Produzione Netflix Selena: La serie, che rappresenterà la vita della regina del Tex-Mex, non è ancora uscito e sta già affrontando una succosa richiesta da parte del produttore Moctesuma Esparza.

Esparza chiede un risarcimento milionario per la violazione del contratto fatta da Abraham Quintanilla, il padre di Selena.

Anche il produttore del film Selena Nel 1997, ha recentemente accusato Abraham Quintanilla di aver violato un contratto firmato nel 1995 che gli concedeva i diritti sulla vita della regina del Tex-Mex per il film del 1997 e qualsiasi altro remake.

Un’altra persona che compare nella causa è Suzette, la sorella di Selena, perché secondo Esparza, ha incontrato lei e Abraham per parlare di un progetto che avrebbe ritratto la giovinezza di Selena. Hanno accettato senza menzionare nulla della prossima serie Netflix, nascondendo i loro piani e approfittando della loro ignoranza.

Christian Serratos nel ruolo di Selena Quitanilla;  La famiglia Quintanilla e Netflix affrontano una causa per 'Selena la serie'

Ma non è tutto, il produttore ha anche citato in giudizio la piattaforma streaming per aver ignorato l’accordo che aveva con la famiglia Quintanilla e continuava a creare Selena: La serie.

La controversa causa è stata intentata il 6 novembre ed Esparza prevede di ricevere un risarcimento di un milione di dollari. Al momento né Netflix né la famiglia Quintanilla hanno rilasciato dichiarazioni al riguardo, ma secondo gli esperti questo metterebbe in gioco la premiere della serie.