• Lo scrittore è morto lasciando orfani i libri e un’intera generazione che è cresciuta per essere letto da lui


  • ‘L’ombra del vento” è stato tradotto in più di quaranta lingue e ha venduto più di dieci milioni di copie


  • Tre giovani, ci dicono come hanno segnato i libri dello scrittore

Molti lo conoscevano per ‘L’ombra del vento’ e da allora sono stati agganciati. Carlos Ruiz Zafón prendere con le storie di tutti. Con il tuo scenario, misterioso Barcellona di un altro tempo, con il rapporto più bello tra un padre e un figlio, e con quel luogo che è già eterna nella nostra letteratura: il cimitero dei libri dimenticati. Un luogo in cui i libri hanno un’anima, e che aveva la peculiarità di mantenere l’anima di coloro che trovano. E ‘ stato così come conquistare a tutti coloro che hanno letto e sognato.

Ecco perché il mondo di oggi è molto meno magico e siamo tutti tristi. Il lo scrittore è morto dopo una lunga malattia all’età di 55 anni e lascia non solo orfani del loro amato i libri, ma anche di un’intera generazione che è cresciuta con le sue storie fantastiche, che è stato identificato con i suoi personaggi e ha fatto credere in boemia o anche raccogliere draghi ispirato al gotico di Barcellona.

Perso più che mai nel labirinto dei libri dimenticati, ora ci ricordano molti dei racconti che ci sono appassionati di lettura: “Il principe della nebbia’, ‘Marina’ o il più recente “Il labirinto degli spiriti’ (l’ultimo volume delle quattro che compongono il ciclo di “Il cimitero dei libri dimenticati”). Ma senza dubbio, c’è un comodino per tutti, il prima e il dopo di Carlos Ruiz Zafón.

Nel 2001, è apparso nelle librerie un romanzo che avrebbe cambiato tutto. Una storia che diventare lo scrittore più letto dopo Cervantes. Parliamo di ‘L’ombra del vento’ un lavoro tradotto in più di quaranta lingue e ha venduto più di dieci milioni di copie. Con queste cifre sembra logico che siamo tutti familiarità con il nome di Daniel Sempereil ragazzo, che comincia ad amare la letteratura da una scoperta del loro padre e di dare con un autore (Julian Carax), e del suo misterioso lavoro.

Lo scrittore Carlos Ruiz ZafónCordon Premere

Con queste pagine, siamo caduti resi a Tsafon e le loro storie che ha combinato il mistero, la storia e soprattutto l’amore di sfondo. La tua pietra miliare per agganciare i giovani nella letteratura spagnola, si è trasferito a qualcos’altro. Quando si desidera scorrere gli scenari che apparve nel suo lavoro: las Ramblas, il Quartiere Ebraico di Barcellona aveva un altro fascino a buon mercato, dopo la lettura, lo scrittore. Tutti hanno voluto seguire le orme del protagonista del suo libro.

Ed è a causa di una ‘colpa dei suoi romanzi’ mistero teen molti è diventato un fanatico di lettura irrimediabilmente. La formula di Carlos Ruiz Zafón è collegato a: il mistero, la nebbia e l’amore è andato, mano nella mano, nella loro volumi e oggi, sono ricordati da tutti coloro che non sono più bambini, ma hanno imparato a volere i libri da cui ha lasciato per sempre.

I millennial sono ciò che essa ha significato per loro la lettura di Carlos Ruiz Zafón

Siamo tutti tristi per questa perdita, ma i millennials si sente particolarmente. Lo scrittore, il lavoro è stato il primo incontro con la letteratura per molti, ed è noto che le prime volte sono sempre speciali. Tre di loro, ci hanno voluto raccontare cosa ha significato il libri di Carlos Ruiz Zafón e di come si sentono:

Avevo 14 anni quando Carlos Ruiz Zafón, pubblicato ‘l’ombra del vento” e direi che era la prima volta che ho sperimentato il fenomeno di ‘best seller’. Tutti in classe a quello che stavo leggendo: che aveva già letto, ha fatto scherzi con spoilear per coloro che sono appena agli inizi (solo che allora la parola spoiler, non era ancora arrivato). Chiaro che c’era stato più venduti prima, ma questo è stato il primo che ho raggiunto fuori a me, e Ho flipaba che un libro potesse avere così tanta fame come un film o un gruppo di musica. Mi ricordo che abbiamo letto, mia madre e io allo stesso tempo: lo stesso libro, con un segnalibro e ho flessione esquinitas. E che era speciale perché io, che divorò tutti i romanzi che ha portato alla libreria nel mio quartiere, un paio di volte ho visto mia madre leggere (lei era più di guardare la tv). Ho condiviso il viaggio verso il cimitero dei libri dimenticati con l’istituto per l’ambiente e con mia madre e, da allora, per me, di Carlos Ruiz Zafón è la cosa più vicina che abbiamo di un Dan Brown della patria.

Ho letto “l’ombra del vento’ quando lei aveva 13 anni, su raccomandazione di un amico, che mi ha prestato il libro. Sono rimasta affascinata. Sono caduto nell’amore con la meravigliosa storia del ” cimitero dei libri dimenticati. Quando ho finito, ho dovuto farmi una copia. Ho visto molto ragionevole per questa magnifica storia che tanto aveva segnato la mia anima adolescente è gettato in un buco (perché non) nella mia libreria. Non ho potuto evitare di leggere il resto della tetralogia. Doveva continuare a vivere con questi personaggi. Si potrebbe dire che, a questo giorno, ‘l’ombra del vento” è nella mia TOP 5 dei libri che mi hanno segnato.

Mi ricordo che nella seconda gara di un amico presso l’università mi ha raccomandato “l’ombra del vento’. Quello che non immaginavo, per niente, era quello che stavo andando a trovare in questo libro: per me è stata una lettura molto diverso da quello che avevo letto prima e che era un vero e proprio fantasy a immersione per il suo universo e per il “cimitero dei libri dimenticati.” Carlos Ruiz Zafón è stato uno degli scrittori di “colpa”, che ho cominciato a dipendente per la lettura, così oggi mi sono un po ‘ triste.

E che è la sensazione generale di una intera generazione, perché ha insegnato ai giovani a guardare nello specchio dei libri, e lui era come scoperto quello che aveva dentro.

Copertina di 'l'ombra del vento'

Copertina di ‘l’ombra del vento’Carlos Ruiz Zafón