Un viaggio senza fine verso la morte, dove sono angosciati, feriti, mutilati ”, denuncia Reha Hutin, presidente della 30 Million Friends Foundation.

Da paesi come il Canada e la Francia, migliaia di equini lasciano gli aeroporti in condizioni di volo terribili, dove l’ONG Canadian Horse Defense Coalition ha avuto un record di questo: i cavalli sono impilati da 3 a 4 in piccole scatole.

Migliaia di cavalli vengono trasportati in Giappone per essere utilizzati per la carne. Un business pieno di abusi 13
Canadian Horse Defense Coalition

“È disumano”, punisce Sinikka Crosland, presidente dell’associazione, su richiesta di Il guardiano nel mese di marzo. “Queste scatole hanno le dimensioni di una scatola convenzionale dove normalmente avresti un solo cavallo, e ora puoi contenere fino a tre o quattro cavalli”.

Ma non è solo che viaggiano accatastati in spazi ristretti, ma suggeriscono che “gli equini hanno problemi a mantenere la loro postura durante i movimenti improvvisi dell’aereo”, quindi, “Sono ad alto rischio di lesioni”.

Inoltre, ciò si aggiunge allo stress a cui sono sottoposti e che “può influire negativamente sul loro sistema immunitario, portando ad un aumento del rischio di diffusione della malattia “Ghislain aggiunge. “Il trasporto equino a lunga distanza pone rischi sia per la salute pubblica che per gli animali”.

In Giappone non vivono qualcosa di diverso

Migliaia di cavalli vengono trasportati in Giappone per essere utilizzati per la carne. Un business pieno di abusi 15
Canadian Horse Defense Coalition

Una volta che i cavalli arrivano in Giappone, ancora una volta vengono inviati in spazi ristretti, secondo un’indagine condotta nel 2017 da attivisti giapponesi dell’ONG Animal Rights Center Japan (ARCJ).

Lì racconta che i cavalli vengono tenuti negli allevamenti da ingrasso per un anno prima di partire per il macello. “A causa della mancanza di esercizio, i cavalli si disperano e si muovono molto stretti l’uno contro l’altro”attivisti locali dettagliati.

Attualmente, le associazioni per la difesa degli animali stanno cercando di vietare la partenza di animali vivi al di fuori dell’Unione europea, al fine non solo di evitare il crudele commercio di cavalli che vivono, se non finire di mangiare carne equina.

(function(d, s, id){ var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/en_US/sdk.js"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));